Le regole del jogging: la corsa per dimagrire e tonificare gambe, glutei, fianchi

di Mariella 177

jogging, corsa, dimagrire, perdere peso, fianchi, glutei, gambe, cosce, allenamentoTempo di primavera e fare jogging all’ aperto diventa più piacevole. Corro dunque dimagrisco, ma attenzione ai tranelli! Anche il jogging, l’ attività fisica più naturale e spontanea per uomini e donne, vuole le sue regole. I tranelli, infatti, non mancano. La corsa può contribuire moltissimo al benessere, alla forma fisica, a perdere chili superflui, a patto che si corra nel modo giusto, perdendo il grasso in eccesso e non quello necessario. I modi sono diversi. Chi ha tempo, voglia e motivazione fa jogging anche due ore al giorno e sicuramente dimagrisce. Arriverà però ad un punto in cui sarà dimagrito troppo e smetterà di correre perché gli verrà a mancare anche la voglia! Va ricordato che dimagrire significa perdere grasso, non perdere peso. Quindi, è consigliato fare jogging per un tempo massimo di 40 minuti. Attenzione all’ errore più frequente, che coinvolge soprattutto le donne: a volte succede, quando si inizia a praticare regolarmente la corsa, che la bilancia registri un aumento di peso. Niente paura: in un primo tempo, infatti, i muscoli possono reagire alla pratica del jogging con accumulo di acqua. Ma basta fare la prova gonna o pantalone: nonostante i capricci della bilancia, i punti critici (gambe, fianchi, cosce, glutei) risulteranno invece assottigliati. Per gli uomini il jogging è utilissimo per far scomparire le classiche “ maniglie dell’ amore “ perché è un allenamento che agisce non solo sulla muscolatura delle gambe ma anche su fianchi e addome. Ecco allora alcuni consigli per una buona corsa:
1. La continuità: un buon allenamento si basa su questo principio, si dovrebbe almeno correre un giorno sì ed un giorno no. Se si corre un giorno alla settimana, non si dimagrisce o si dimagrisce in minima parte. Stesso discorso vale se si corre un giorno sì e due no. Più tempo c’è fra un allenamento e l’altro, meno effetti ci sono sulla perdita di grasso.
2. Le alternative: è meglio correre 40 minuti tutti i giorni piuttosto che 60 minuti un giorno sì e uno no. L’ effetto dimagrimento avviene dopo che ci si è fermati. Quella strana sensazione che si avverte dopo l’arrivo, unita al rossore, indica che si è sulla strada giusta: mentre avvertite queste sensazioni dalle vostre cellule adipose il grasso se ne va.

3. Correre a digiuno: ottimi risultati si ottengono correndo a digiuno, senza prendere nemmeno un caffè. Consentita solamente l’acqua, nel caso se ne avverta il bisogno. I risultati si vedranno subito sui punti critici. Altro consiglio: non abbuffarsi subito con la colazione, ma aspettare un po’ di tempo, almeno un’ora. I risultati sui fianchi, ad esempio, saranno immediati.
4. Variare il ritmo e l’ intensità della corsa: correre alla stessa andatura per 120-180 minuti è indubbio che fa dimagrire. Ma il minor tempo dedicato alla corsa (40 minuti) può essere ottimizzato variando il ritmo della corsa all’ interno dello stesso allenamento (in pratica, corriamo per meno tempo ma facciamo più fatica). Lo stesso vale correndo distanze più brevi. Dimagrire significa anche sviluppare maggiormente le qualità muscolari: più percentuale di muscolo abbiamo, più alto diventa il metabolismo basale, più semplice diviene bruciare i grassi ed evitare che diventino grasso sottocutaneo. Quindi correre su percorsi collinari fa perdere più grasso che correre su percorsi pianeggianti a parità di andatura. Chi pratica il jogging in pianura deve variare l’ intensità della corsa.

Commenti

  1. E’ davvero tempo di primavera e il sole che inizia pian piano a farsi vedere più spesso in giro fa venire la voglia di fare jogging.
    I consigli sono davvero utili e per me che non ho mai praticato il jogging ma che cmq voglio perdere quei 5-6 chili di troppo sono una vera e propria guida da seguire. Volevo sapere se correndo è possbile ridurre anche il polpaccio che a me è un pò troppo grande…

    Grazie

  2. Ciao Anna Maria,
    la corsa o jogging è un ottimo allenamento adatto un pò a tutti per tonificare i muscoli delle gambe, dei polpacci e dei glutei.
    Da quanto scrivi posso dedurre che i tuoi polapacci sono muscolosi piuttosto che adiposi (con eccesso di grasso). Se si tratta di muscoli è difficile che si riducano, ma questo è un bene anche perchè saranno sicuramente ben torniti e quindi esteticamente belli (ci sono persone che vanno in palestra apposta per farsi venire polpacci muscolosi perché non li hanno!). Comunque un esercizio fisico aerobico il cui scopo è armonizzare e non potenziare, come la bicicletta in pianura o la corsa in scioltezza, aiuta sia a tonificare i polpacci sia a ridurre adipe (cioè grasso in eccesso) o ritenzione idrica se sono presenti.

    La corsa infatti aiuta anche chi ha necessità di dimagrire perchè stimola il lavoro aerobico dei muscoli e per produrre energia vengono utilizzati ossigeno e grassi, bruciando i famosi “cuscinetti di grasso” (si riduce il tessuto adiposo).
    Per chi non è in forma è opportuno cominciare gradatamente senza fare sforzi eccessivi, iniziando magari con una camminata veloce per poi accelerare ed alternare a brevi intervalli di corsa. Anche la camminata veloce rassoda i muscoli delle gambe e dei polpacci senza affaticare articolazioni e spina dorsale e favorisce l’eliminazione di tossine.
    Dopo un po’ di riscaldamento con camminata veloce, puoi passare alla corsa con variazioni di ritmo, cioè con intensità dello sforzo variabile: quando lo sforzo si intensifica, nella muscolatura si accumula acido lattico, che viene poi eliminato nella fase in cui lo sforzo diminuisce.
    E’ quindi buona cosa variare l’ intensità della corsa durante i tuoi 40 minuti di allenamento. Praticando un’ attività fisica mirata e costante è possibile ottenere dei risultati soddisfacenti per rimodellare il proprio fisico, gambe e polpacci compresi.

    Nel tuo caso dovrai dedicarti a sport o ad esercizi che facciano lavorare soprattutto gli arti inferiori; tra questi, oltre alla corsa, sono ottimi anche step, aerobica e cyclette.

  3. Grazie per i suggerimenti, ne approfitterò sicuramente….cosa ne pensi di un drenante a base di estratti naturali, può essere efficace al fine di aiutare ad eliminare i liquidi in eccesso?

  4. Sicuramente un integratore a base di estratti naturali aiuta a sgonfiarsi, disintossicarsi ed eliminare il problema della ritenzione idrica (liquidi in eccesso) che (purtroppo!) riguarda soprattutto le donne. Un’ ottima soluzione è ad esempio Biodrain (si compra in farmacia) che però per essere efficace (come tutti gli integratori!) va associato, oltre all’ attività fisica, ad una dieta. L’ integratore da solo e senza una corretta alimentazione fa poco, ma con una buona dieta aiuta!
    Se ti vuoi informare sulle novità degli integratori naturali, puoi consultare questo articolo:
    http://www.mondobenessereblog.com/2008/04/02/via-il-gonfiore-invernale-alleggerire-l%e2%80%99-organismo-con-due-diete-veloci-disintossicanti/#more-421
    In fondo trovi alcuni suggerimenti sugli ” Integratori che depurano ” e aiutano a sgonfiarsi.
    Puoi abbinare una sana alimentazione a tuo piacimento. Sul sito, nella sezione Dietetica, c’è anche la Dieta con l’ insalata proprio per chi soffre di ritenzione idrica, la trovi a questo link (CLICCA QUI)

  5. SALVE IO SONO UN CULTORE DEL JOGGING …MI HA AIUTATO ANCHE AD USCIRE DALLA DEPRESSIONE.VOLEVO UN CONSIGLIO:NON RIESCO PROPRIO A CORRERE A STOMACO VUOTO
    NEL SENSO CHE,SE CORRO LA MATTINA, LO DEVO FARE NECESSARIAMENTE DOPO UNA COLAZIONE ABBONDANTE(MIELE,MARMELLATA)SE CORRO POMERIGGIO O SERA DEVO PER FORZA METTERE QUALCOSA SOTTO I DENTI O NON RIESCO A RENDERE AL MASSIMO…E’ NORMALE QUESTO?IO SO CHE CORRENDO A STOMACO VUOTO SI RENDE DI PIU’ E POI E’ PIU CORRETTO ANCHE DA UN PUNTO DI VISTA CARDIACO.GRAZIE .

  6. Ciao Raphael,
    certamente lo sport è importante non solo per il benessere fisico, ma anche per il benessere “ psichico “, aiuta molto e il tuo caso ne è un esempio. Quindi grazie innanzitutto per aver condiviso la tua esperienza positiva con noi e con gli altri navigatori del blog.

    Per quanto riguarda il fatto di CORRERE A DIGIUNO, è vero che fare jogging a “ stomaco vuoto “ dà ottimi risultati, ma non tanto da un punto di vista cardiaco: correre a digiuno è utile per migliorare la potenza lipidica (cioè la capacità dell’organismo nel consumare più grassi possibili nell’ unità di tempo). Quindi correre a digiuno AIUTA A PERDERE PESO: la carenza di zuccheri fa si che durante la corsa l ’organismo utilizza come combustibile prevalentemente i grassi.
    Si può dire che la regola della corsa a digiuno non deve essere necessariamente seguita: nel tuo caso, se il tuo obiettivo non è dimagrire ma solo tenerti in forma con del sano jogging, puoi tranquillamente fare colazione o merenda (senza abbuffarti ovviamente!), perché non influisce sull’ allenamento. Correre a digiuno influisce infatti positivamente sulla maggiore capacità dell’ organismo nello bruciare i grassi in eccesso (e quindi dimagrire), ma è ovvio che questa modalità va ricercata gradualmente senza avere fretta, iniziando ad eliminare qualche alimento dalla colazione (se ci si allena di mattina) o dalla merenda (se ci si allena di sera) e man mano non si avrà più bisogno del caffè e cornetto o della marmellata!
    Ma, ripeto, non è indispensabile ai fini di un corretto allenamento, quindi vai tranquillo! E’ normale avere fame o mangiare prima di andare a correre perché brucerai calorie, e se il tuo scopo non è il dimagrimento puoi continuare a farlo.

    Tecnicamente la capacità da attivare e migliorare in un allenamento con il jogging è la potenza lipidica (capacità di bruciare grassi), che comunque si ottiene non solo correndo a digiuno, ma anche in altri modi:

    – per consumare più grassi e quindi sfruttare al meglio la propria potenza lipidica si deve effettuare una corsa media: chi fino ad ora ha camminato solamente, deve alternare Fit Walking (camminata veloce) con tratti di corsetta lenta; chi invece ha corso lentamente dovrebbe inserire tratti di corsa media aumentando la sensazione di fatica e quindi con un respiro e una frequenza cardiaca più elevata (questa è appunto l’ applicazione della regola numero 4 riportata nell’ articolo: variare l’ intensità della corsa). E’ questo uno dei motivi per cui si consiglia l’uso del Cardio Frequenzimetro per valutare l’ intensità dell’ allenamento e per migliorare la potenza lipidica;

    – inoltre è importante valutare, settimana dopo settimana, come migliora la nostra condizione fisica adattandosi agli stimoli biologici dell’allenamento. Quindi chi si allena 3 – 4 giorni alla settimana, dopo un mese correrà a una velocità più elevata per migliorare la potenza lipidica e quindi consumare più grassi, se continuerà a correre alle stesse velocità difficilmente consumerà grassi, e il dimagrimento, o qualsiasi altro obiettivo, sarà più difficile da raggiungere. Bisogna quindi aumentare l’ intensità dello sforzo;

    – rispettare il concetto di gradualità del carico, cioè cercare di aumentare il tempo di corsa di 5 minuti circa ogni settimana, e man mano che non si fa più fatica a un determinato ritmo di corsa, aumentarlo;

    – alternanza di carico e riposo: alternare le sedute di corsa, un giorno di corsa e uno di riposo;

    – evitare di correre a velocità eccessivamente elevate, perché il nostro organismo consumerà una buona quantità di zuccheri e potrebbe trovarsi senza zuccheri (carburante principale). Tutto ciò porta l’organismo nell’impossibilità di consumare i grassi: se non ci sono zuccheri, l’organismo attiverà altre vie per trovare l’energia indispensabile a terminare l’allenamento;

    – correre a lungo: l’obiettivo principale della corsa è quello di correre a un ritmo sempre più veloce e sempre più a lungo.

    In questo modo si aumenta la potenza lipidica anche senza la necessità di correre a digiuno! Quindi, in definitiva, se senti la necessità di mangiare qualcosa prima di fare jogging non è un problema: mangia pure e segui le regole di un buon allenamento, avrai lo stesso degli ottimi risultati!

  7. Ciao a tutti e grazie in anticipo per gli ottimi suggerimenti che ho trovato nel sito!
    Volevo solo un chiarimento..se vado a correre al mattino a digiuno,la colazione delle 9 (corro dalle alle 8) la faccio sempre a base di carboidrati? (latte/yogurt e cereali o fette biscottate o biscotti).
    Grazie!

  8. Ciao Sophie, ottima scelta per la tua colazione delle 9 dopo il jogging!
    Infatti una colazione ottimale deve essere composta da alimenti proteici (latte, yogurt), deve apportare carboidrati sani (fette biscottate, pane) e frutta, sia in succo che fresca.
    La colazione è il pasto più importante della giornata: chi non fa colazione rallenta il suo metabolismo, soffre più di affaticamento, rallentamento dell’agilità mentale e delle attività intellettuali, oltre a rendere più difficile il mantenimento di un peso sano o la perdita di peso. In Italia gran parte della popolazione salta la colazione, assumendo spesso solo caffè, e ciò rappresenta di fatto un errore che va contro i principi di una sana alimentazione.
    Bisognerebbe dedicare 5 minuti in più ad una sana colazione!
    Quindi ti confermo che una colazione a base di carboidrati è ottima: latte, yogurt, cereali e fette biscottate sono l’ ideale.

  9. ciao sono mario mi complimento con la redazione per le risposte esaurienti che di solito date le ritengo molto utili a tutti.

  10. Ciao Mario, grazie per i complimenti, cerchiamo di fare del nostro meglio affinchè il blog dia delle informazioni utili e complete (anche se non mancano articoli più soft a titolo di semplice curiosità e notizie light che non guastano ogni tanto!). Comunque ampio spazio anche e soprattutto a voi navigatori: se hai consigli, suggerimenti e opinioni lo spazio è anche tuo e i tuoi commenti pubblicati saranno sicuramenti utili anche agli altri o di stimolo per una conversazione o per un semplice scambio di opinioni!

  11. la corsa sul tapis roulant equivale a quella praticata all’aperto? o rende meno in fatto di dimagrimento? io ho provato a correre ma non ho proprio fiato nè gambe anche dopo alcuni giorni di camminata veloce! perchè?

  12. Il tapis roulant è anche chiamato pedana da jogging, quindi di fatto ai fini del correre per dimagrire SI POSSONO OTTENERE GLI STESSI RISULTATI sia con il jogging o corsa all’ aperto sia con la corsa a casa sul tapis roulant, ma sempre applicando le regole fondamentali dell’ allenamento del jogging e imparando ad usare correttamente il tapis roulant come attrezzo fitness.
    Anche sul tapis roulant infatti bisogna aumentare mano a mano l’ intensità e lo sforzo della corsa. Con i moderni tapis roulant è possibile aumentare lo sforzo della corsa in diversi modi: puoi modificare la velocità e/o l’ inclinazione del piano di corsa (simulando la corsa in salita).
    Il tapis roulant offre la possibilità di allenarsi quando si desidera, sia quando fuori piove o fa troppo caldo oppure di correre di sera quando si ritorna dal lavoro piuttosto che correre al buio all’ esterno.
    Detto questo, il tuo problema è COME AUMENTARE FIATO E RESISTENZA MUSCOLARE.
    Ovvio che, se hai iniziato da poco un programma di allenamento, i risultati non si hanno subito, non bastano 5 giorni, ma di solito miglioramenti significativi nel fiato e nella resistenza muscolare si hanno dopo un mese di allenamento costante. IL SEGRETO E’ NELLA COSTANZA. Devi porti piccoli obiettivi da raggiungere di volta in volta: non pretendere tutto e subito.
    Il tuo corpo si deve adattare piano piano alla corsa. Puoi arrivare ad un’ attività intensa di allenamento solo in maniera graduale.
    Per migliorare la resistenza e il fiato inizia con una CORSA CONTINUA MA LENTA, con velocità uniforme; solo se te la senti aumenta eventualmente l’ andatura col trascorrere dei minuti. Prima di iniziare a correre PUOI FARE UN PO’ DI RISCALDAMENTO che aiuta la tua muscolatura (se non hai resistenza) a dare di più nella corsa.
    Ecco alcuni esercizi di riscaldamento prima della corsa:
    – fai qualche passo correndo sul posto, e battendo coi talloni sui glutei;
    – all’impiedi, usando le due mani tira le ginocchia al torace uno alla volta, trattenendolo in posizione per qualche secondo ed accentuando la trazione verso la spalla opposta;
    – porta un tallone dietro al gluteo, predi il piede con una mano e tiralo dolcemente per qualche secondo verso dietro;
    – solleva le gambe alternativamente verso l’ esterno, lateralmente, per un po’ di volte;
    – comincia a correre, magari fermandoti un paio di volte per fare qualche altro movimento, o stirare o massaggiare un muscolo.

    Imparare ad ascoltare le sensazioni del corpo aiuta a non farti male insistendo con pratiche o movimenti faticosi, o inadatti. I praticanti più bravi riescono a portare tantissimo calore interno a muscoli ed articolazioni: meglio ti riscaldi, più riesci a farlo anche tu.
    Il riscaldamento non aumenta solo la temperatura interna delle varie parti del corpo, ma porta più sangue ed ossigeno, attiva i processi biochimici alla base dell’ attività fisica, rende più scorrevoli i fluidi interni del corpo e la fibra muscolare più disponibile ad allungarsi e a contrarsi con forza ed efficienza.

    Questi sono alcuni consigli, magari qualche altro navigatore che pratica jogging saprà dartene altri utili!

  13. Complimenti…sono veramente contento di aver trovato finalmente un consiglio chiaro, esplicito, professionale, su come poter capire e sfruttare al meglio il proprio corpo……mi chiedo solo una cosa…tutti questi consigli possono essere utili anche per un ragazzo adolescente che comunque deve ancora crescere ed e’ in fase di sviluppo oppure sono dannosi e possono avere qualche effetto “collaterale” sulla sua (mia!!!)crescita..????? GRAZIE MILLE (scusate se e’ troppo infantile, ma e’ una domanda che mi faccio da molto tempo)

  14. Ciao puzzola,sono una fanatica del joggin e vado a correre quasi tutti i giorni,di solito in palestra ma quando il tempo lo permette lo faccio anche all’aria aperta.Ovviamente non sono un’esperta come la redazione che ti ha già dato una risposta molto esauriente come sempre..ma se posso permettermi ti do un consiglio dal mio piccolo..anch’io all’inizio non riuscivo a correre..proprio non ce la facevo poi ho cominciato ad alternare la camminata con la corsa,ma per tempi molto brevi.
    Ad esempio dopo che ho fatto un pò di riscaldamento sulla cyclette quando salgo sul tapis roulant faccio un quarto d’ora di camminata molto veloce poi solo 5 minuti di corsa lenta (5minuti dovresti reggere!) poi riprendo a camminare e dopo un po faccio un’altro pò di corsa..anche in base a come mi sento in quel momento..ogni volta provo a correre sempre di più e cerco sempre di arrivare a 45 minuti totali tra camminata e corsa..oltretutto alternare aiuta il dimagrimento perchè così i battiti non si abituano alla solita frequenza.
    Prova!!!

  15. Ciao Simone, non ti devi scusare: ogni domanda è ammessa! Oltretutto la tua è una domanda lecita e intelligente. Per quanto riguarda l’ allenamento, ed in particolare LA CORSA O JOGGING NELL’ ADOLESCENZA, spesso si creano falsi allarmismi sugli allenamenti di forza e resistenza nei più giovani. Ma questo non riguarda IL JOGGING che E’ UN TIPO DI ALLENAMENTO CHE SI FONDA PIU’ SULLA RESISTENZA CHE SULLA FORZA, e quindi adatto anche per un adolescente.
    Sono infatti gli allenamenti basati eccessivamente sulla forza a poter incidere negativamente su un adolescente. Infatti, nell’ adolescenza andare ad agire con sovraccarichi su una struttura ossea ancora in crescita può aumentare il rischio di fratture e traumatismi vari; questo riguarda soprattutto l’ allenamento in palestra con gli attrezzi, ma ogni buon personal trainer sa consigliare un programma di allenamento adatto ad un adolescente.
    Inoltre eccessivi lavori di forza protratti per lunghi periodi possono causare un incremento della secrezione naturale di testosterone . Un aumento dei livelli di questo ormone facilita la prematura saldatura dei dischi epifisari delle ossa lunghe. I dischi epifisari chiamati anche dischetti cartilaginei permettono l’accrescimento longitudinale dell’osso e si fondono con esso in un periodo che va dall’inizio della pubertà al termine nell’età adulta.
    La saldatura prematura delle epifisi delle ossa lunghe causa quindi una ridotta crescita in altezza. Un incremento dei livelli di testosterone può inoltre causare la comparsa di acne severa al viso e al corpo. Pur considerando tutti questi possibili effetti dannosi, occorre tener presente che SI PARLA DI CASI ESTREMI, in cui le sollecitazioni a carico dell’ organismo sono notevoli e ripetute nel tempo.
    Occhio quindi a non eccedere col fai da te nel body building, sempre meglio affidarsi ad un personal trainer in palestra. L’ allenamento vero e proprio della forza deve avvenire solo dopo l’età puberale, quando la struttura corporea è in grado di sopportare carichi e sovraccarichi. A tal proposito va sottolineata l’importanza di valutare attentamente l’età biologica (cioè l’effettivo grado si sviluppo psico-fisico) piuttosto che l’età cronologica. Per esempio a 15 anni un ragazzo potrebbe già aver terminato la crescita, mentre un altro potrebbe averla appena iniziata.
    Nessuna controindicazione invece per il jogging che non si fonda sulla forza ma sull’ aumento della resistenza muscolare: il jogging è un tipo di allenamento a corpo libero che non usa pesi o sovraccarichi. Puoi farti tranquillamente una sana corsa !

  16. UAO …CHE RISPOSTA….NN POTEVO DESIDERARE ALTRO….GRAZIE MILLE ANCHE PER L’ACCURATA SPIEGAZIONE, LA MIGLIORE TRA TUTTE QUELLE CHE HO SENTITO FIN’ORA….MI SERVIVA PROPRIO IL PARERE DI UN’ ESPERTA …..

  17. grazie per tutti i consigli che mi avete dato! Comincerò a mettere in pratica quello che mi avete detto!!!!
    ciao

  18. Inizialmente grazie per tutti i consigli utilissimi che avete dato, è un gran bel blog,complimenti. vorrei fare questa domanda: Siccome ho la possibilità sia di fare tapis roulant sia di fare jogging (anche sulla spiaggia) vorrei sapere quale è il più adatto per un ragazzo di 17 anni (me) che ha deciso di perdere i chili invernali e di ricominciare a tenersi in forma. Oltre che implementare una dieta posso anche andare in palestra. Cosa sarebbe più adatto? Lo scopo sarebbe quello di ridurre i fianchi e i glutei ma al tempo stesso di tonificare i muscoli inferiori. Grazie in anticipo. Federico

  19. Ciao Federico, per rimetterti in forma ed allenare soprattutto gambe, glutei e fianchi il jogging va benissimo: aiuta a dimagrire e tonificare i muscoli. Il jogging sulla spiaggia (fatto sul bagnasciuga, dove la sabbia è abbastanza morbida per attutire i passi della corsa e abbastanza dura da non sprofondare!) è un po’ più faticoso ma dà ottimi risultati oltre a fare molto bene alla salute per l’ aria che respiri soprattutto in corsa (quando la capacità polmonare è maggiore). Tu che hai il mare a due passi sfruttalo se puoi! Anche in questo caso, se non sei molto allenato, alterna momenti di corsa lenta a momenti di camminata veloce e mano a mano aumenterà la tua resistenza alla corsa.
    Se decidi di andare in palestra, sicuramente il tuo personal trainer ti farà una bella scheda per allenare principalmente glutei, gambe e addominali, alternando la corsa sul tapis roulant ad un allenamento con gli attrezzi che tonificano, snelliscono e aumentano la muscolatura di gambe, addominali, glutei e fianchi. Quindi, se vai in palestra, specifica al tuo istruttore i risultati che vuoi raggiungere e i muscoli che vuoi principalmente allenare in modo che possa farti una scheda personalizzata anche in base alla tua età (cosa molto importante come specificato nella risposta a Simone, vedi sopra).
    Se invece decidi per il fai da te, puoi abbinare all’ allenamento con il jogging anche degli esercizi specifici da fare senza attrezzi. L’ allenamento specifico per gambe-addominali-glutei è chiamato GAG e si fa in palestra. Con il jogging alleni molto le gambe, concentrati quindi sugli esercizi per gli addominali. Ecco un esercizio utilissimo che puoi fare dopo il jogging:
    ADDOMINALI IN EQUILIBRIO: l’unico modo per mantenere una vita asciutta è avere degli addominali tonici. Questo è un esercizio che richiede un certo impegno e un po’ di equilibrio. Seduto , appoggia i gomiti a terra per tenerti in equilibrio (come quando prendi il sole e vuoi stare con la testa alta a guardare la gente che passa!), piega le ginocchia e porta le gambe verso il petto e riallungale lentamente verso l’alto, poi abbassale lentamente a terra. Sentirai lavorare moltissimo gli addominali. Dopo 10 movimenti, riposa e ripeti per tre serie.

    Poi, ovviamente, sulle novità dei corsi che si tengono in palestra, divertenti e adatti anche ad un ragazzo di 17 anni, ci sarebbe da parlare tanto. Molto dipende anche (e soprattutto!) da quello che ti piace fare: lo sport deve divertire oltre a fare stare bene.
    A titolo informativo, se ami le arti marziali, ci sono i nuovi corsi di CARDIO DANCE COMBAT: un mix di cardiofitness, ballo e arti marziali (un’ alternativa semplice alla capoeira che richiede invece un allenamento molto maggiore!). Il Cardio Dance Combat è un allenamento brucia grassi che migliora la muscolatura, ci sono corsi a Roma, Frosinone, Rovigo, Napoli, Lecce, e Salerno.
    Trovi tutto in questo articolo (e anche un link sulle palestre che tengono i corsi):
    http://www.mondobenessereblog.com/2008/06/11/cardiofitness-ballo-e-arti-marziali-con-i-corsi-di-cardio-dance-combat/#more-791
    Oltre a questa novità, utilissimo per dimagrire e tonificare gli arti inferiori è lo SPINNING, ormai lo fanno in tutte le palestre ed è adatto sia per i ragazzi che per le ragazze, puoi leggere i benefici dello spinning qui:
    http://www.mondobenessereblog.com/2008/03/26/in-sella-con-lo-spinning-allenamento-per-gambe-cosce-e-glutei/#more-385

    Ovvio che molto dipende dal tipo di allenamento che vuoi fare in palestra (se decidi di andare in palesta !): se ti piacciono i corsi di gruppo le alternative sono tantissime e l’ istruttore saprà indicarti quella più adatta alle tue esigenze, se invece preferisci un allenamento in palestra con gli attrezzi, allora avrai una bella scheda da seguire. In ogni caso, sia col fai da te con il jogging, sia in palestra con l’ istruttore è sempre la costanza che ripaga! Buona scelta!

  20. Ciao sono Matteo ,volevo chiedere se dopo la corsa è indicata una doccia calda o una doccia fredda per defaticare…..

  21. Ciao sono Matteo ,volevo chiedere se dopo la corsa è indicata una doccia calda o una doccia fredda per defaticare….. Ah dimenticavo, io sono 1.80 per 77 chili ma ho un po di pancetta che vorrei eliminare per permettere ai miei addominali di prendere un poco di luce cosi corro con una “pancera” in neoprene. Me la consigliate o é meglio evitare?

  22. Ciao Matteo, benvenuto alla nostra animata conversazione sul jogging e il benessere !
    Allora, dopo la corsa sicuramente una doccia calda-tiepida aiuta a rilassare i muscoli che hanno lavorato.
    La doccia fredda è invece utilissima per tonificare i muscoli, in più stimola la circolazione. Farsi una doccia fredda la mattina è quindi ottimo per tonificare tutti i muscoli del corpo.
    Dopo il jogging puoi comunque sfruttare entrambe le cose con un passaggio graduale dall’ acqua calda all’ acqua fredda: doccia calda, poi tiepida e infine fredda. In questo modo non traumatizzi i muscoli che comunque hanno lavorato con la corsa e ottieni prima un effetto defatigante con l’ acqua calda e infine un effetto tonificante con l’ acqua fredda (sono i principi attuati in tutti i centri benessere e le Spa che propongono i percorsi in acqua con passaggi dall’ acqua calda all’ acqua fredda).
    Attenzione però: la doccia fredda deve essere di breve durata, 2 minuti! Infatti, anche se l’ acqua fredda fa bene alla circolazione e tonifica i muscoli, questo non vuol dire che bisogna lavarsi con acqua fredda e stare mezz’ora sotto la doccia con acqua ad una temperatura bassa! Bastano pochi minuti per avere un effetto benefico sui muscoli.

  23. Scusa Matteo, ho letto ora l’ altro tuo post sulla pancera di neoprene. Prima di tutto complimenti: 1.80 x 77 Kili sei in ottima forma! Visto che il tuo problema non mi sembra tanto il dimagrimento ma piuttosto togliere un pò di pancetta, abbina corsa agli esercizi per gli addominali.
    Per quanto riguarda la pancera di neoprene, è spesso venduta come un qualcosa che dovrebbe aiutare a sudare di più e quindi a dimagrire, ma tutti questi benefici non sono molto evidenti (al di là della trovata commerciale del prodotto). In teoria, mettendola intorno alla pancia dovrebbe farti dimagrire solo la pancia, ma in realtà a sudare è tutto il corpo: è come se stessi correndo in estate con la maglia di lana!
    Quindi, di fatto non ci sono controindicazioni nell’ usarla, ma il dubbio è sull’ effetto dimagrimento sulla pancia. Per togliere la pancia il rimedio migliore più che sudare è fare esercizi per gli addominali in modo costante.

  24. Ciao mi chiamo Bruno, ho 28 anni, sono alto 1,75 e peso 82 kg, ho iniziato da meno di due mesi a correre, perchè ho smesso di fumare e nel giro di sei mesi sono ingrassato di 10 kg, quindi il mio obiettivo all’inizio era quello di dimagrire. Adesso devo dire invece che correre mi piace parecchio e mi rilassa soprattutto. Negli ultimi giorni però, ho iniziato ad accusare problemi muscolari che finora non avevo mai avuto (dolori alle gambe e ai polpacci). Volevo chiedervi, è possibile che sia dovuto al fatto che sto correndo più giorni alla settimana (prima correvo tre volte, adesso cinque)? E poi siccome quando ho iniziato a correre, non ho consultato niente e nessuno, ma ho fatto di testa mia, e adesso però mi rendo conto che ho molti limiti, sopratutto per quanto riguarda il ritmo della corsa, non riesco a correre per due giorni allo stesso modo, perchè capita che un giorno riesco a correre per 30 min tranquillamente, il giorno dopo mi stanco dopo 20, volevo chiedervi: e se utilizzassi un cardiofrequenzimetro, in modo da avere la frequenza cardiaca sempre monitorata, secondo voi riuscirei ad organizzarmi degli allenamenti con sforzi costanti? Se si mi dite come faccio a sapere qual’e’ il range della mia frequenza cardiaca?
    Grazie, scusate per la lunghezza del post, e complimenti per il blog

  25. Grazie per i consigli, in effetti sono magro e anche abbastanza muscoloso ma la pancetta non riesco proprio a buttarla giù perchè odio gli addominali. Li trovo scomodi da fare, noiosi ed estremamente faticosi. Apprezzo invece le flessioni che faccio regolarmente senza alcun problema, il sollevamento pesi ( 150 ripetizioni al giorno con pesi da 3 kg da due anni) ed essendo leggermente brachicardico 52 battiti/min non fatico troppo a fare mezzora di corsa. Nonostante tutto mi sa che alla mia pancetta mi dovrò affezionare.
    ULTIMA CURISITA’: QUANTI NE DOVREI FARE AL GIORNO, E PER QUANTO TEMPO PER VEDERE QUALCHE RISULTATO? Grazie di nuovo.

  26. Ciao, ho iniziato da pochi giorni a fare jogging e ciò avviene la mattina presto. Ho poca resistenza. vorrei sapere cosa devo mangiare la sera precedente in modo da perdere peso e cosa devo assolutamente evitare.
    Grazie in anticipo.

  27. RISPOSTA PER BRUNO: ciao e complimenti per aver smesso di fumare, cosa non facile!
    Per quanto riguarda l’ allenamento con il jogging, la corsa è lo sport più naturale che ci sia, quindi bene l’ iniziativa del tuo “fai da te”, basta solo seguire alcuni accorgimenti in più per migliorare il tuo allenamento. Non è da molto che ti alleni (2 mesi da quello che hai scritto), quindi alcuni dolori muscolari possono capitare. Comunque il fatto che sei passato da 3 giorni di jogging a settimana a 5 giorni di corsa a settimana sicuramente ha influito sulla tua muscolatura: hai caricato troppo e il tuo fisico ne risente. Se corri per 40 minuti al giorno bastano anche 3-4 giorni di corsa preferibilmente a giorni alterni: un giorno di corsa e un giorno di riposo. Per quanto riguarda invece la velocità del ritmo di corsa, ricorda che l’ obiettivo del jogging è aumentare man mano la tua resistenza, devi quindi aumentare lo sforzo: CORRERE A VELOCITA’ SEMPRE MAGGIORI E PER DISTANZE PIù LUNGHE. Questo obiettivo ovviamente si raggiunge gradatamente, inizia quindi col trovare una velocità costante (anche bassa, detta corsa lenta) e piano piano aumenta: dopo un mese correrai ad una velocità più elevata, se continuerai a correre alle stesse velocità difficilmente consumerai grassi, e il dimagrimento, o qualsiasi altro obiettivo, sarà più difficile da raggiungere. Bisogna quindi aumentare l’ intensità dello sforzo. Cerca quindi di aumentare il tempo di corsa di 5 minuti circa ogni settimana, e man mano che non fai più fatica a un determinato ritmo di corsa, aumentalo. Ovvio che nel tuo allenamento, se non ce la fai, puoi alternare momenti di corsa a momenti di camminata veloce: in 45 minuti di allenamento bastano 20 minuti di corsa.
    Contro il dolore muscolare fai qualche esercizio di stretching alla fine della corsa per mantenere elastici i muscoli delle gambe.

    E passiamo all’ USO DEL CARDIOFREQUENZIMETRO che, come tu stesso hai intuito, ti può aiutare nell’ allenamento. Faccio una piccola premessa: a seguito del costante allenamento, il cuore di chi corre diventa più forte, quindi batte più lentamente. Il cuore di un runner, quando compie uno sforzo, aumenta le pulsazioni in modo più contenuto e può mantenere questo ritmo per molto tempo, e dopo lo sforzo ritorna più velocemente alla frequenza di riposo. Per ottenere questi effetti è indispensabile che durante la corsa la frequenza cardiaca sia mantenuta in un intervallo specifico che (a seconda dell’ età e della condizione di forma fisica) nella maggioranza dei casi varia dai 115/120 ai 140/145 battiti per minuto. L’ uso del cardiofrequenzimetro fornisce misurazioni attendibili in tempo reale, segnalando eventuali situazioni anomale (quando ad esempio fai uno sforzo eccessivo) che vanno ad alterare l’ efficacia dell’ allenamento.
    Per usare in modo efficace il cardiofrequenzimetro bisogna stabilire la cosiddetta “target zone personale”, che dipende sia dall’ età sia dalle condizioni personali di efficenza cardiovascolare.
    Un esempio concreto è la nota FORMULA 22O MENO L’ ETA’ CHE CONSENTE DI STABILIRE LA FREQUENZA CARDIACA MASSIMA, oltre la quale non devi andare. Il limite minimo (oltre il quale non devi scendere) è invece il valore che corrisponde al 70-75% della soglia massima (ovviamente queste formule sono indicative e semplificano tutti gli innumerevoli conti che dovresti fare! Però ti danno un’ indicazione da seguire. L’ unico modo serio e valido per conoscere realmente i propri limiti consiste nel sottoporsi ad esame cardiologico dal medico!). In questo modo il cardiofrequenzimetro indica la fascia utile in cui ti puoi allenare, indicandoti sia quando vai troppo piano, sia quando superi la soglia. Una volta stabilita la tua target zone puoi programmare il tuo allenamento aumentando gradualmente lo sforzo. Ricorda comunque che al di là dell’ uso del cardiofrequenzimetro devi soprattutto imparare ad ascoltare le sensazioni del tuo corpo e non sovraccaricarlo: l’ allenamento deve essere graduale.

  28. RISPOSTA PER MATTEO: Allora è la tua resistenza a fare gli esercizi per gli addominali a non far sparire la pancetta! Comunque non sei l’ unico ad avere a noia gli esercizi per gli addominali, ma se ci metti un pò di impegno, dopo 1-2 mesi dovresti vedere qualche risultato.
    Un allenamento ideale per gli addominali prevede 4 serie da 20 ripetizioni, ma puoi iniziare con 2 serie da 20 e poi aumentare (esercizio per addominali classico: disteso a pancia in sù, braccia dietro la testa, alza il busto cercando di non piegare la schiena finchè senti che gli addominali tirano!). Lo so, noioso, ma più efficace della pancera di neoprene. Per l’ alimentazione, mantieni un regime leggermente ipocalorico ed evita i carboidrati dalle 16:00 in poi.
    Comunque, dato che da quanto scrivi sei molto forte di braccia e non hai problemi a fare flessioni, un’ alternativa ai classici addominali a terra sono gli addominali alla sbarra. Un pò faticosi, ma dovrebbero riuscirti bene perchè sei forte nelle braccia. Trovi informazioni più dettagliate in questo articolo:
    http://www.mondobenessereblog.com/2008/05/22/addominali-bicipiti-e-dorsali-alla-sbarra-basta-un-parco-e-una-sbarra/

  29. RISPOSTA PER SNOOPY: ciao e benvenuta nel club di chi corre ! Per chi fa sport la mattina, a cena l’ ideale è mangiare carne o pesce o legumi e tanta verdura (insalata, pomodori, ecc), sono tutti alimenti a basso potere ingrassante (a patto che non siano troppo ricchi di condimenti) e stimolano l’ ipofisi a produrre l’ ormone della crescita, ormone fondamentale per il processo di consumo di grassi. Non lasciarti tentare dai carboidrati: anche una sola fettina di pane comprometterebbe il successo della dieta, perchè l’ abbinamento di proteine (carne, pesce) e carboidrati (pane, pasta) fa aumentare la produzione dell’ insulina, l’ ormone ingrassante per eccellenza. Il consumo serale di proteine invece favorisce anche la produzione di melatonina, l’ ormone che regola il sonno. L’ accumulo di melatonina nel sonno aumenta la seratonina al risveglio: l’ ormone del buonumore! In questo modo dimagrisci e migliori anche la produzione di energia per fare jogging la mattina.
    Quindi (al di là della spiegazione scientifica) per uno sportivo va bene una dieta dissociata: carboidrati a colazione (quando torni dal jogging fai una sana colazione con fette biscottate, yogurt, latte e cereali) e a pranzo (puoi mangiare pasta condita solo con verdure), proteine a cena.
    Trovi maggiori indicazioni sui principi base della dieta dissociata qui:
    http://www.mondobenessereblog.com/2008/02/11/dieta-dissociata-dimagrire-favorendo-la-digestione/

  30. Un ciao a tutti gli amici che amano la corsa e correndo correndo sono passati di qua! E anche per chi ancora non è passato sul blog e passerà, c’è una novità per tutti i jogger!
    Non so se avete fatto caso all’ articolo uscito qualche giorno fa, ma C’E’ GENTE NEL MONDO CHE FA JOGGING IN MODO “STRANO”! Guardate il post con relativo video e, se volete dite la vostra nei commenti sotto all’ articolo che si trova in questa pagina:
    http://www.mondobenessereblog.com/2008/06/10/power-rider-prova/#more-785

  31. Grazie mille! Risposta chiarissima… sperimenterò il tutto e poi vi farò sapere dei risultati raggiunti.

  32. Grazie mille per la risposta, e per i consigli, cercherò di metterli in pratica da subito.
    Grazie ancora e a presto

  33. Grazie mille, per le risposte cortesi, competenti e puntuali che date.
    Finalmente ho trovato qualcuno che aiuta veramente.
    Proverò ad osservare scrupolosamente i vostri consigli per far sparire la mia simpatica quanto odiosa e ribelle pancetta!

  34. ciao
    volevo kiedere cm fare a togliere il “culo”ke ne ho di troppo
    cioè io nn sn ciccona credo xke peso 52 e sn alta 1.74
    però di culo ne ho troppo quindi
    ki ha qualke consiglio melo dica grazi……cmq help me

  35. Ciao! 52 Kg x 1.74 di altezza e ti chiedi se sei cicciona?? MA 6 MAGRA!! Mettitelo bene in testa, e non ti consiglio neanche una dieta perchè mi finisci anoressica! Quindi, prima cosa che devi tenere bene in mente: non 6 assolutamente sovrappeso. Penso che il tuo problema del “sedere grosso” (che immagino non sia chissà quanto grosso!) sia piuttosto un fatto di costituzione fisica. A parte che avere un sedere formoso è segno di femminilità e ti assicuro che piace (altrimenti saresti una alta e secca e senza forme!), se vuoi comunque migliorare il tuo sedere l’unico modo è fare esercizi fisici mirati. Puoi quindi andare in palestra e chiedere all’ istruttore di farti una bella scheda mirata con attrezzi che fanno lavorare soprattutto i glutei. Non fare atività fisica che ti fa perdere tanto peso perchè comunque si dimagrisce su tutto il corpo e quindi, in proporzione, avresti sempre il sedere troppo grande (come dici tu!). Quindi è preferibile lavorare soprattutto sui glutei.
    Per quanto riguarda gli sport di gruppo divertenti che allenano principalmente gli arti inferiori (glutei, gambe), indicati sono: SPINNING E HYDROSPINNING.
    Trovi maggiori informazioni in questi articoli:
    http://www.mondobenessereblog.com/2008/03/26/in-sella-con-lo-spinning-allenamento-per-gambe-cosce-e-glutei/#more-385
    http://www.mondobenessereblog.com/2008/02/10/hydrospinning-per-gambe-glutei-e-cellulite/#more-112

    Ottimi per allenare glutei, cosce e gambe anche i corsi del caro vecchio STEP! Qui trovi un articolo sul Bosu, un nuovo tipo di step che comunque adotta tutti i principi di allenamento dello step tradizionale, puoi leggere i benefici per i muscoli:
    http://www.mondobenessereblog.com/2008/04/07/il-bosu-lo-step-del-futuro-per-tonificare-gambe-glutei-e-addominali/#more-447

    Per allenare i glutei ottima anche la FIT-BOX (se ovviamente ti piace come sport!), trovi maggiori indicazioni qui:
    http://www.mondobenessereblog.com/2008/03/20/fit-boxe-per-sfogare-lo-stress-e-rassodare-gambe-glutei-addominali/

    Oppure, per la ginnastica “fai da te” ci sono questi esercizi a corpo libero mirati, eccoli:
    http://www.mondobenessereblog.com/2008/04/22/esercizi-per-rassodare-gambe-cosce-e-glutei-con-l%e2%80%99-allenamento-fai-dai-te/#more-527

    A te la scelta! Gli sport e l’ allenamento mirato sono la cosa migliore, punta su un buon allenamento per i glutei. In questo modo i glutei si rassodano, si snelliscono un pò e, anche se sono formosi, sono belli! E’ come per i ragazzi che sono magri però hanno un pò di pancetta da eliminare: fanno esercizi mirati per gli addominali !
    Queste le opportunità dal punto di vista sportivo e di allenamento, poi, se proprio non ti piaci, se proprio non ti accetti, se ci soffri (ma penso che non sia il tuo caso, anche perchè non 6 in sovrappeso), ci sono anche donne che ricorrono alla chirurgia estetica. Per eliminare l’ eccesso di grasso dai glutei esistono diversi tipi di intervento: liposuzione e lifting dei glutei.
    A tuo titolo informativo eccoli:
    http://www.mondobenessereblog.com/2008/06/11/la-liposuzione-e-il-lifting-delle-cosce-per-eliminare-cellulite-e-grasso/#more-786
    http://www.mondobenessereblog.com/2008/04/28/lifting-dei-glutei-sollevare-e-modellare-i-glutei-con-la-torsoplastica/#more-549

    La medicina estetica invece propone trattamenti non invasivi e non chirurgici come la Carbossiterapia (micro-iniezioni di anidride carbonica):
    http://www.mondobenessereblog.com/2008/04/18/riduzione-della-cellulite-con-le-micro-iniezioni-di-anidride-carbonica-la-carbossiterapia-per-il-trattamento-della-pelle-a-buccia-d%e2%80%99-arancia/#more-511

    Credo comunque che con un buon allenamento fisico e l’ accettazione del tuo corpo, i tuoi glutei ti sembreranno bellissimi! (Dai anche un occhio alla sezione Rimedi Cellulite del sito, trovi anche dei consigli e dei prodoti specifici per i glutei e la cellulite:
    http://www.mondobenessereblog.com/category/bellezza/rimedi-cellulite/ )

  36. ciao,mi chiamo Rita.ho 23 anni e ho intenzione di cominciare a correre ,ma non vorrei perdere nemmeno un etto. vorrei solo tonificare….sono abbastanza molliccia! come faccio????grazieeeeee

  37. Ciao Rita! Ma che bello: finalmente una donna che non vuole dimagrire ! Brava: piacersi è piacere (anche agli altri!). Allora, da quello che mi scrivi il tuo obiettivo è rassodare e tonificare. Puoi sfruttare anche il jogging. Infatti con la corsa si possono raggiungere 2 obiettivi: dimagrire e rassodare oppure solo rassodare, basta fare attenzione al programma di allenamento corretto. Per un programma di allenamento solo tonificante non devi aumentare la velocità e la distanza percorsa nella corsa (sono i 2 principi base per dimagrire descritti anche nell’ articolo sopra).
    Quindi, se non vuoi dimagrire ma vuoi solo rassodare fai jogging solo per 2-3 volte alla settimana, per circa 20-30 minuti e ad una andatura lenta (corsa lenta). Nel prossimo mese mantieni lo stesso regime di allenamento: NON VARIARE Nè IL RITMO DELLA CORSA (mantieni un ritmo lento) Nè LA DISTANZA PERCORSA. Il tuo fisico in un mese si abitua all’ allenamento e se non lo vari non dimagrisci ma rassodi solo i muscoli e non sottoponi il tuo fisico a sforzi eccessivi.
    Consigliati per rassodare i muscoli esercizi a corpo libero da fare dopo i 20 minuti di jogging. Qui ne trovi alcuni per gambe, glutei, braccia e seno:
    http://www.mondobenessereblog.com/2008/04/24/esercizi-per-braccia-e-seno-dai-tono-al-decolte/#more-543
    http://www.mondobenessereblog.com/2008/04/22/esercizi-per-rassodare-gambe-cosce-e-glutei-con-l%e2%80%99-allenamento-fai-dai-te/#more-527

    Con questo programma di allenamento leggero rassodi i tuoi muscoli e la corsa di 20 minuti ti servirà come riscaldamento per gli esercizi.

    Oltre al “fai da te”, se decidi invece di iscriverti in palestra, ottimo per rassodare tutti i muscoli del corpo è il Pilates; a tuo titolo informativo trovi maggiori informazioni in questi articoli (c’è anche un articolo sul Pilates da fare a casa):
    http://www.mondobenessereblog.com/2008/05/22/esercizi-per-addominali-e-gambe-con-il-pilates-e-la-ginnastica-a-casa/
    http://www.mondobenessereblog.com/2008/05/12/pilates-e-benefici-addominali-su-calorie-giu/#more-625

  38. Ciao sono ancora io 🙂

    siccome questa settimana ero in vacanza ne ho approfittato per provare a correre sulla spiaggia come mi avete consigliato e devo dire che ho subito sentito dei miglioramenti! Infatti la prima mattina facevo fatica a correre a velocità sostenuta per 2 minuti consecutivi ma mano a mano che passavano i giorni la resistenza si è un po’ migliorata. Alla fine di ogni mattina ho corso circa 15 minuti e camminato per 20 minuti alternando la corsa alla camminata distensiva e rilassante nell’acqua. Per ora vado bene o alla lunga il correre quotidianamente avrà qualche risvolto negativo? Inoltre dopo la serie ho qualche doloretto ai polpacci, per questo può essere un aiuto restare per qualche minuto a mollo nell’acqua o devo subito fare stretching? grazie per le risposte siete grandi 😉

  39. Ciao Federico! Ben tornato sul blog! E buone vacanze (beato te!). Felice di sapere che hai iniziato il tuo allenamento di jogging sulla spiaggia (e di nuovo beato te che hai il mare!). Stai andando bene: alterna corsa e camminata veloce e non sovraccaricare di sforzo i tuoi muscoli, aumenta velocità e tempo di corsa solo quando te la senti. Oltretutto sulla spiaggia bruci più calorie correndo perchè si fa più fatica. Per i dolori ai muscoli, cerca di correre un giorno si e un giorno no (giorno di riposo) invece di farlo tutti i giorni. Dopo la corsa, dato che sei sul mare, puoi farti una nuotata di 10-20 minuti: aiuta a tonificare e ad allungare i muscoli che hanno lavorato con la corsa e aiuta molto anche ad evitare i dolori muscolari. Il nuoto infatti è uno sport che fa lavorare i muscoli senza stressarli perchè il corpo non subisce la forza di gravità. Quindi, anzichè stare a mollo in acqua, per i tuoi muscoli è meglio farti una nuotata leggera. Poi fai un pò di stretching a terra.

    Per quanto riguarda eventuali controindicazioni per il jogging sul lungo termine non ce ne sono (purchè segui un allenamento graduale per evitare strappi muscolari). Come già detto nella risposta a Simone (vedi sopra), IL JOGGING E’ UN TIPO DI ALLENAMENTO CHE SI FONDA PIU’ SULLA RESISTENZA CHE SULLA FORZA, e quindi adatto anche per un adolescente. Sono gli allenamenti basati eccessivamente sulla forza a poter incidere negativamente su un adolescente. Infatti, nell’ adolescenza andare ad agire con sovraccarichi su una struttura ossea ancora in crescita può aumentare il rischio di fratture e traumatismi vari; questo riguarda soprattutto l’ allenamento in palestra con gli attrezzi, ma ogni buon personal trainer sa consigliare un programma di allenamento adatto ad un adolescente.
    Occhio quindi a non eccedere col fai da te nel body building e con i pesi, sempre meglio affidarsi ad un personal trainer in palestra. L’ allenamento vero e proprio della forza deve avvenire solo dopo l’età puberale, quando la struttura corporea è in grado di sopportare carichi e sovraccarichi.
    Nessuna controindicazione invece per il jogging che non si fonda sulla forza ma sull’ aumento della resistenza muscolare: il jogging è un tipo di allenamento a corpo libero che non usa pesi o sovraccarichi. Corri tranquillo!

  40. Ciao,
    mi chiamo Paolo, ho 37 anni, alto 184 cm e peso 92 kg. La settimana scorsa ho iniziato a correre!!! Volevo un pò togliere quel grasso in più che non mi fa sentire “a mio agio”… A giorni alterni ho percorso prima 4 km. e poi 7 alternando la corsetta con una sana camminata. Volevo chiedere, gentilmente, se mi potete dare delle dritte per riscaldare i muscoli prima e dopo la corsa in quanto comincio a sentire i polpacci affaticati oltre che i piedi. Grazie mille per i consigli preziosissimi!!! CIAO!!!

  41. ciao! ho iniziato a correre da una settimana, il mio obiettivo è quello di eliminare le parti “molli” del mio corpo. sono alta 1,67 e peso 76 chili, la corporatura è robusta. con la corsa posso eliminare questo “rilassamento”?

    grazie mille

    ottimo sito

  42. Ciao! sono un ragazzo di 19 anni peso 67 Kg per un altezza di poco superiore all’1,70.
    La mia intenzione principale nn è il dimagrimento ma bensì eliminare la pancetta e in generale il grasso in eccesso. diciamo che vorrei un corpo più tonico…
    Ho iniziato a correre da una settimana e siccome vorrei anche mettere su un po di addominali volevo anche un tuo parere…ciao e grazie mille

  43. Dire che sia un ottimo sito è veramente poco!!! Complimentoni davvero!!! Salve allora,io sono Kikkina…da Roma..26 anni..finalmente ho ricominciato a correre dopo un inverno molto molto sedentario…Dato che ormai saranno tre annetti che vado a correre,anche se non in maniera costante..per esempio per 2/3 mesi consecutivi si e poi..per qualche mese mi perdo per strada e poi ricomincio..e quindi credo di aver imparato a conoscere il mio corpo e i miei limiti..Ma Ahimè ancora ho tanta strada da fare e tante cose da capire visto che la costanza non è assolutamente il mio forte! Prima ero arrivata a raggiungere i fatidici 60 minuti..ma con unacorsa decisamente lenta…adesso sto cercando di cambiare il mio allenamento con l’obiettivo di tonificare i muscoli nonchè di dimagrire e migliorare la mia resistenza!
    Sto facendo bene quindi a velocizzare ogni giorno di più il ritmo..fare più minuti possibili(solo 20 minuti ahimè,perchè per il momento anche con il caldo non riesco di più!!SPERIAMO STASERA,DI FARE LA MEZZ’ORA!!:))e aumentare la distanza si??
    e poi il mio problema è il cibo…dato che sono una ragazza che passa da diete drastiche e quindi a dimagrire velocem, a “non fare nessuna dieta” e prendere quindi chili..non tanti ma qualcuno, come ALIMENTO UN ALLENAMENTO SIMILE?? IL FATTO è CHE SONO SEMPRE MOLTO STANCA E SE MANGIO TROPPO INVECE TEMO DI NON CALARe…QUALCHE CONSIGLIO??? GRAZIE MILLE…

  44. RISPOSTA PER PAOLO: ciao! prima di tutto complimenti per aver iniziato il tuo allenamento! E’ perfettamente normale dopo una settimana di corsa sentire i polpacci e i piedi un pò indolensiti. L’ ideale per riscaldare i muscoli prima di iniziare la corsa sarebbe fare 5-10 minuti di cyclette, in questo modo riscaldi i muscoli senza affaticarli troppo perchè nella corsa i polpacci subiscono l’ intero peso del corpo, mentre sulla cyclette lo sforzo è minore. Se non hai la possibilità di fare la cyclette, per riscaldare i polpacci prima di andare a correre fai qualche minuto di corsa sul posto in questo modo:
    – corsa sul posto con calci all’ indietro sui glutei
    – corsa sul posto con slanci in avanti in alto delle ginocchia (devi portare il più possibile le ginocchia in alto verso il petto ma la schiena deve restare dritta).
    Comunque, al di là del riscaldamento iniziale, la cosa fondamentale è fare stretching a fine allenamento. Cerca di stirare il più possibile i polpacci; l’ esercizio ideale è questo:
    seduto a terra, metti una gamba a ostacolo e l’ altra dritta davanti a te (proprio come quando devi saltare un ostacolo!) e poi piegati col busto e con le braccia sulla gamba che tieni dritta, sentirai tirare tutta la gamba. Cambia gamba e ripeti.
    Un altro esercizio efficace per le gambe dopo la corsa è questo (oltretutto alleni non solo le gambe ma anche le braccia, i pettorali e i glutei; ma fallo solo se sei forte sui piegamente sulle braccia):
    http://www.mondobenessereblog.com/2008/06/24/allenamento-per-braccia-pettorali-glutei-e-gambe-piegamenti-sulle-braccia-con-sollevamento-delle-gambe/
    Vedrai che dopo un mese di allenamento i tuoi polpacci e le gambe saranno molto meno indolensiti, devi dare al tuo corpo il tempo di abituarsi all’ allenamento.

  45. RISPOSTA PER MARTA: ciao Marta e benvenuta sul blog! La corsa aiuta molto a rassodare i muscoli, soprattutto gli arti inferiori (gambe, polpacci, glutei e fianchi). Per rassodare le altre parti del corpo, dopo i tuoi 20-30 minuti di corsa puoi fare degli esercizi a corpo libero mirati, a seconda delle parti del tuo corpo che devi rassodare di più.
    In questi articoli trovi vari esercizi già descritti:
    – esercizi per braccia e seno http://www.mondobenessereblog.com/2008/04/24/esercizi-per-braccia-e-seno-dai-tono-al-decolte/
    – esercizi per rassodare gambe, cosce e glutei http://www.mondobenessereblog.com/2008/04/22/esercizi-per-rassodare-gambe-cosce-e-glutei-con-l%e2%80%99-allenamento-fai-dai-te/
    Se invece devi rassodare gli addominali ed eliminare la pancetta un pò rilassata, un allenamento ideale per gli addominali prevede 4 serie da 20 ripetizioni, ma puoi iniziare con 2 serie da 20 e poi aumentare: esercizio per addominali classico, distesa a pancia in sù, braccia dietro la testa, alza il busto cercando di non piegare la schiena finchè senti che gli addominali tirano! Lo so, noioso, ma efficace, e dopo un mesetto vedrai i risultati della sudata fatica!

  46. RISPOSTA PER ALFREDO: ciao! se il tuo obiettivo non è il dimagrimento ma eliminare la pancia (di fatto da quello che scrivi sei in forma col peso!), è sufficiente andare a fare jogging per 3-4 volte la settimana a giorni alterni e senza aumentare la velocità della corsa nè la distanza percorsa: mantieni un titmo di corsa lento e costante per 20-30 minuti (se aumenti velocità di corsa e distanza percorsa dimagrisci!). La corsa costante in questo modo ti tonifica e ti serve come riscaldamento perchè per farti degli addominali ci vuole tanta costanza e pazienza! I risultati non si vedono subito, ma è la costanza che ripaga, e dopo un mese di allenamento costante inizierai a vedere i tuoi addominali un pò più scolpiti.
    Dopo la corsa, per gli addominali va bene iniziare con 2 serie da 20 ripetizioni (se non sei allenato) e poi aumentare con 4 serie da 20 ripetizioni. Puoi fare un allenamento per gli addominali classico: disteso a pancia in sù, braccia dietro la testa, alza il busto cercando di non piegare la schiena finchè senti che gli addominali tirano.
    Oppure puoi scegliere questa variante che allena gli addominali:
    – addominali alla sbarra (molto faticosi ma efficaci), trovi indicazioni qui http://www.mondobenessereblog.com/2008/05/22/addominali-bicipiti-e-dorsali-alla-sbarra-basta-un-parco-e-una-sbarra/

  47. RISPOSTA PER KIKKINA: ciao e forza Roma (oltre che bellissima Roma!) e grazie per i complimenti, cerchiamo di fare del nostro meglio. Allora, certo la costanza con la corsa sarebbe la miglior cosa, dato che si tratta di un allenamento per aumentare la resistenza e la capacità del corpo di bruciare i grassi. Ma non servono 60 minuti di jogging (sono troppi!): bastano 20 minuti alternati a camminata veloce oppure 40 minuti al massimo e per 3-4 giorni alla settimana. Con la costanza potresti mano a mano (e gradualmente!) aumentare la velocità di corsa e la distanza percorsa: in questo modo aumenti la tua resistenza, bruci più calorie, dimagrisci e ti rassodi.
    Se comunque non hai costanza, alterna la corsa con altri esercizi, ne trovi tanti e per tutti i gusti (un allenamento ti deve divertire, altrimenti ti annoi e lo abbandoni!), dai un occhio alla sezione del sito Ginnastica a casa fai da te:
    http://www.mondobenessereblog.com/category/fitness/esercizi-ginnastica-a-casa/
    E scegli quello che più ti piace e ti diverte!
    Per quanto riguarda invece il problema cibo, le diete drastiche non fanno bene a nessuno, sono sconsigliate! Inoltre passare da periodi di dieta drastica a periodi in cui mangi slegolata non fa bene al fisico: l’ effetto fisarmonica (dimagrisco-ingrasso-dimagrisco) fa male alla pelle e causa smagliature. Meglio una dieta equilibrata (almeno cerca di provarci!).
    Se fai sport l’ ideale è una dieta dissociata: carboidrati a colazione e a pranzo e proteine la sera a cena (esempio: colazione con latte, yogurt e cereali; pranzo con pasta condita solo con verdure; cena con pesce o carne e tante verdure; frutta solo a merenda e lontano dai pasti principali).
    Per maggiori indicazioni puoi consultare questi articoli:
    http://www.mondobenessereblog.com/2008/06/26/jogging-e-alimentazione-cosa-mangiare-quando-si-pratica-la-corsa/
    http://www.mondobenessereblog.com/2008/02/11/dieta-dissociata-dimagrire-favorendo-la-digestione/

  48. ciao, sono una ragazza di 26 anni, il mio problema sono sempre state le gambe, troppo grasse soprattutto nella parte interna, dai glutei fino alle ginocchia, sono alta 1.75 per 80 kg, ogni giorno faccio 40 minuti di cyclette e da un mesetto circa, dal momento che non ho un tapis roulant, né la possibilità di correre all’aperto, faccio 30 minuti di corsa sul posto al mattino, ma mi sembra di non vedere dei risultati soddisfacenti…. forse dovrei fare altri esercizi?
    tutti mi dicono che la mia è costituzione, ma possibile che non possa davvero ridurre almeno un pò le mie “gambone”? grazie mille…

  49. Ciao Marghe! La cyclette aiuta a rassodare gli arti inferiori (cosce, gambe, glutei), puoi comunque usare la cyclette come riscaldamento iniziale (20-30 minuti) e poi abbinare altri esercizi mirati. Ci vogliono costanza e pazienza per ottenere risultati, quindi non ti demoralizzare! Anche se il tuo è un problema di costituzione fisica, come ti dicono, puoi comunque avere delle gambe sode anche se formose.
    Per gli arti inferiori puoi fare (dopo la tua cyclette) gli esercizi che trovi in questo articolo:
    http://www.mondobenessereblog.com/2008/04/22/esercizi-per-rassodare-gambe-cosce-e-glutei-con-l%e2%80%99-allenamento-fai-dai-te/
    Oppure, se non ti piace andare in palestra e vuoi allenarti da sola, ottimi per le gambe e i glutei sono gli esercizi di cardiofitness e aerobica (sono anche più divertenti della cyclette!), in questo articolo trovi maggiori indicazioni sui benefici di questo allenamento e puoi dare un occhio ai Dvd per l’ allenamento (costano pochissimo: 12,90 euro Dvd+libro):
    http://www.mondobenessereblog.com/2008/05/26/esercizi-e-ginnastica-a-casa-per-perdere-peso-dimagrire-con-cardiofitness-e-aerobica-a-tempo-di-musica/

    Se decidi di andare in palestra punta invece su spinning e step: entrambi ottimi per cosce, gambe e glutei.
    Cerca inoltre di fare attenzione alla dieta da associare all’ attività fisica, ottima per chi fa sport è la dieta dissociata, come già detto nel post sopra nella risposta a Kikkina: carboidrati a colazione e a pranzo e proteine la sera a cena (esempio: colazione con latte, yogurt e cereali; pranzo con pasta condita solo con verdure; cena con pesce o carne e tante verdure; frutta solo a merenda e lontano dai pasti principali).
    Per maggiori indicazioni puoi consultare questi articoli:
    http://www.mondobenessereblog.com/2008/06/26/jogging-e-alimentazione-cosa-mangiare-quando-si-pratica-la-corsa/
    http://www.mondobenessereblog.com/2008/02/11/dieta-dissociata-dimagrire-favorendo-la-digestione/

    Infine, per cosce, gambe e glutei ti consiglio di fare ogni tanto (se puoi e se le tue finanze lo permettono!) dei massaggi. Tra l’ altro per la cellulite e il grasso in eccesso c’è una nuova tecnica davvero particolare: il massaggio al cioccolato! Se non lo mangi fa davvero bene, leggi qua:
    http://www.mondobenessereblog.com/2008/06/05/trattamenti-al-cioccolato-massaggi-anticellulite-peeling-e-scrub-anche-fai-da-te-con-la-cioccolato-terapia/

    Di cose da fare per gambe & company ce ne sono, ma soprattutto cerca di accettare il tuo corpo e di migliorarlo con l’ allenamento e una dieta sana: gambe formose ma sode sono comunque belle!

  50. Ho iniziato a fare jogging da tre settimane, il mio obiettivo è quello di migliorare il mio aspetto fisico, tonificare i muscoli ed eliminare la pancetta di adipe dall addome, che mi da molto fastidio. Premetto che ho 41 anni, sono alto 1,73 e peso 80 kg, inoltre non ho mai fatto attività fisica in vita mia, poichè soffrivo di tonsillite ed ero sempre ammalato. Sono molto felice di avere iniziato a correre, all incirca per 5 giorni la settimana per 50 minuti, gradirei ricevere vostri consigli su come eliminare questa pancetta in eccesso.Vi ringrazio, saluti ed a presto, Antonio.

  51. Ciao Antonio e benvenuto sul blog! Complimenti! Per uno che non ha mai fatto sport in vita sua, iniziare a correre per 5 volte a settimana e per ben 50 minuti è un record! Di fatto sei in formissima sul piano resistenza fisica e fiato, ma occhio a non eccedere perchè i tuoi muscoli dei polpacci sono i primi a risentirne.
    Per un buon allenamento è sufficiente correre 3-4 volte (a giorni alterni) la settimana per 30-40 minuti e mano a mano aumentare la velocità di corsa e la distanza percorsa. E poi iniziare a fare sport a 40 anni fa benissimo (c’è anche un articolo dedicato a tutti i 40enni che iniziano a fare sport, guarda qua: http://www.mondobenessereblog.com/2008/04/30/iniziare-a-fare-sport-a-40-anni-fa-bene-soprattutto-ai-pigri/ ).

    E passiamo alla benedetta pancetta che non se ne vuole andare! Prima cosa: armati di tanta pazienza e costanza, far uscire fuori gli addominali ed eliminare il grasso in eccesso richiede tempo…e fatica! Gli esercizi per gli addominali sono di solito noiosi e faticosi, ma è la costanza che ripaga e l’ unico modo per eliminare la pancetta.
    Quindi, dopo la corsa, inserisci gli allenamenti per i tuoi addominali.

    Va bene iniziare con 2 serie da 20 ripetizioni (se non sei allenato) e poi aumentare con 4 serie da 20 ripetizioni. Puoi fare un allenamento per gli addominali classico: disteso a pancia in sù, braccia dietro la testa, alza il busto cercando di non piegare la schiena finchè senti che gli addominali tirano.

    Una variante è questa: ADDOMINALI IN EQUILIBRIO- seduto , appoggia i gomiti a terra per tenerti in equilibrio (come quando prendi il sole e vuoi stare con la testa alta a guardare la gente che passa!), piega le ginocchia e porta le gambe verso il petto e riallungale lentamente verso l’alto, poi abbassale lentamente a terra. Sentirai lavorare moltissimo gli addominali. Dopo 10 movimenti, riposa e ripeti per tre serie.

    Oppure puoi scegliere quest’ altra variante che allena gli addominali:
    – addominali alla sbarra (molto faticosi ma efficaci), trovi indicazioni qui http://www.mondobenessereblog.com/2008/05/22/addominali-bicipiti-e-dorsali-alla-sbarra-basta-un-parco-e-una-sbarra/
    Gli addominali alla sbarra allenano anche i muscoli delle braccia e riescono bene se sei già forte di braccia.

  52. Grazie mille per l’esauriente risposta!!! Non potevo chiedere di più!!! Grazie mille!!! un’ultima cosa… da quando ho iniziato a correre, comincio a sentire male alle caviglie dei piedi al punto da camminare quasi zoppo… il motivo, sicuramente, sarà perchè sto dando peso ai piedi e quindi ci vorrà un pò per allenare anche loro? Grazie ancora… Siete FAVOLOSI!!!! CIAO!!!!

  53. salve sono antonio ho un po di pancetta l’inverno gioco a calcio in una squadra diletantistica in prima categoria l’estate corro 2 giorni la sett x 45 minuti e vado in bicicletta la domenica e faccio pure addominali con la panca che ho a casa ma nn riesco a togliere la pancetta che ho da 10 anni come fare aiuto vi prego sono abbattuto

  54. salve sono antonio, quello che ha iniziato a correre dopo i 40 anni. Innanzitutto vi ringrazio per i consigli preziosi e torno ad insistere sulla pancetta che non se ne vuole andare; e se io facessi solo la corsa senza fare esercizi per gli addominali, cosa succede; non otterrò risultati. Premetto che non voglio perdere peso, ma solo il grasso in eccesso.Vi ringrazio ancora per i consigli, a presto, antonio.

  55. grazie mille per i consigli preziosi da voi fornitemi, volevo però sapere se per dimagrire le gambe va bene anche praticare una mezz’oretta o poco più di corsa sul posto, dal momento che non ho il tapis roulant e che non posso andare a correre all’aperto. vi ringrazio marghe

  56. salve ho lasciato un aiuto ma nn mi e stata data risposta x favore un aiuto grazie sono antonio quello che gioca a calcio l’inverno

  57. RISPOSTA PER PAOLO: ciao di nuovo Paolo e ben tornato anche se ti fanno male i piedi per quanto hai corso! Allora, anche il male alle caviglie, come i polpacci indolensiti è nella norma, purchè non sia un dolore eccessivo. Se ti fa molto male, significa o che stai forzando troppo (quindi riduci i giorni di corsa e riposati di più), oppure che appoggi male il piede quando corri. In quest’ ultimo caso può dipendere dal fatto che corri sull’ asfalto (l’ erba o il terriccio ad esempio attutiscono di più l’ appoggio del piede), oppure dal tipo di scarpe che usi nella corsa. Tieni presente che per correre le scarpe sono l’ unica spesa che devi fare, quindi conviene spendere almeno per quelle, soprattutto se corri sull’ asfalto ti servono più “ammortizzatori”!
    Per consigli utili sulle scarpe da jogging più indicate leggi questo articolo:
    http://www.mondobenessereblog.com/2008/06/06/salute-in-corsa-il-jogging-contro-sovrappeso-e-colesterolo-alto/

  58. RISPOSTA PER ANTONIO 41: ciao Antonio! A quanto sembra ci sono tanti Antonio con il problema della pancetta! Però tu sei quello che ha iniziato da poco a fare sport e ha una resistenza e un fiato naturali! Se il tuo obiettivo non è dimagrire ma tonificare, corri ad una andatura costante senza aumentare nè velocità di corsa, nè distanza percorsa: in questo modo non dimagrisci in modo eccessivo ma tonifichi i muscoli.
    Per la benedetta pancetta, ebbene sì, se corri solo e non fai gli addominali più di tanto non ottieni. Quindi, in teoria sarebbe meglio per te fare meno corsa e più esercizi..se ne hai voglia ovviamente! Altrimenti sei bello e sano lo stesso (e poi col fiato che ti ritrovi sei un record!) e la tua donna avrà qualcosa di comodo su cui appoggiare la testa! Che tanto la pancetta non è mica tutto questo orrore: ricorda che è pancetta, non è mega-pancia! Alla fine è anche simpatica…e comoda!

  59. RISPOSTA PER ANTONIO CHE GIOCA A CALCIO: ciao! Dicevo nel post sopra al tuo collega Antonio (si chiama come te!) che siete in due col problema della pancetta che non se ne va! Però nel tuo caso, tu ti alleni e sono 10 anni che la pancetta c’è. Allora in questo caso, dato che sei uno sportivo doc, il problema è di costituzione fisica.
    Ci sono due soluzioni senza demoralizzarsi! Accettare la tua pancetta che, ripeto (come detto sopra) non è tutto questo orrore: è solo pancetta simpatica e ha il vantaggio di essere un comodo appoggio per la tua donna. Vuoi mettere quanto sono duri gli adominali? Assolutamente scomodi per appoggiare la testa!
    Seconda soluzione: se proprio non ti accetti, se l’ accumulo di grasso localizzato non va via neanche con esercizio fisico mirato e costante, esistono diversi tipi di trattamenti.
    I massaggi in un buon centro estetico fanno qualcosa; oppure ci sono medicina estetica e chirurgia estetica. Non spaventarti con i nomi perchè al giorno d’ oggi sono tantissimi gli uomini che si rivolgono al medico estetico per ritocchini vari (anche se poi magari non lo ammetteranno mai!). Ovvio che, in questo caso è lo specialista a consigliare il tipo di trattamento più adatto; esisono trattamenti di medicina estetica soft, più leggeri, se il grasso localizzato da ridurre è poco, fino alla liposuzione che lo aspira definitivamente.
    Puoi dare un occhio qui, trovi riferimenti anche all’ eccesso di grasso alla zona pancia-fianchi tipicamente maschile:
    http://www.mondobenessereblog.com/2008/06/11/la-liposuzione-e-il-lifting-delle-cosce-per-eliminare-cellulite-e-grasso/
    http://www.mondobenessereblog.com/2008/04/18/carbossiterapia-per-ridurre-la-cellulite-micro-iniezioni-di-anidride-carbonica/
    Come vedi esistono sia trattamenti chirurgici, sia trattamenti non chirurgici per il grasso localizzato, e ce ne sono molti altri. Per questo, se opti per questa scelta, è bene rivolgersi ad un medico estetico per una valutazione del tuo caso.
    Altrimenti: accettazione! E vedila simpatica la tua pancetta!

  60. RISPOSTA PER MARGHE: ciao di nuovo Marghe, la corsa sul posto serve solo a riscaldare i muscoli ma non fa dimagrire come il jogging vero e proprio o il tapis roulant che simula la corsa, perchè correndo sul posto la resistenza che incontri è minima.
    Quindi per dimagrire le gambe meglio concentrarsi su cyclette ed esercizi; puoi comunque usare la corsa sul posto come riscaldamento prima della cyclette, ma è la cyclette che ti fa dimagrire in realtà. Cerca di aumentare mano a mano la resistenza della cyclette per fare più sforzo, ma deve essere un aumento graduale. E soprattutto sono utili a snellire le gambe gli esercizi.

  61. Sono sempre antonio che ha iniziato a correre dopo i 40 anni; e se oltre la corsa abbino la syclette e il nuoto o la bici, riuscirò ad eliminare la pancetta senza fare gli addominali. In pratica l unione di questi sport sarà vincente; Ti ringrazio ancora per i tuoi preziosi consigli, a presto antonio.

  62. Ciao Antonio 41! Insomma, questi addominali non li vuoi proprio fare! Certo: noiosi e faticosi e i risultati che non si vedono subito. E’ comprensibile, non sei l’ unico! La cyclette fa lavorare gambe e glutei (non fa lavorare gli addominali), per la bici idem, allena solo gli arti inferiori. Il nuoto aiuta un pò per gli addominali perchè usi tutti i muscoli del corpo. Ma ovvio che la cosa migliore è fare gli esercizi per gli addominali: con tutto questo sport rischi di dimagrire e la pancetta ti rimane. 🙂

  63. Salve, innanzitutto complimenti per il blog, è davvero ricco di preziose informazioni!

    un consiglio:io pratico del jogging per strada, sul lungomare, dove xò c’è traffico di mezzi a motore e certamente l’aria non è particolarmente salubre, anche se cerco di praticarlo nelle ore meno trafficate.

    secondo voi, posso continuare a praticarlo lì senza che ne derivino eccessivi rischi per la salute o mi conviene cercare una alternativa in una zona meno trafficata?

    grazie.

  64. ah un altra cosa… per facilitare lo smalitimento delle “maniglie”, quante ore devo digiunare prima di andare a fare jogging?

    grazie.

  65. Ciao, sono antonio 41; avevi ragione a dirmi di non eccedere nella corsa, infatti e da due giorni che mi fa male il piede sinistro sino al polpaccio. Cosa mi consigli; io ho aquistato una pomata in farmacia contro le infiammazioni, si chiama “lasoartro”. Aspetto tue notizie e consigli e se posso continuare a correre. Ciao a presto, antonio.

  66. RISPOSTA PER LUCENTE: ciao alla nostra nuova new entry che fa jogging! Certo correre a polmone aperto vicino al traffico non è che sia il massimo, ma dato che corri sul lungomare perchè non provi la spiaggia (il bagnasciuga) ? Molto più faticoso, ma almeno stai lontano dalle auto e respiri una bell’ aria. Comunque se eviti le ore di traffico peggiori non succede nulla, solo che avendo la possibilità della spiaggia a due passi…io la sfrutterei e come! E anche molti altri che non ce l’ hanno!
    Per il fatto di correre a digiuno, basta non mangiare per 4-5 ore prima di andare a correre (se ti alleni la mattina è l’ ideale).
    Comunque la corsa a digiuno non è una regola fondamentale ai fini di un buon allenamento, ti aiuta solo a perdere più velocemente peso e a dimagrire.

  67. RISPOSTA PER ANTONIO 41: ciao, ben tornato! La crema migliore per il dolore a polpacci e caviglie è quella a base di Ketoprofene, fa miracoli!
    Non tornare a correre finchè non ti passa il dolore, al massimo vai in bici, sforzi di meno l’ appoggio di piede, caviglia e polpaccio.
    E quando torni a correre fai jogging gradatamente.

  68. Ciao!! Grazie per i vostri consigli… Li seguo scrupolosamente!!! ormai è da oltre una settimana che mi sono fermato per i mal di piedi… Sicuramente perchè non avevo le scarpe adatte andando a correre sull’asfalto… Mi ha massacrato i piedi!!! Adesso ho acquistato un paio di scarpe della NIKE con ammortizzatori “sistema air”… vedremo, tra qualche giorno se il male continuerà a perseguitarmi nonostante le scarpe nuove… Non penso di correre fino a quando sarò completamente guarito… Grazie mille e… Vi saprò dire!!!!

  69. Ciao sono diversi mesi che pratico body building, sono un ragazzo che pesa 74 kg alto 1.85.Vorrei incrementare di piu la mia muscolatura ovvero aumentare la massa muscolare, dal momento che non volglio prendere integratori proteici, cosi come mi hanno consigliato, chiedo a voi qualche consiglio e se possibile un piano generale per quanto riguarda l’alimentazione cioe quello che devo mangiare prima e dopo l’allenamento e anche nei giorni a riposo…grazie mille aspetto una vostra risposta ciao!

  70. Ciao sono lucia e ho quasi 18 anni. Sono alta 1.68 e peso 61 kg. Ho un problema molto fastidioso; ho i cuscinetti sotto i glutei e in piu ho le caviglie gonfie che mettono in risalto i polpacci non piccoli. Dalla settimana prossima comincerò a correre. Puoi darmi dei consigli su come fare per favore? per raggiungere piu risultati in meno tempo…..ma sopratutto mi garantisci che le mie gambe diventeranno perfette? Aspetto cn ansia la tua risposta! Grazie in anticipo!

  71. RISPOSTA PER PAOLO: ciao! spero che il mal di piedi ti sia passato! Nel jogging le scarpe sono molto importanti. E per i dolori a piedi e cavilgie prova la crema a base di Ketoprofene in farmacia.
    E’ comunque uscito un nuovo articolo sui consigli per la corsa sulla spiaggia (più morbida dell’ asfalto!), ma non so se tu hai il mare lì vicino.
    Comunque, a tuo titolo informativo eccolo qua:
    http://www.mondobenessereblog.com/2008/07/16/la-corsa-sulla-spiaggia-consigli-utili-per-il-jogging-e-l-allenamento-al-mare/

  72. RISPOSTA PER LUCIUZZA: ciao! la corsa è un ottimo allenamento adatto un pò a tutti per tonificare i muscoli delle gambe, dei polpacci e dei glutei e per eliminare i cuscinetti adiposi che tanto danno fastidio.
    Se però i tuoi polapacci sono muscolosi piuttosto che adiposi (con eccesso di grasso), è difficile che si riducano, ma se sono sodi sono anche esteticamente belli (ci sono persone che vanno in palestra apposta per farsi venire polpacci muscolosi perché non li hanno!). Comunque un esercizio fisico aerobico il cui scopo è armonizzare e non potenziare, come la bicicletta in pianura o la corsa in scioltezza, aiuta sia a tonificare i polpacci sia a ridurre adipe (cioè grasso in eccesso) o ritenzione idrica se sono presenti.

    La corsa infatti aiuta anche chi ha necessità di dimagrire perchè stimola il lavoro aerobico dei muscoli e per produrre energia vengono utilizzati ossigeno e grassi, bruciando i famosi “cuscinetti di grasso” (si riduce il tessuto adiposo).
    Per chi non è in forma è opportuno cominciare gradatamente senza fare sforzi eccessivi, iniziando magari con una camminata veloce per poi accelerare ed alternare a brevi intervalli di corsa. Anche la camminata veloce rassoda i muscoli delle gambe e dei polpacci senza affaticare articolazioni e spina dorsale e favorisce l ’eliminazione di tossine.
    Dopo un po’ di riscaldamento con camminata veloce, puoi passare alla corsa.
    Praticando un’ attività fisica mirata e costante è possibile ottenere dei risultati soddisfacenti per rimodellare il proprio fisico, gambe e polpacci compresi.

    Nel tuo caso dovrai dedicarti a sport o ad esercizi che facciano lavorare soprattutto gli arti inferiori; tra questi, oltre alla corsa, sono ottimi anche step, aerobica e cyclette.

    Utilissimi per le gambe dopo la corsa sono gli esercizi, quindi puoi fare 20 minuti di corsa oppure di cyclette o di bike e poi passare ad esercizi mirati per le gambe. Non eccedere con la corsa o con la cyclette, dedicati anche agli esercizi a corpo libero che aiutano a snellire e tonificare le gambe e i glutei in modo mirato.
    Eccone alcuni:
    http://www.mondobenessereblog.com/2008/07/10/esercizi-gambe-addominali-glutei-la-gag-fai-da-te/
    http://www.mondobenessereblog.com/2008/04/22/esercizi-per-rassodare-gambe-cosce-e-glutei-con-l%e2%80%99-allenamento-fai-dai-te/

    Abbina inoltre una sana alimentazione, ecco alcuni consigli utili:
    http://www.mondobenessereblog.com/2008/07/04/dieta-anticellulite-combattere-la-cellulite-anche-a-tavola/

  73. RISPOSTA PER LUCA: ciao! L’ aumento della massa muscolare è un processo che richiede tempo e un buon programma di allenamento in palestra fatto dal tuo personal trainer.
    Se vuoi aumentare il volume muscolare, prova a fare un salto in palestra nel primo pomeriggio (se puoi ovviamente!), in questo modo sfrutti l’ apporto del picco di testosterone.
    Se invece ti è più comodo allenarti nel tardo pomeriggio, puoi sfruttare l’ apice dell’ adrenalina, ormone che aumenta l’ energia e la carica durante la seduta di allenamento.
    Sconsigliato invece allenarsi la mattina o a digiuno perchè favorisce il dimagrimento e non l’ aumento della massa muscolare.
    Per quanto riguarda l’ alimentazione, per una dieta equilibrata è necessario l’ apporto sia dei carboidrati sia delle proteine di origine vegetale (cereali) e pesce o carne preferibilmente bianca.
    L’ apporto proteico è fondamentale nel periodo centrale di allenamento.
    Fai una colazione sana e abbondante (la mattina si verifica un picco di testosterone), via libera a latte scremato o yogurt, succo di frutta, pane o cereali e biscotti secchi.
    Se preferisci il salato vanno bene anche uova, formaggio o prosciutto purchè magro: al mattino vengono assimilati poco e si digeriscono meglio rispetto a qualsiasi ora della giornata, puoi sfruttare l’ azione dei cibi sul metabolismo senza ingrassare (senza cioè aumentare la massa grassa, a te serve l’ aumento della massa magra per i tuoi muscoli).
    A pranzo va bene la pasta, mediterranea oppure di riso accompagnata da verdure; puoi concederti anche un dolce ma solo a pranzo, o la frutta.
    Niente vino nè birra: l’ alcool facilita la digestione delle proteine che ti servono per allenarti.
    A cena preferisci carne, pesce o legumi senza troppi condimenti.

  74. Cara redazione,sono Simona e ho 22anni.Quest’inverno ho preso parecchi kg dall’estate scorsa esattamente 10kg,ormai le vacanze si avvicinano e ho pensato di iniziare ad andare a correre la mattina per perdere peso.Vi chiedo qualche consiglio,ho paura di non riuscire a tornare in forma.grazie

  75. Salve sono Lorenzo,
    pratico jogging di mattina dalle 7.00 alle 8.00 da 15 giorni e prima di iniziare faccio colazione con un toast con una fettina di prosciutto e un caffe amaro.
    Negli ultimi giorni ho notato un malessere strano.
    Dopo i primi 30 minuti di corsa ( corro molto lentamente) inizio a passeggiare e incomincio ad avvertire una sorta di capogiri e mi sento molto debole e assonnato e sento l’esigenza di sedermi o sdraiarmi.
    Da cosa puo’ dipendere tutto cio’ ?
    Aggiungo che corro su pista da 400 metri e che buona parte della pista è battuta dal sole mattutino.
    Grazie per eventuali consigli.

  76. RISPOSTA PER SIMONA: ciao! e scusaci per il ritardo nella risposta, ma purtroppo causa impegni non riusciamo sempre a rispondere nell’ immediato agli amici che ci scrivono.
    Allora Simona, la corsa ti può sicuramente aiutare a perdere peso e tornare in forma.
    Se non sei allenata, inizia con una corsa lenta di 20 minuti da alternare con una camminata veloce; allenati a giorni alterni, bastano 3-4 giorni di allenamento a settimana.
    Inoltre è molto utile per perdere peso, andare a correre a digiuno: aiuta a bruciare grassi e dimagrire.
    Ovviamente l’ allenamento con il jogging deve essere abbinato ad una corretta alimentazione.
    Puoi quindi abbinare alla corsa una dieta, ecco alcuni esempi:
    – La dieta da 1200 calorie Clicca qui
    – Dieta sana in estate Clicca qui
    – Dieta anticellulite Clicca qui

  77. RISPOSTA PER LORENZO: ciao e benvenuto sul nostro blog del benessere! Correre con il caldo e sotto il sole sicuramente è stressante per il fisico.
    Cerca di fare una colazione più abbondante a base di frutta prima di andare a correre, oppure aiutati con delle bibite a base di integratori e di zuccheri da portare con te in uno zainetto quando vai a correre.
    Se avverti cali di pressione o stanchezza improvvisa, fermati e bevi! Inoltre usa sempre un bel cappello in testa, puoi anche andare a correre con la testa bagnata: evita di farti prendere un’ insolazione.

  78. Grazie per gli utilissimi consigli..da domani inzierò a correre,e credo proprio di iniziare la mattina,per perdere peso è utile correre a digiuno,io sono abituata a prendere il caffè la mattina è meglio evitare prima di fare jogging?E dopo aver fatto jogging quanto tempo deve passare prima di fare colazione?va bene anche della frutta?grazie mille.

  79. Ciao Simona, felice di esserti stati utili! Il caffè lo puoi prendere tranquillamente prima di fare jogging, quando hai finito l’ allenamento fatti una bella doccia rigenerante e una sana colazione, puoi mangiare anche subito dopo il jogging, l’ importante è il digiuno prima di andare a correre.
    La frutta a colazione va benissimo, puoi mangiare anche yogurt magro e fette biscottate o biscotti secchi. E se hai cali di pressione quando vai a correre a causa del caldo dell’ estate, come già detto sopra a Lorenzo, aiutati portando con te una bibita con integratori e zuccheri: non ti fa ingrassare perchè gli zuccheri li bruci subito quando corri e soprattutto non ti fa svenire! Buon allenamento!

  80. sono sempre io!ultimissima cosa..per vedere dei risultati immediati quanto bisogna allenarsi?va bene correre anche un’oretta al giorno tutti i giorni?grazie ancora x la disponibilità e per i consigli.

  81. Il consiglio è di allenarsi un giorno sì e un giorno no (a giorni alterni), bastano 40 minuti di allenamento al giorno, non eccedere altrimenti rischiano di farti male i polpacci e devi stare a riposo finchè non ti passa il dolore. Se non ce la fai a correrre continuativamente, alterna corsa a camminata veloce raggiungendo i tuoi 40 minuti: anche la camminata veloce fa dimagrire.
    I risultati si vedono di solito dopo un mese di allenamento e di dieta corretta, ma vedrai che inizierai a sentirti meglio già dopo 2 settimane.
    Stai sempre attenta ad ascoltare il tuo corpo: non forzarti troppo, l’ allenamento è una cosa graduale, all’ inizio si fa più fatica e piano piano aumenta la resistenza, quindi dai il tempo giusto al tuo corpo per abituarsi all’ allenamento.
    Ciao Simo! Facci sapere!

  82. Buonasera a tutti. Sono Micky, 39 anni. Oggi per caso ho visto questo blog, e mi sono incuriosita parecchio. Anzitutto complimenti, ho avuto modo di leggere le risposte e sono sempre esaustive e chiare. Sento che qui troverò le risposte che cerco da tempo. Sono stata una assidua praticante dello jogging per un anno, nel 2005. Poi di colpo mi sono dovuta fermare per un dolore molto forte alle anche. Dopo mesi di dolori e mesi di visite ed esami di ogni genere, hanno scoperto che ho la displasia con annessa coxartrosi bilaterale accentuata. Da allora sono passati tre anni durante i quali non ho potuto praticare alcuno sport.
    Ora ho deciso che voglio riprendere. Ho cominciato il 9 luglio, in ferie. Tutti i giorni 1 ora di camminata veloce alternata a corsetta mooolto leggera (fino a che le anche lo permettono). Mi sento bene, anche se non ho orari fissi per lavoro e famiglia. Posso nel week andare la mattina presto, ma in settimana devo optare per la pausa pranzo.
    Domande: posso pensare di dimagrire anche con la camminata veloce? (cardiofrequenzimetro sempre attivo). Spt. posso calare nella parte superiore del corpo?
    Se non riesco ad uscire va bene comunque fare 1 ora di ellittica a casa? O meglio la spin bike?
    Non sono molto su di Kili, ma accumulo tutto dal punto vita in su. Mi reputo abbastanza “nella norma”, con altezza di 165 cm. e 62 Kg. di peso con ossatura grossa (in effetti porto una taglia 42). Devo, dico devo, riuscire a portare braccia schiena e addome al livello delle gambe e dei glutei, con grasso praticamente a zero (per costituzione). Voglio mettere le canotteeeee!!!!!
    Grazie dell’attenzione e spero di poter avere delle risposte.
    p.s. scusate se mi sono dilungata tanto.

  83. salve sonno max ho 42 anni ho cominciato da poco a fare un po di cyclette e corsa con una dieta equilibrate compreso qualche esercizio, in 15 giorni ho perso circa 4,5 kg pesavo 92,5 ora peso 88,5 ma faccio fatica a tirare giu pancia e fianchi sono alto 1,84 .
    corro circa 40 minuti ogni sera prima di cena e dopo cena faccio qualche esercizio per gli addominali (quelli del tipo fatti in casa) .
    chiedevo se continuare cosi ho cambiare gli esercizi ,non so esattamente come farli
    cordiali saluti

  84. Ciao sono Elena ho 28 sono alta 1,72 e peso 55 , ho iniziato a gennaio a partecipare al campionato podistico triveneto corro quando faccio il campionato 11-12 km ogni domenica , durante la settimana vado ogni giorno in palestra e oltre agli esercizi con i pesi faccio circa 15-2 minuti di corsa o ciclette.
    Vorrei dimagrire 2-3 kili ma non ci riesco anzi faccio ingrasso molto velocemente.
    volevo capire avete detto che si dovrebbe correre a digiuno non ho la possibilità di correre al mattino tranne la domenica (gara campionato) la partenza è alle 9.00 e fino a mezzogiorno non torno a casa, io la colazione la faccio circa un ora prima di iniziare a correre, 125 ml di latte, 3 fette biscottate integrali con un po di miele, sbaglio? è per questo che faccio fatica a perdere peso? l’alimentazione della settimana è ipocalorica, con pochi carboidrati (data da una dietologa).
    Vi prego datemi qualche suggerimento.
    grazie
    ciao

  85. RISPOSTA PER MICKY: ciao e benvenuta sul nostro blog del benessere! Cara Micky, purtroppo non esiste un modo per dimagrire una sola parte del corpo, nel tuo caso gli arti superiori (braccia) e pancia, ricorda che quando si perde peso si dimagrisce su tutto il corpo.
    Di conseguenza, se si tratta di un fatto fisico-costituzionale, la parte superiore del tuo corpo rimarrà comunque più “cicciottella” rispetto al resto.
    Si può però rassodare e tonificare sia braccia che pancia con esercizio fisico mirato.
    Se il tuo obiettivo sono braccia e pancia, ti sconsiglio il jogging che è un tipo di allenamento che fa lavorare soprattutto gli arti inferiori.
    Per le braccia va bene l’ allenamento con l’ ellittica, devi fare almeno 3 sessioni alla settimana seguendo questo schema:
    Allenamento intensità 2/3 – 5 minuti riscaldamento + 5 minuti andatura media + 10 minuti veloce + 5 minuti media + 5 minuti di defatigamento
    Quando sei più allenata aumenta l’ intensità a 4/5 e infine a 5/6 ma sempre in modo graduale.
    Dopo l’ ellittica puoi eseguire esercizi specifici per gli addominali e per le braccia, eccone alcuni:
    – Esercizi Gambe Addominali Glutei Clicca qui
    – Esercizi per braccia e seno Clicca qui

    In questo modo e con costanza avrai dei risultati soddisfacienti; ovvio che se il tuo è un problema di costituzione fisica, se cioè hai gli arti superiori del tuo corpo presentano un eccesso di grasso rispetto agli arti inferiori, con attività fisica costante puoi migliorare il tono di braccia e addome, ma l’ unico modo per eliminare definitivamente il grasso localizzato in eccesso resta comunque la chirurgia estetica (liposuzione).
    Con l’ attività fisica puoi comunque migliorare il tuo corpo.

    Inoltre ti faccio presente che, soprattutto per chi ha avuto problemi di anche come nel tuo caso, un tipo di ginnastica molto indicato è la Bioginnastica, non so se dove abiti si tengono dei corsi, comunque a titolo informativo ti lascio il link dell’ articolo in cui puoi leggere dei benefici della Bioginnastica:
    – Bioginnastica Clicca qui

  86. RISPOSTA PER MAX: ciao! il problema della fatidica pancetta è molto comune, e purtroppo i risultati per gli addominali non si vedono subito: occorre esercizio fisico costatnte e tanta tanta pazienza!
    Gli esercizi per gli addominali sono noiosi e faticosi, però dopo 1-2 mesi ripagano della fatica.
    Quindi, dopo il tuo allenamento con la corsa, continua a dedicarti a esercizi mirati per gli addominali. Qui ce ne sono alcuni per variare un pò il tuo allenamento:
    – Esercizi per gli addominali Clicca qui
    – Addominali alla sbarra Clicca qui

    Buon allenamento e Buone Vacanze!

  87. RISPOSTA PER ELENA: carissima, in tutta onestà per una ragazza già sportiva come te che pesa solo 55 chili, è alta 1,72 e va già dal dietologo, non mi sento di consigliare nulla!
    Piuttosto, mangia tranquilla e cerca di non andare sotto peso! 55 chili mi sembrano giusti per una ragazza della tua altezza….

  88. cara redazione sono simona,ci siamo scritti la sett scorsa!purtroppo non avendo tempo molto tempo libero cn il lavoro non sono riuscita ad andare a correre ma ho perso qualke kg mangiando cibi leggeri più frutta e verdura(con questo caldo!!)volevo chiedervi un informazione,ho a dispozione questa settimana per correre xchè poi partirò volevo sapere se anche correndo tutti i giorni posso perdere qualche altro kg..??sarebbe perfetto!!!aspetto una vostra risposta con ansia..grazie mille

  89. Ciao Simona! Sicuramente in una settimana di allenamento costante con il jogging potrai tonificarti e perdere 1-2 chili prima di partire per la tua vacanza.
    Fai i tuoi 40 minuti di allenamento al giorno alternando corsa lenta a camminata veloce e…buone vacanze!

  90. Cara redazione,sono sempre io!!avrei bisogno di un’informazione urgentissima..sono riuscita a perdere 4kg mangiando leggero piu frutta e verdura ed eliminando tutto cio che mi faceva ingrassare(come i dolci ect)ma adesso non riesco piu a perdere peso,come mai?avrei bisogno di perdere almeno altri kg..aiuto!!!grazie mille.

  91. Ciao Simona, quando inizi una dieta è molto facile perdere subito 4-5 chili perchè hai cambiato regime alimentare.
    Per perdere altri chili ci vuole invece più tempo e costanza, di solito si perdono altri chili nell’ arco di un mese. Devi fare sport in abbinamento alla dieta e datti tempo!

  92. LARA, 06/08/08
    A me personalmente sembra di essere sempre a dieta…nel senso che mangio pochi dolci e ho eliminato quasi completamente la pasta e con grande sacrificio. Ho 39 anni e pratico jogging 3-4 volte a settimana per circa 45′ in estate, mentre in inverno frequento una paletra. Sono alta 1.74 c.ca e peso dai 62 ai 64 ma nonostante i miei sacrifici non perdo neanche un etto, anzi se approfitto di una pizza o di una cena completa, vedo l’ago della bilancia salire e anche il mio malumore. E’ forse perche’ mangio sempre le stesse cose? (non mi piacciono le verdure, pomodori a parte e quindi vado avanti a carni, bresaola, pomodori, tonno, formaggi light e poco altro con magari un paio di fettine di pane) A questo punto, mi chiedo: ma se tornassi ad un’alimentazione normale, cioè includendo pasta o riso almeno una volta a settimana, il mio fisico, abituato ad avere mi sembra un apporto di poche calorie, che farebbe? Sono terrorizzata all’idea di ingrassare! Un altro dubbio: ma si consuma di più con una camminata veloce o con una corsa di media andatura, ovviamente negli stessi tempi? Grazie

  93. Cara Lara, per una donna di 39 anni che è alta 1.74, pesare 62-64 chili mi sembra nella norma…quanto vuoi ancora dimagrire ? Il tuo è già un peso forma.
    Certo variare la dieta è la cosa migliore, dai un occhio alla sezione dietetica e scegli un piano alimentare che è in linea con i tuoi gusti:
    – Dietetica Clicca qui
    Inoltre, la pasta non fa ingrassare, dipende solo dal condimento e dalla quantità: se condisci in modo leggero la pasta, puoi anche inserirla nella tua dieta, leggi qui:
    – Alimentazione equilibrata e miti da sfatare Clicca qui

    Infine, si brucia di più con la corsa lenta che con la camminata veloce, ma in una seduta di allenamento è possibile alternarle con ottimi benefici per il fisico.
    Buone Vacanze !

  94. emanuela,07 agosto 2008
    Cara redazione, sottopongo al vostro parere il mio caso.Ho 32 anni,e 5 mesi e 1/2 fa’ ho partorito una bellissima bimba.In gravidanza ho messo 12 kg.Sono di piccola statura (1.58) e peso 46.5 kg,girovita all’altezza dell’ombelico 68 cm a stomaco vuoto e 71-72 a stomaco pieno(di peso sono tornata un paio di kg meno di prima).ho un problema che mi assilla:sono sempre stata magra ma con la pancia e dopo il parto si nota ancora di piu’.la mattina sono un po’ piu’ piatta ma gia’ dopo colazione il girovita aumenta di 3/4 cm.se poi faccio un pasto completo o una pizza o una bibita gasata…C’e’ sicuramente dell’adipe perche’ quando mi siedo si vede proprio il rotolino inoltre ho una leggera lordosi che evidenzia il problema. Corro circa un giorno si’ e uno no per un ora mantenendo i battiti tra 136 e 160(soglia aerobica indicata dal mio cardio)e ogni tanto faccio dei tratti piu’ velocemente a circa 170 battiti.ho iniziato ad usare anche delle fiale termogeniche.la mattina faccio tre serie da 10 dell’esercizio vacuum addominale.da domani voglio provare con la corsa a digiuno al mattino.se avete qualche altro consiglio …grazie Emanuela

  95. Cara Emanuela, dopo il parto il corpo della donna cambia, è perfettamente normale, capita a tutte, in alcuni casi resta un pò di pancetta e in altri casi no.
    Ci vuole un pò di tempo per mandarla via, e non è un fatto di dieta scorretta, se dimagrisci dimagrisce tutto il corpo e la pancetta rimane comunque.
    Devi fare esercizi mirati per gli addominali in abbinamento a dieta sana e attività fisica e avere un pò di pazienza.
    Qui trovi alcuni esercizi specifici per addominali per variare un pò il tuo allenamento:
    – Esercizi Gambe-Addominali-Glutei Clicca qui

    Inoltre, per tornare in forma dopo il parto, è molto indicato il Pilates che agisce proprio sulla parte addominale, puoi farlo in palestra con un istruttore oppure da sola, ecco alcuni articoli che ti spiegano come agisce il Pilates:
    – Pilates e benefici: addominali su e calorie giù Clicca qui
    – Esercizi per addominali e gambe con pilates Clicca qui

  96. Complimenti all’ottimo BLOG..messo nei PREFERITI e ci rimarrà.

    Salve a tutti sono Mauro 36anni alto 1.80 peso (prima che iniziassi a correre 86Kg) dopo una settimana PROPRIO OGGI peso 92Kg.
    Sono stato sempre uno sportivo ma da ben 7 anni non pratico + sport e quindi mi si è formata la pancia con relative ciambellette. (bruttissime)
    Mi sono messo di brutto sotto per iniziare a dimagrire ( non faccio proprio una vita sedentaria essendo un rappresentante cmq sono in movimento) smesso anche di fumare…e quindi devo dire che con la testa ci sono…la domanda è:
    1) Per dimagrire…vorrei prendermi un cardiofrequenzimetro ma il dubbio è:
    220-36 = 184 sono i battiti che non dovrei mai superare giusto??

    2) Per sapere se sto lavorando bene per levarmi i grassi è:
    220-36= 184-25% = 138 è la soglia che dovrei mantenere?? ( ho letto da qualche parte non ricordo che devo tenermi tra il 25 e 28% della mia soglia aerobica per perdere grassi )

    3) Sto associando in questa settimana tra corsa blanda di 10minuti ( di + non riesco per il fiato) e 3 serie di addominali ( quelli con gomiti a terra) ma ho notato un incremento di peso..
    faccio qualcosa di sbagliato???

    GRAZIE per le risposte.

  97. Salve!
    Sono Nicola, 31 anni, 1, 70 x 72 kg. a febbraio pesavo circa 85 da allora ho stretto la cinghia.
    Adesso corro (da circa 2 settimane) ogni giorno su pista x circa 30 minuti. Poi a casa faccio pesi e la panca per gli addominali. Secondo voi sto seguendo la strada giusta? o dovrei fare altro ?? grazie e complimentoniiiiiiii per questo blog…..l’unico rimpianto e di averlo scoperto solo adesso

  98. RISPOSTA PER MAURO: ciao e complimenti per aver smesso di fumare ! Un lieve aumento di peso nelle fasi iniziali dell’ allenamento è perfettamente normale: i muscoli possono reagire alla pratica del jogging con accumulo di acqua.
    Per eliminare l’ odiosa pancetta invece ci vuole tanta tanta pazienza e costanza. Puoi variare il tuo allenamento per gli addominali con alcuni esercizi mirati:
    – Esercizi di ginnastica per gli addominali e per rimodellare la pancia Clicca qui

    Infine, per quanto riguarda l’ USO DEL CARDIOFREQUENZIMETRO c’è una piccola premessa da fare: a seguito del costante allenamento, il cuore di chi corre diventa più forte, quindi batte più lentamente. Il cuore di un runner, quando compie uno sforzo, aumenta le pulsazioni in modo più contenuto e può mantenere questo ritmo per molto tempo, e dopo lo sforzo ritorna più velocemente alla frequenza di riposo.
    Per ottenere questi effetti è indispensabile che durante la corsa la frequenza cardiaca sia mantenuta in un intervallo specifico che (a seconda dell’ età e della condizione di forma fisica) nella maggioranza dei casi varia dai 115/120 ai 140/145 battiti per minuto. L’ uso del cardiofrequenzimetro fornisce misurazioni attendibili in tempo reale, segnalando eventuali situazioni anomale (quando ad esempio fai uno sforzo eccessivo) che vanno ad alterare l’ efficacia dell’ allenamento.
    Per usare in modo efficace il cardiofrequenzimetro bisogna stabilire la cosiddetta “target zone personale”, che dipende sia dall’ età sia dalle condizioni personali di efficenza cardiovascolare.
    Un esempio concreto è la nota FORMULA 22O MENO L’ ETA’ CHE CONSENTE DI STABILIRE LA FREQUENZA CARDIACA MASSIMA, oltre la quale non devi andare. Il limite minimo (oltre il quale non devi scendere) è invece il valore che corrisponde al 70-75% della soglia massima (ovviamente queste formule sono indicative e semplificano tutti gli innumerevoli conti che dovresti fare! Però ti danno un’ indicazione da seguire. Quindi i tuoi calcoli sono giusti.
    L’ unico modo serio e valido per conoscere realmente i propri limiti consiste nel sottoporsi ad esame cardiologico dal medico!). In questo modo il cardiofrequenzimetro indica la fascia utile in cui ti puoi allenare, indicandoti sia quando vai troppo piano, sia quando superi la soglia. Una volta stabilita la tua target zone puoi programmare il tuo allenamento aumentando gradualmente lo sforzo. Ricorda comunque che al di là dell’ uso del cardiofrequenzimetro devi soprattutto imparare ad ascoltare le sensazioni del tuo corpo e non sovraccaricarlo: l’ allenamento deve essere graduale.

  99. RISPOSTA PER NICOLA: ciao e benvenuto sul nostro blog del benessere ! Stai già facendo un ottimo allenamento, ti posso consigliare alcune varianti che, se vuoi, puoi inserire e alternare al tuo allenamento.
    Per gli addominali si possono fare molti esercizi:
    – Esercizi di ginnastica per gli addominali e per rimodellare la pancia Clicca qui

    Per l’ allenamento con i pesi c’è un ottimo Dvd con costo accessibile completo di libro:
    – Ginnastica per dimagrire con i pesi. Esercizi e allenamento per aumentare il metabolismo Clicca qui

    Infine, immagino che avrai abbinato già una dieta sana al tuo allenamento fitness, se vuoi puoi dare un’ occhiata alla sezione Dietetica del blog dove trovi diverse indicazioni sulla dieta anche per l’ uomo:
    – Dietetica Clicca qui

    Buon allenamento e buone vacanze !

  100. Grazie alla redazione per i preziosi consigli.
    In effetti il mio punto debole è la dieta. Non so mai cosa associare al tipo di attività che svolgo.
    Corro quasi ogni sera, dopo le 20 e lo faccio in pista, alternando serie di giri a corsa lenta con giri a velocità più intensa ( 30-35 minuti = 4-5-km).
    Appena torno a casa il dubbio è sempre lo stesso: cosa mangiare per non perdere i benefici della corsa? Posso orientarmi sulla dieta da 1200 calorie??

    Per quanto riguarda gli addominali: è conveniente utilizzare una panca stile AB -King o è meglio fare senza?

    Grazie ancora…..buone e “sane” vacanze anche a voi!

  101. Ciao Nicola! La dieta da abbinare all’ attività fisica è importante sia per dimagrire sia per teneri in forma.
    Puoi scegliere sia la Dieta da 1200 calorie sia la Dieta Dissociata che è ottima soprattutto per chi fa sport, trovi maggiori indicazioni in questo articolo (in fondo ci sono anche gli articoli correlati per saperne di più):
    – Dieta dissociata. Come combinare gli alimenti – Esempio e schema dei sette giorni Clicca qui

    Per gli addominali l’ allenamento con la panca va bene, se vuoi puoi alternare anche gli esercizi a corpo libero per variare l’ allenamento.
    Ciao e alla prossima!

  102. ciao..sono Giulio.ho 22 anni , sn alto 1,85 e peso 80 kg. purtroppo il peso è concentrato sui glutei e sulle gambe. praticando ciclismo, questo per me è uno svantaggio!!anche perchè sembro sproporzionato. che dieta e che esercizi mi consiglia per snellire la parte inferiore del corpo ?

  103. Ciao!mi chiamo viviana ho15 anni e sono di Milano.cn la corsa 2 volte a settimana(40min) credete che possa perdere peso in quanto tempo??premetto che voglio perdere sl 3 kili…bacioni e graziee!

  104. RISPOSTA PER GIULIO: Ciao! Di sicuro con il ciclismo avrai delle belle gambe muscolose, se però il tuo problema di “sproporzione” è un fatto di costituzione fisica, per snellire e tonificare gli arti inferiori (gambe e glutei) è sconsigliato un allenamento con attrezzi e pesi dopo il ciclismo, piuttosto fai degli esercizi di allungamento a corpo libero che sono ottimi anche contro eventuali crampi e dolori muscolari.
    Eccone alcuni utili per gambe e glutei:
    – ALLUNGAMENTO SCHIENA E GLUTEI: sdraiato sulla schiena, fletti la gamba destra e ruota il bacino fino a portare il ginocchio destro vicino al pavimento (se necessario spingi con la mano sinistra); tieni il braccio destro disteso per terra, rilassa e cambia gamba;
    – ALLUNGAMENTO QUADRICIPITE E GLUTEI: in piedi, dalla posizione eretta allunga il piede destro in avanti in modo da distendere la gamba sinistra, mantieni la posizione per alcuni secondi e cambia gamba; durante il piegamento, con il ginocchio non oltrepassare mai la punta del piede;
    – ALLUNGAMENTO GLUTEI E BASSA SCHIENA: seduto su una sedia, porta la caviglia sinistra sulla coscia destra, afferra ginocchio e caviglia e tirali in avanti lentamente, resta in posizione per alcuni istanti, poi rilascia e cambia gamba.

    Oltre a questi esercizi di allungamento, puoi abbinare anche esercizi mirati, eccone alcuni con le relative spiegazioni:
    – Esercizi Gambe addominali glutei. La GAG fai da te Clicca qui
    – Allenamento per braccia, pettorali, glutei e gambe Clicca qui

    Per quanto riguarda la dieta invece, per chi pratica sport è consigliata la Dieta Dissociata, trovi maggiori indicazioni in questo articolo (in fondo all’ articolo troverai altri due articoli correlati che ti spiegano come agisce la dieta dissociata sul metabolismo):
    – Dieta dissociata. Esempio e schema dei sette giorni Clicca qui

  105. RISPOSTA PER VIVIANA: Ciao! Se il tuo obiettivo è perdere solo 3 chili di troppo, con un pò di jogging 2-3 volte la settimana e una dieta sana ti bastano 3 settimane o al max un mese: quando cambi regime alimentare e fai attività fisica, il metabolismo reagisce subito e all’ inizio è molto facile perdere 3-4 chili.
    Puoi dare un’ occhiata alla sezione Dietetica per scegliere la dieta che più ti piace e fa al caso tuo da seguire per un mese insieme all’ allenamento con la corsa.
    Per vedere la sezione Dietetica Clicca qui

  106. ciao a tutti! mi chiamo Filippo e ho 21 anni!ho visitato questa pagina perchè da qualche giorno mi sta balenando per la testa l’idea di cominciare a fare un pò di joggin…giusto per mantenermi un pò in forma. premetto che fino a questo momento non ho svolto attività fisica, colpa della mia pigrizia, però sento davvero che una bella corsa a piedi possa darmi una mano in tutti i sensi. essendo però un principiante, mi ritrovo con i classici dubbi del caso, quindi mi rivolgo a voi per avere qualche delucidazione! innanzitutto, vorrei sapere per cominciare qual è la distanza ottimale da percorrere e in quanto tempo. in seconda battuta, vorrei capire come si concilia l’attività fisica con l’alimentazione (cosa mangiare preferibilmente, quando mangiare – prima o dopo la corsa?- ). purtroppo i miei impegni di studio mi consentono di correre soltanto al pomeriggio (mi sveglio troppo presto per correre prima della colazione mattutina!!), ed in ogni caso il mio obiettivo non è quello di perdere peso(attualmente circa 64/65 kg), ma di recuperare un pò la forma fisica!naturalmente accetto tutti gli altri consigli utili che vorrete darmi…
    ciao grazie alla prossima!!!

  107. grazie mille per la risosta!!! siete grandi!!…ma perchè la dieta consigliata per lo sportivo è la dissociata?..tutti in giro dicono sia quella a ZONA…!..approposito,..dopo l’attività fisica in palestra verso cioè le 22:00cosa sarebbe meglio mangiare? carboidrati o proteine?.

  108. Grazie per la risposta.il metabolismo si era rallentato ma ora si è ripreso.purtoppo ho seofferto di DCA ma opra devo arrivare ad un peso che mi faccia sentire bene cn me stessa a nche se sò che molte volte mi vedrò sempre un mostro!CmQ grazie bacio

  109. RISPOSTA PER FILIPPO: ciao e benvenuto sul nostro blog! pigrizia a parte non è mai tardi per cominciare con un pò di sana attività fisica.
    Per quanto riguarda il tipo di allenamento per iniziare, non è tanto importante la distanza percorsa con il jogging, ma piuttosto il tempo che dedichi all’ allenamento.
    Se il tuo obiettivo non è dimagrire ma rimetterti in forma, inizia con 40 minuti di corsa lenta alternata alla camminata veloce per almeno 3 volte a settimana a giorni alterni.
    Mano a mano che acquisterai resistenza, sarai in grado di correre per distanze più lunghe ma la cosa importante è iniziare gradatamente ascoltando il proprio fisico: quando non ce la fai cammina! Non esagerare all’ inizio altrimenti rischi crampi e dolori articolari che ti costringono poi a stare a riposo.
    Per il jogging sono importantissime le scarpe: unica spesa che devi fare! Se corri sull’ asfalto sceglile ben “ammortizzanti”; trovi dei consigli sulle scarpe da jogging in questo articolo:
    – Salute in corsa Clicca qui

    E passiamo all’ alimentazione ! Per quanto riguarda la dieta da abbinare al jogging trovi delle indicazioni in questo articolo:
    – Jogging e alimentazione Clicca qui

    Molto utile è comunque abbinare alla corsa una dieta dissociata, trovi altre indicazioni utili qui:
    – Dieta dissociata. Come combinare gli alimenti Clicca qui

  110. NUOVA RISPOSTA PER GIULIO: ciao, ma allora oltre al ciclismo vai anche in palestra! Complimenti! Certo, anche la dieta a zona è consigliata per chi fa sport, soprattutto per chi fa nuoto, ma è una dieta di difficile applicazione, trovi maggiori dettagli in questi articoli:
    – Dieta a zona Clicca qui
    – Alimentazione e nuoto. Dieta a zona Clicca qui

    Per quanto riguarda invece la dieta dissociata, è lo stesso nutrizionista Attilio Speciani a consigliarla proprio per chi fa sport, trovi tutto in questo articolo:
    – Dieta dissociata o menù combinato per dimagrire Clicca qui

    Infine, per il tuo spuntino dopo la palestra alle 22, ci vogliono proteine, ideale è questo piatto leggero che non ti appesantisce (dato l’ orario!):
    – Un piatto da 550 calorie. Ideale dopo lo sport Clicca qui

  111. grazie mille per i consigli…almeno mi sono chiarito le idee su come cominciare a correre,senza strafare e rischiare di abbandonare l’impresa dopo i primi due allenamenti!ora tocca a me…devo darmi da fare!!!spero di avere dei risultati, così avrò un buon motivo per tornare a scrivervi di nuovo!!grazie ancora…alla prossima!

  112. bhè..nn s come rigraziarvi!!!..vi dico solo che da quando stò seguendo la dissociata, mi sento veramente bene!! inoltre senza pesi sulla testa a causa delle razioni da calcolare nella dieta a zona, che seguivo fino a 2 settimane fà..ciao e complimenti..

  113. Salve a tutti, sono Mario ,44 anni 175 cm per 75 kg e mi sono imbattutto casualmente sul Vs sito: stu-pe-fa-cen-te!
    Chiedo un aiuto e/o consiglio: faccio jogging 3 volte la settimana allenandomi 40-50 minuti su pianeggiante ma benefici nella perdita di peso non ne ho. Purtroppo debbo iniziare una cura antidepressiva per crisi ansiose e già sò che la terapia mi farà ingrassare e questo mi demoralizza ancor più della malattia che mi assedia. Come trarre benefici dalla corsa che eseguo ormai da tanti anni? Leggo ovunque articoli che invitano a mantenere la frequenza cardiaca bassa per dimagrire, ma il mio problema è che appena trascorsi 2-3 minuti dall’inizio allenamento la mia frequenza raggiunge subito 120/130 battiti pur con corsa lentissima: talvolta mantenendo tale frequenza per tutti i 50 minuti mi accorgo che a fine allenamento addirittura non ho nemmeno sudato: possibile siano benefici tali sessioni ?
    Quanto allenarmi a bassa frequenza? Devo fare “riprese” di qualche minuto?
    Chiedo quindi, cortesemente, lumi affinchè la Vs risposta ponga fine ai dubbi e alla confusione che ho in testa.

  114. Salve,sono una ragazza di 21 alta 1.63 per 58 chili di peso.vorrei riuscire a perdere almeno 5 chili,ma non mi è possibile fare jogging tutti i giorni.Con quale frequenza posso avere i risultati migliori?

  115. Salve,ho 26 anni,sono alta 1,63 e peso 57kg e cerco da anni di snellire la zona dell’addome,inutilmente.
    Ho sempre fatto sport quindi fortunatamente non ho altri punti critici,ma vi assicuro che solo l’addome fa x cento!
    Ogni anno cambio attivita’,questo passato addirittura alternavo 3 volte a settimana acquagym e 2/3 volte kick boxing in inverno e corsa in primavera.
    Ora ho ricominciato,dopo l’estate ,(premetto che neppure durante le vacanze sono stata del tutto ferma)andando a correre dal lun al ven in pianura per 45/50 min.+mezz’ora circa di esercizi vari(addominali,glutei ,cambe streching)
    Eppure la pancia c’è sempre.
    Faccio massaggi,ho fatto la carbossiterapia,uso creme di ogni genere,l’elettrostimolatore,i fanghi impacchettata come un regalo…niente..
    La mattina mangio latte o yogurt con 3 fette biscottate,a pranzo tonno naturale+insalata,o 50 gr pasta integrale non condita,manzotin o ,pollo etc..
    spuntini solo 1 frutto o proteine con acqua.
    C’è da dire che non riesco ad eliminare del tutto i carboidrati a cena,perche’ allenando tra le 19 e le 21 arrivo a casa affamata…e 1 volta a settimana spesso bevo 1 o 2 drink o 1o 2 amari dopo il caffè.
    Devo eliminare del tutto l’alcool e la pizza anche se 1 volta ogni 10 giorni?
    Devo ricorrere alla liposuzione??sono veramente esasperata….aiutatemi!!
    Elisa

  116. RISPOSTA PER MARIO: ciao! lo sport può essere di aiuto contro la depressione, un nostro amico del blog, Raphael, ne è uscito con il jogging.
    Nel tuo caso però il problema sono i battiti cardiaci, hai una frequenza molto alta; ora non sò se il fatto dei tuoi stati d’ ansia ti provochi anche tachicardia e quindi un aumento conseguente dei battiti cardiaci.
    Per quanto riguarda l’ USO DEL CARDIOFREQUENZIMETRO, durante la corsa la frequenza cardiaca va mantenuta in un intervallo specifico che (a seconda dell’ età e della condizione di forma fisica) nella maggioranza dei casi varia dai 115/120 ai 140/145 battiti per minuto.
    L’ uso del cardiofrequenzimetro fornisce misurazioni attendibili in tempo reale, segnalando eventuali situazioni anomale (quando ad esempio fai uno sforzo eccessivo) che vanno ad alterare l’ efficacia dell’ allenamento.
    Per usare in modo efficace il cardiofrequenzimetro bisogna stabilire la cosiddetta “target zone personale”, che dipende sia dall’ età sia dalle condizioni personali di efficenza cardiovascolare.
    Un esempio concreto è la nota FORMULA 22O MENO L’ ETA’ CHE CONSENTE DI STABILIRE LA FREQUENZA CARDIACA MASSIMA, oltre la quale non devi andare. Il limite minimo (oltre il quale non devi scendere) è invece il valore che corrisponde al 70-75% della soglia massima.
    Ma ovviamente queste formule sono indicative e semplificano tutti gli innumerevoli conti che dovresti fare!
    L’ unico modo serio e valido per conoscere realmente i propri limiti consiste nel sottoporsi ad esame cardiologico dal medico. Cosa che ti consiglio di fare.
    In questo modo potrai valutare se il jogging è un tipo di sport che può essere fattibile per te.

    In caso contrario, cioè se il medico stesso te lo sconsiglia, non ti dico di abbandonarlo dato che lo pratichi da molto tempo, dedica una sola giornata al jogging e iscriviti in palestra.
    In palestra sei in compagnia di altre persone e questo magari può esserti d’ aiuto anche contro il tuo malessere, e l’ istruttore può indicarti che tipo di allenamento sarà più adatto al tuo caso per dimagrire e tenerti in forma.
    Esistono moltissimi corsi di fitness, e anche l’ allenamento con i pesi con una buona scheda da seguire fa dimagrire.

    Nel jogging, il fatto di mantenere una frequenza cardiaca nella norma, non è utile per dimagrire (è la corsa in sè che fa dimagrire): una frequenza cardiaca nella norma è piuttosto indispensabile in relazione allo sforzo fisico che stai facendo, se lo sforzo è troppo elevato per il tuo fisico significa che il jogging non è l’ allenamento più adatto al tuo fisico.

  117. RISPOSTA PER ANNA: ciao Anna! Non è necessario praticare jogging tutti i giorni per dimagrire, è sufficiente correre 3 volte a settimana a giorni alterni (un giorno di corsa e un giorno di riposo) per 30-40 minuti.
    Se sei fuori allenamento, nei tuoi 40 minuti alterna corsa lenta a camminata veloce e mano a mano che acquisti resistenza aumenta la velocità della corsa nelle successive sessioni di allenamento.
    L’ importante è che il tuo allenamento sia graduale: ascolta il tuo fisico e aumenta lo sforzo piano piano, non eccedere all’ inizio o rischi crampi che poi ti fanno stare ferma finchè non passano.
    Ovvio che, oltre al jogging, per dimagrire e tenerti in forma devi abbinare una dieta sana, se vuoi dai un’ occhiata alla sezione Dietetica del sito dove trovi tanti consigli e puoi scegliere la dieta che più ti piace:
    – Dietetica Clicca qui

    Perdere 4-5 chili in un mese è molto facile se abbini dieta e attività fisica: il tuo metabolismo si riattiverà subito non appena cambi stile di vita e regime alimentare.
    Buon allenamento!

  118. RISPOSTA PER ELISA: ciao Elisa, dopo aver letto la descrizione dettagliata di tutto ciò che fai e che hai fatto, penso che l’ odiosa “pancetta” sia un fatto costituzionale nel tuo caso, non sei la sola.
    Del resto fai attività fisica con costanza, segui una dieta sana, fai i massaggi e hai fatto anche il trattamento di medicina estetica della carbossiterapia.
    I risultati sarebbero dovuti arrivare.
    Capisco anche la tua esasperazione perchè ti sei data e ti stai dando parecchio da fare: non stai solo ferma su una sedia a lavorare!
    Per quanto riguarda gli esercizi di fitness per gli addominali, c’è un articolo sul blog in cui ne sono spiegati alcuni, ora non so se li hai già fatti, comunque ecco il link:
    – Esercizi di ginnastica per gli addominali Clicca qui
    Sono consigliati sia per l’ uomo che per la donna.

    Ma l’ odiosa pancetta è comunque difficile da buttar via in alcuni casi.
    In medicina estetica, all’ ultimo congresso dell’ Isplad, è stata presentata una tecnica contro il grasso localizzato in eccesso, le Onde d’ Urto, trovi maggiori informazioni qui:
    – Le onde d’ urto contro i cuscinetti di grasso Clicca qui

    Come però ben sai, i trattamenti di medicina estetica sono costosi.
    Ovvio che i migliori risultati arrivano con la Liposuzione che però è un vero e proprio intervento di Chirurgia estetica. Trovi maggiori informazioni sulla liposuzione qui:
    – Liposuzione e Liposcultura Clicca qui

    Queste sono tutte le informazioni a tua disposizione.
    Ovvio che puoi tranquillamente continuare a condurre una vita sana con dieta e attività fisica e accettare la tua pancetta che può essere anche simpatica e non sgradevole.
    Tutto dipende ovviamente dal tuo stato d’ animo; sicuramente sei sana e in forma e quindi bella così, tutto sta a come tu stessa vivi l’ accettazione del tuo fisico.

  119. Ciao a TUTTI!!!
    ho una brutta notizia…. mi fanno male le ginocchia!!! Probabilmente correndo sull’asfalto ha provocato questo dolore. Non corro spessissimo, circa 2 volte la settimana, ma stavolta mi devo fermare. Non ce la faccio. Ho pensato, a questo punto, di recarmi al CONI a correre, ma non subito. fino a qualche giorno fa davvero mi facevano male tanto che non sono riuscito a dormire… spero sia soltanto questione di terreno. Per darvi un’idea alternavo corsa con passeggiata veloce per circa 7 km in circa 50 minuti. Le scarpe le ho prese buone, proprio per jogging. Mi potete dare un ulteriore consiglio? Grazie mille!!!! grazie, grazie, grazie!!!!

  120. Ciao a tutti.!!
    Inanzitutto ho letto tutti i commenti e tutte le risposte date dalla redazione e devo dire che siete molto professionali e molto esperti per questo volevo farvi delle domande..!!
    Ho un problema che riguardano le gambe cosce e glutei..!!Faccio il carrozziere e lavoro tutto il giorno e gioco a RUGBY da ormai 8 anni.!!quindi ho una vita un po movimentata e seguo una dieta abbastanza equilibrata perche la mattina io non faccio colazione cioe almeno una tazzina di caffe lo prendo mi faccio le paranoie perche mangiare la mattina cereali ect mi fanno venire i sensi di colpa e poi ho lo stomaco chiuso la mattina quindi non c’e la faccio propio a mangiare.!!I
    HO COSCE VERAMENTE GROSSE E NEL RESTO DEL CORPO SONO ABBASTANZA NORMALE APPARTE UN POCHINO DI PANCETTA..!!!
    IL SUGGERIMENTO DI FARE 40 MIN DI CORSA AL GIORNO E BUONA MA 40 MINUTI SONO TANTI E FARLI SENZA MAI FERMARTI E VERAMENTE DURA HO PROVATO TANTE VOLTE MA DOPO 15 MIN MI FERMO PERCHE NON HO PIU FIATO E I POLPACCI BRUCIANO TANTO.!!!
    SAPRESTE DARMI QUALCHE CONSIGLIO PER QUESTO CASO.???

  121. la marcia ad un certo numero di passi fa dimagrire comunque…..
    Faccio circa 130 passi al minuto…e vi garantisco che è un ottimo sistema per perdere peso .
    Come la pensate voi?
    grazie !

  122. RISPOSTA PER PAOLO: ciao! allora, se le scarpe da jogging le hai comprate buone, prova a ridurre il tempo che dedichi all’ allenamento: anzichè correre per 50 minuti (sono tanti), fai jogging per 30 minuti a giorni alterni (un giorno di corsa e un giorno di riposo per un max di 3-4 volte a settimana).
    Probabilmente hai forzato troppo e il risultato è il male alle ginocchia. Certo il suolo su cui corri ha la sua importanza: per la corsa sull’ asfalto ci vogliono scarpe con ottimi “ammortizzatori”.
    Per tutti i consigli sulle scarpe da jogging puoi leggere questo articolo in cui trovi utili indicazioni:
    – Salute in corsa. Clicca qui

  123. Salve,
    innanzitutto vorrei complimentarmi con voi per l’eccellente lavoro…le vostre risposte sono precise e chiare.
    Ho notato che il problema “pancetta”è decisamente uno dei piu’ trattati,quindi non mi lagnero’ ulteriormente…tanto ho capito cosa fare..
    Ma…nel caso in cui qualunque tentativo si rivelasse inutile,potrebbe essere una causa l’alcool?
    Mi spiego,1 o 2 drink alla settimana,incidono sul fattore “pancetta” anche se il resto della settimana non si sgarra,si mangia bene,si beve tanta acqua,si fa attivita’ fisica..e tutto cio’ che serve?
    Io mi sono accorta che negli ultimi 2 anni,i vestiti mi stanno piu’ stretti,parlo anche di braccia,tronco,etc..sto’ facendo molta attivita’ fisica ma…il mio scopo era rassodare non aumentare di volume..ora vorrei perdere 3 o 4 kg,cenare solo con il latte per qualche giorno puo’ aiutarmi?
    Ovviamente colazione con latte e cereali,e pranzo con pasta o carne e verdure..
    Oppure,cosa posso mangiare a cena?
    grazie…
    Eliana…

  124. RISPOSTA PER MARCO: ciao Marco, da quanto ci dici sei un tipo in forma, giochi anche a rugby! Per quanto riguarda l’ allenamento per snellire e tonificare gli arti inferiori (cosce, gambe, glutei), bastano anche 30 minuti di allenamento con il jogging per 3 volte a settimana a giorni alterni (un giorno di corsa e un giorno di riposo).
    Dato che sei molto impegnato con il lavoro puoi sfruttare la domenica come giorno di allenamento.
    Per dimagrire non è necessario correre per 30 minuti di seguito: se non sei molto allenato all’ inizio basta alternare corsa lenta a camminata veloce per un totale di 30 minuti di allenamento.
    Quindi, quando non ce la fai, cammina: la camminata veloce (a passo svelto) tonifica e snellisce lo stesso.
    Mano a mano che acquisterai resistenza inizierai a correre più a lungo e a percorrere maggiori distanze perchè aumenterai anche il ritmo della corsa: si passa gradatamente dalla corsa lenta alla corsa ad un’ andatura più sostenuta, ma il tempo che dedicherai all’ allenamento saranno sempre i tuoi 30 minuti.
    Ovvio che si tratta di un processo graduale. Il principio base per dimagrire con il jogging è aumentare mano a mano la velocità della corsa in modo da fare uno sforzo maggiore.
    Per la colazione della mattina, non avere sensi di colpa: puoi fare una sana colazione senza ingrassare, ma se hai lo stomaco chiuso è altra cosa (ma niente sensi di colpa!).

    Se il problema delle gambe grosse è un fatto costituzionale, puoi migliorare il tuo aspetto con un pò di allenamento e, ovviamente, una dieta sana.

    Se invece decidi di iscriverti in palestra, allora sarà il tuo personal trainer a farti una bella scheda da seguire con esercizi ad hoc per cosce-gambe-glutei, dipende dall’ allenamento che decidi di seguire.

  125. RISPOSTA PER LUCIANO: ciao! certo, anche la camminata veloce (o marcia) tonifica, snellisce e fa dimagrire. Per chi non è molto allenato con il jogging si consiglia infatti di alternare corsa a camminata veloce, ma anche un allenamento solo con la marcia serve a perdere peso.
    Sul blog c’è anche un articolo sui benefici e sulle calorie che si perdono anche solo camminando a passo svelto, se hai voglia di leggerlo eccolo qui:
    – Camminare: una passeggiata è meglio di una medicina Clicca qui

  126. Ciao a tutti e alla redazione, complimenti per il blog. Io sono alto 1,80 e attualmente peso 87 chili ho cominciato , anzi ricominciato a correre da circa un mese. Corro per cercare di perdere peso e per tonificare i muscoli. Fino ad ora sono andato a correre a giorni alterni. Riesco a correre per 40 minuti senza problemi facendo anceh un cambio di ritmo nella seconda metà del percorso che faccio. Volevo sapere se sto procedendo bene e se c’è una durata massima della seduta di allenamento correndo un giorno si e uno no? Nei giorni in cui non corro è consigliato fare bicicletta o è meglio riposare?
    Grazie.

  127. RISPOSTA PER ELIANA: Ciao e benvenuta tra noi! E’ si, il problema pancetta è molto comune sia per l’ uomo che per la donna.
    Riguardo a quello che ci hai scritto, se segui una dieta sana, 2 cocktail a settimana quando esci non ti fanno ingrassare; il fatto che i vestiti ti stanno un pò più stretti può dipendere dal fatto che iniziando a fare molta attività fisica oltre a dimagrire e a rassodarti aumenta anche la tua massa muscolare (massa magra), ma questo è un bene!
    Se la sera ceni solo con il latte non ti fa affatto bene, il consiglio per chi fa sport è seguire una dieta dissociata.
    Trovi tutte le indicazioni sui benefici della dieta dissociata e lo schema base da seguire cliccando qui:
    Dieta dissociata. Come combinare gli alimenti

  128. RISPOSTA PER MARCO: ciao, stai facendo un ottimo allenamento! complimenti!
    Il tempo consigliato da dedicare all’ allenamento è di circa 40 minuti per 3-4 volte a settimana a giorni alterni. Ovviamente si tratta di un tempo massimo consigliato, in pratica potresti correre anche per un’ora o di più, l’ unico risultato è che dimagrisci ancora di più e più in fretta (sempre se intendi dimagrire ancora e in fretta!).
    Nei giorni in cui non si fa jogging di solito si consiglia il riposo, ma se hai tempo e se sei allenato (da quello che ci scrivi sembra proprio di si!) puoi dedicarti anche alla bicicletta oppure ad esercizi mirati a seconda di quello che intendi potenziare.
    Per gli esercizi-fai-da-te, se ti interessa, puoi dare un occhio alla sezione del sito Ginnastica a Casa.
    Per vedere la sezione Clicca Qui: Esercizi Ginnastica a Casa

  129. ciao..sn Giulio..che tipo di programma dovrei seguire in palestra, per aumentare la forza fisica senza aumentare di troppo la massa muscolare?..vorrei solamente definire la mia struttura, senza diventare troppo pesante.. Grazie

  130. Ciao 🙂
    Ho iniziato a correre da circa un mese…e un pò è vero mi sento già un pò rassodata!
    L’obbiettivo è perdere 2/3 kili…corro circa 3 volte a settimana per circa 40/45/50 minuti ad andatura lenta, non perchè non ce la faccio ad aumentare ma per non fare il giro del paese 2 volte per arrivare ai 50 minuti…sbaglio? 45 minuti son troppo pochi?
    Sapevo che la durata dello sforzo è quella che serve per bruciare…giusto?
    Dovrei mantenere la mia andatura lenta e poi aumentare un pò e via dicendo?

    Per l’alimentazione leggendo mi ha sconvolto la necessità di nonmangiare carboidrati la sera 🙁
    Io non mangio mai la pasta (non so ma son fissata che mi faccia ingrassare) e ho paura ad integrarla…visto che son anni che nn la mangio…quindi a pranzo mangio carne/pesce + pane e verdure e frutta e la sera praticamente la stessa cosa…dovrei cambiare?

    Corro verso le 17.30….un caffè alle 16 lo posso prendere?
    Io a metà pomeriggio sento la fame 🙂

    Voglio rassodarmi, aiutare l’intestino con il movimento, e perdere un pò di centimetri alle cosce.
    It’s possible? 🙂

  131. ciao!!
    sono una ragazza di 22 anni,il mio peso è di 56 kg e sono alta 168…vorrei perdere 4 5 kg dato che questo inverno sono riuscita a prendere ben 8 kg(prima pesavo 52) purtroppo nella zona superiore del corpo sono abbastanza esile mentre il mio problema sono i glutei,l esterno cosce e i fianchi(ma nn troppo)..sarebbe possibile avere un programma di corsa per riuscire a dimagrire specialemnte sui glutei?? sono iscritta in palestra ma ancora non ho avuto tempo di farmi fare la scheda,ovviamente dirò all istruttore qual è il mio obiettivo ma temo che facendo attrezzi mirati per i glutei,si ingrossino troppo e una volta lasciati gli attrezzi diventi grasso….non so se mi sono spiegata bene! cmq accetto ogni consiglio che mi permetta di snellire il fondoschiena:D

  132. Ho 38 anni. E’ da un mese che sono a dieta. Infatti, dopo aver praticato tanti sport, non appena mi sono fermata ho preso 16 kg. Ho sempre avuto un fisico strano : gambe magre, seno prorompente (la 6^) e pancia non definita. Immaginatevi ora… Questa volta ho deciso di fare le cose per bene : dietologo ( e non ho mai sgarrato) e palestra. Per ora vado tutti i giorni. Quando posso faccio lezione di running che è completa. Se sono in ritardo utilizzo il tappeto. Sul tappeto faccio sempre 40 minuti ma non so quale allenamento seguire perchè tempo di fare massa muscolare e di non bruciare i grassi. Ho per qualche giorno corsa a 8 km/h alternata a camminata a 6,5 km/h su pendenza 14 %. In quelle occasioni non ho perso nemmeno un etto sulla bilancia. Al contrario, se corro a velocità 8 km/h pendenza 0 per 40 min (3 di corsa e uno di camminata a 6), perdo peso. sto cercando di tenere il battito cardiaco sotto 140. E’ un allenamento giusto per dimagrire (soprattutto nel punto vita e non nelle gambe) oppure devo cambiare in qualche modo? Grazie per gli eventuali consigli.

  133. RISPOSTA PER GIULIO: ciao! Se per allenamento da seguire in palestra intendi l’ allenamento con i pesi, è il tuo personl trainer a doverti consigliare la scheda più adatta perchè occorre valutare diverse cose e prima di tutto l’ età. Gli allenamenti basati eccessivamente sulla forza possono incidere negativamente su un adolescente o un ragazzo molto giovane. Infatti, nell’ adolescenza andare ad agire con sovraccarichi su una struttura ossea ancora in crescita può aumentare il rischio di fratture e traumatismi vari; questo riguarda soprattutto l’ allenamento in palestra con gli attrezzi, ma ogni buon personal trainer sa consigliare un programma di allenamento adatto.
    Inoltre eccessivi lavori di forza protratti per lunghi periodi possono causare un incremento della secrezione naturale di testosterone . Un aumento dei livelli di questo ormone facilita la prematura saldatura dei dischi epifisari delle ossa lunghe. I dischi epifisari chiamati anche dischetti cartilaginei permettono l’ accrescimento longitudinale dell’ osso e si fondono con esso in un periodo che va dall’ inizio della pubertà al termine nell’ età adulta.
    La saldatura prematura delle epifisi delle ossa lunghe causa quindi una ridotta crescita in altezza. Un incremento dei livelli di testosterone può inoltre causare la comparsa di acne severa al viso e al corpo. Occorre tener presente che SI PARLA DI CASI ESTREMI, in cui le sollecitazioni a carico dell’ organismo sono notevoli e ripetute nel tempo.
    Occhio quindi a non eccedere col fai da te nel body building, sempre meglio affidarsi ad un personal trainer in palestra. L’ allenamento vero e proprio della forza deve avvenire solo dopo l’età puberale, quando la struttura corporea è in grado di sopportare carichi e sovraccarichi. A tal proposito va sottolineata l’importanza di valutare attentamente l’età biologica (cioè l’effettivo grado si sviluppo psico-fisico) piuttosto che l’età cronologica. Per esempio a 15 anni un ragazzo potrebbe già aver terminato la crescita, mentre un altro potrebbe averla appena iniziata.
    Quindi per il tuo allenamento in palestra, anche se basato sullo sviluppo della forza e non sullo sviluppo della massa, meglio affidarti al tuo personal trainer. Non so quanti anni hai, se sei già adulto non ci sono particolari controindicazioni all’ allenamento con attrezzi e pesi.

  134. RISPOSTA PER CE LA DEVO FARE: ciao! simpatico il nick! Per quanto riguarda il tuo allenamento con il jogging, per perdere 2-3 chili bastano 40 minuti di corsa al giorno per 3-4 volte a settimana, preferibilmente a giorni alterni. Quindi se fai 45 minuti di corsa non sono pochi.
    Il fatto che fai una corsa lenta, non aiuta invece il tuo allenamento se il tuo scopo è dimagrire correndo. Per dimagrire bisogna aumentare mano a mano l’ intensità dello sforzo, bisogna cioè aumentare la velocità della corsa per bruciare più calorie.
    Ovvio che se aumenti la velocità della corsa farai il giro del paese più volte! Però è funzionale al tuo allenamento: percorrerai più strada a velocità maggiore ma sempre con i tuoi 40 minuti di corsa e brucerai più calorie.
    Per l’ alimentazione e la dieta, è sempre bene variare, quindi mangiare le stesse cose a pranzo e a cena non fa proprio bene all’ organismo.
    La pasta non fa ingrassare se mangiata in giuste dosi e se condita poco; in questo articolo trovi spiegazioni in merito:
    Alimentazione e miti da sfatare
    Un’ ottima dieta per chi fa sport è la Dieta Dissociata, facile da seguire, ti fa variare l’ alimentazione e se ti viene fame nel pomeriggio puoi mangiare frutta lontano dai pasti; lo schema base e i principi della dieta dissociata sono riportati in questo articolo:
    Dieta dissociata. Come combinare gli alimenti
    Comunque, nella sezione dietetica, trovi tante altre diete e consigli utili, per vedere la sezione dietetica clicca qui:
    Dietetica

    Infine, per rassodare gambe e cosce, puoi abbinare alla corsa degli esercizi mirati, qui ne trovi alcuni:
    Esercizi Gambe addominali glutei
    Esercizi per rassodare gambe

    Un abbraccio e buon allenamento!

  135. RISPOSTA PER ROS: ciao Ros, il jogging aiuta a dimagrire e rassodare, ma per i punti critici (gambe, cosce, glutei e fianchi) occorrono esercizi mirati se il tuo problema è di costituzione fisica. Quando si dimagrisce, è tutto il corpo a dimagrire e la sproporzione, se c’è, rimane.
    Si può comunque migliorare il proprio fisico abbinando alla corsa esercizi di allenamento mirati.
    Se ti sei iscritta in palestra sarà il tuo personal trainer a farti una bella scheda, l’ allenamento con gli attrezzi non necessariamente fa aumentare troppo la massa muscolare, quindi non ti si ingrosseranno ulteriolmente i glutei.
    Gli attrezzi migliori da usare in palestra per i glutei sono: Wave, Standing gluteus, Leg press, Leg curl, Abductor. Sarà il tuo personal trainer a consigliarli.
    Se invece vuoi fare un buon allenamento con il fai-da-te, fai jogging per 3-4 volte a settimana a giorni alterni per 30-40 minuti, oppure basta anche la cyclette come riscaldamento, e abbina esercizi mirati per gli arti inferiori, qui ne trovi alcuni:
    La GAG fai da te: gambe, addominali, glutei
    Esercizi per le gambe

    L’ allenamento GAG lo trovi anche in palestra con i corsi ed è molto utile.

    Ovvio che, all’ attività fisica devi abbinare una sana dieta, nella sezione dietetica trovi molti consigli e diete utili tra cui scegliere a seconda delle tue esigenze, se vuoi puoi dare un’ occhiata qui:
    Dietetica

  136. RISPOSTA PER STEFANIA: ciao! L’ allenamento con la corsa, anche in palestra, di certo aiuta a dimagrire in tutto il corpo, ma agisce principalmente sugli arti inferiori (gambe, cosce, glutei).
    Se il tuo problema di costituzione fisica riguarda una sproporzione sugli arti superiori, puoi usare la corsa come riscaldamento ed eseguire esercizi mirati per braccia, seno e addominali.
    In palestra è il tuo personal trainer che può consigliarti una scheda adatta, alcuni esercizi efficaci per gli arti superiori sono questi:
    Esercizi per braccia e seno
    In particolare, per migliorare il profilo di braccia, spalle e seno sono indicati sport come nuoto, tennis, ganci e destri tirati con l’ aero-boxe in palestra.
    Utilissimi per gli arti superiori anche i corsi di Rowing, trovi tutto sui benefici del Rowing in questo articolo:
    In palestra col Rowing
    Il rowing, il canottaggio al chiuso, fa lavorare gli arti superiori e anche gli addominali, cioè i tuoi punti critici.

    Infine, il fatto che con la corsa in pendenza (simulazione della salita) dimagrisci di più, può dipendere dal fatto che sei allenata e necessiti di uno sforzo fisico maggiore per bruciare calorie, ma questo è un bene!

  137. ciao..sn una ragazza di 17 anni..non ho la possibilità di andare in palestra..vorrei perdere qualche chiletto..soprattutto sulle cosce e sui glutei come faccio?

  138. Ciao Nicol e scusa innanzitutto per il ritardo nella risposta, ma abbiamo avuto molti impegni di lavoro in questi giorni.
    Per quanto riguarda la tua domanda, perdere qualche chilo di troppo non è difficile con un’ attività fisica mirata e una dieta equilibrata.
    Cambiando lo stile di vita e l’ alimentazione, riuscirai a perdere quei 3-4 chili di troppo in un mese. Se non hai la possibilità di iscriverti in palestra, per snellire soprattutto cosce e glutei è indicato un allenamento con la cyclette, trovi uno schema base di allenamento qui:
    Allenamento con la cyclette o con la mountain bike: come iniziare

    Ottima anche la GAG fai-da-te (allenamento Gambe-Addominali-Glutei), trovi tanti consigli ed esercizi utili da fare a casa in questo articolo:
    Esercizi Gambe addominali glutei. La GAG fai da te

    Altri esercizi utili a snellire gambe-cosce-glutei con la ginnastica a casa sono quelli descritti in questo articolo:
    Esercizi per rassodare gambe, cosce e glutei con l’ allenamento fai dai te

    Per quanto riguarda invece la dieta da abbinare all’ attività fisica, per chi svolge un’ attività fisica costante è consigliata una Dieta Dissociata che è di facile applicazione, trovi le spiegazioni qui:
    Dieta Dissociata: come combinare gli alimenti

    Oppure puoi dare un’ occhiata alla sezione Dietetica del sito e scegliere la dieta che preferisci e fa al tuo caso, per vedere al sezione Dietetica clicca qui sotto:
    Dietetica

    Sperando di esserti stati utili! Buon allenamento !

  139. Ciao mi chiamo Valentina, ho 31 anni, per motivi di lavoro sto parecchi mesi fuori casa e mi viene tecnicamente impossibile essere costante nella corsa, perciò l’unica cosa che posso fare è ricominciare tutto daccapo ogni volta che ritorno.
    Attualmente sono a dieta (seguita da un nutrizionista), peso 80 kg, ne devo perdere almeno 15…
    Vado a correre quasi ogni mattina per 30 minuti, alternando 8 minuti di corsa e due di camminata veloce, la mattina presto e a stomaco vuoto.
    Nei vostri articoli ho letto che bisognerebbe aumentare distanza ed intensità, però non ho capito se una volta raggiunti i fatidici 40 minuti posso proseguire così o devo aumentare ancora.
    Per varie esigenze non ho mai tanto tempo e comunque preferisco mantenere l’abitudine di correre la mattina presto, però oltre i 40 minuti non potrei anche a causa di vari impegni.
    Inoltre, può sembrare una fissazione, ma svegliarmi la mattina e sapere che devo correre per un’ora è ben diverso che sapere di dover correre per un’ora. Siccome credo sia importante la costanza prima di tutto, questi famosi 40 minuti a giorni alterni sarebbero per me la soluzione più adatta.
    Pretendo troppo???
    attendo vostri consigli.
    Grazie e complimenti per il vostro blog

  140. Mi sono persa e spiegata male alla fine della mia mail!
    Intendevo dire che mi costa meno fatica svegliarmi la mattina e sapere che devo correre per 40 minuti piuttosto che per un’ora. Credo(ditemi se sbaglio) che la componente psicologica sia importante.
    Non sono una gran sportiva ma la corsa mi dà piacere e la carica giusta per iniziare la giornata, spero che 40 minuti siano sufficienti a raggiungere dei risultati.
    Sento pareri da qualunque parte, purtroppo negativi, sul fatto che solo il body building faccia dimagrire, ma francamente non sono d’accordo: credo di conoscere le esigenze del mio corpo e fatico molto di più nella corsa di 40 minuti che in due ore di palestra.

    Grazie di nuovo
    Valentina

  141. Ciao Valentina! La corsa è uno sport adatto un pò a tutti e fa dimagrire, quindi è vero che non bisogna andare necessariamente in palestra e fare esercizi con i pesi.
    Se il jogging ti rilassa e ti fa stare bene con te stessa, perchè no? Lo sport ti deve anche e soprattutto piacere, altrimenti lo abbandoni.
    Detto questo, 30 minuti di corsa sono sufficienti, i famosi 40 minuti sono solo consigliati, e comunque nei 40 minuti si possono alternare corsa e camminata veloce senza pretendere l’ impossibile dal fisico.
    Per ottenere benefici e dimagrire certo ci vuole un pò di costanza prima di tutto, correre per 2-3 volte a settimana va già bene.
    Inoltre è vero che bisogna, mano a mano che si va avanti con l’ allenamento, aumentare la velocità della corsa. Questo processo verrà comunque da sè col tempo e in base al tuo fisico: quando il fisico è più allenato, riuscirai da sola a correre ad un’ andatura più sostenuta.
    Ma farai sempre i tuoi 30-40 minuti di allenamento: quando aumenterai l’ intensità e la velocità della corsa, riuscirai a coprire distanze maggiori sempre in 30-40 minuti, semplicemente perchè rispetto a prima correrai un pò più velocemente. E’ solo un fatto matematico: più velocità, più distanza percorsa nei 30-40 minuti, più calorie bruciate! Non serve un’ ora di allenamento: è eccessiva.
    Comunque è sempre importantissimo ascoltare il proprio fisico e non strafare, soprattutto all’ inizio, è l’ allenamento costante che ripaga, e solo così il tuo fisico (col tempo) potrà fare di più.

  142. Ciao Manuela. Grazie per la tua risposta super-esauriente, avevo bisogno di informazioni più dettagliate da chi è appassionato di corsa e quindi conosce bene l’argomento.
    Procederò con la corsa a giorni alterni, per ora riesco a fare tranquillamente 40 minuti e mi accontento perchè, come hai detto tu stessa nella risposta, la costanza è la cosa più importante.
    Inutile secondo me “ammazzarsi” con un allenamento troppo faticoso per il nostro fisico e/o le nostre abitudini per poi sentirsi “arrivati” non appena si raggiunge il peso forma.
    Mi piace alzarmi la mattina, andare a correre e poi una bella doccia, mi fa sentire completa. Il pensiero di dover trascorrere più di due ore chiusa in palestra invece mi fa venire la depressione solo al pensiero.
    Ero dubbiosa perchè la persona che mi ha dato la dieta insiste con questo benedetto body building e mi ha fatto venire le paranoie.
    Grazie ancora.

  143. ciao…mi chiamo mario ho 17 anni,sono alto 1,75 e peso 76 kg…vorrei perdere peso alle gambe,glutei e fianchi volevo qualche consiglio su come fare visto che da poco ho avuto regalato un tapis roulant…x favore “help me”

  144. Buonasera, sono Alberto.
    Spiego brevemente la mia situazione: ho 20 anni, sono alto 1,84m e peso 76 kg. Fino all’ottobre dell’anno scorso, pesavo parecchio…sono arrivato a toccare i 98 chili,ahime. Con impegno, costanza, e grazie l’aiuto di un dietologo e di una dieta, associata alla palestra, sono riuscito a stabilizzarmi con il peso (oscillo sempre fra i 75 o 76). Mi considero dimagrito, ma il problema mio è che, essendo prima un po’ robusto, porto ancora con me qualche piccolo residuo, specialmente nei pettorali (si nota un pò di grasso), nei fianchi (quei fastidiosi rotolini) e nella pancia, che ancora vedo un po, e che mi danno decisamente fastidio …

    Ho letto questa guida che ritengo molto completa, però vorrei sapere se nel mio caso specifico (considerata l’età, il mio peso, e che comunque ancora qualche residuo c’è) se posso fare qualcosa in particolare affinchè possano essere soltanto un ricordo…

    Al momento, considerati i miei impegni, in una settimana riesco ad andare 2 giorni in palestra e 2 giorni cerco di fare del movimento (corsa alternata a partitelle di calcio) …

    Un’ultima cosa: per i fianchi, utilizzo una di quelle fasce elastiche spesso pubblicizzate.. che intensificano il sudore in quel punto specifico…mi consigliate di continuare a tenerla, o posso farne anche a meno?

    Grazie mille, confido nella redazione.

  145. Ah dimenticavo i motivi della palestra: faccio body-building, consigliata per potenziare la massa muscolare, visto il gran dimagrimento di qualche mese fa. 🙂

  146. ciao a tutti, sono marghe, ho già messo in pratica alcuni vostri consigli che sono davvero utili e preziosi e vi ringrazio per questo! volevo però sapere come mai, anche se bevo, come tutti consigliano, 1 litro e 1/2, 2 litri di acqua al giorno, non riesco ad andare in bagno spesso, anzi.., come poter rimediare allora a questo problema?grazie mille

  147. RISPOSTA PER MARIUZZO: ciao! L’ allenamento sul tapis roulant è simile a quello del jogging o corsa su strada e ottimo per rassodare gli arti inferiori (gambe, glutei, finachi).
    Il tapis roulant è anche chiamato pedana da jogging, quindi di fatto ai fini del correre per dimagrire SI POSSONO OTTENERE GLI STESSI RISULTATI sia con il jogging o corsa all’ aperto sia con la corsa a casa sul tapis roulant, ma sempre applicando le regole fondamentali dell’ allenamento del jogging e imparando ad usare correttamente il tapis roulant come attrezzo fitness.
    Anche sul tapis roulant infatti bisogna aumentare mano a mano l’ intensità e lo sforzo della corsa. Con i moderni tapis roulant è possibile aumentare lo sforzo della corsa in diversi modi: puoi modificare la velocità e/o l’ inclinazione del piano di corsa (simulando la corsa in salita).
    Il tapis roulant offre la possibilità di allenarsi quando si desidera, sia quando fuori piove o fa troppo caldo oppure di correre di sera quando si ritorna dal lavoro piuttosto che correre al buio all’ esterno.
    Ovvio che, se hai iniziato da poco un programma di allenamento, i risultati non si hanno subito, di solito miglioramenti significativi nel fiato e nella resistenza muscolare si hanno dopo un mese di allenamento costante. IL SEGRETO E’ NELLA COSTANZA. Devi porti piccoli obiettivi da raggiungere di volta in volta: non pretendere tutto e subito.
    Il tuo corpo si deve adattare piano piano alla corsa. Puoi arrivare ad un’ attività intensa di allenamento solo in maniera graduale.

    Per migliorare la resistenza e il fiato inizia con una CORSA CONTINUA MA LENTA, con velocità uniforme; solo se te la senti aumenta eventualmente l’ andatura col trascorrere dei minuti.
    Basta allenarsi per 3 giorni alla settimana a giorni alterni per circa 30-40 minuti.
    Mano a mano che sarai più allenato aumenta la velocità della corsa per fare più sforzo e bruciare più calorie, questo è comunque un processo graduale: impara ad ascoltare il tuo corpo.

  148. ciao, sono antonio 41, da metà settembre oltre alla corsa ho iniziato a praticare arti marziali, precisamente ju jidsu ma la pancetta ancora non va via nonostante tutta questa attività fisica. cosa mi consigli, ciao a presto.
    antonio 41

  149. Redazione…io attendo ancora speranzoso una vostra risposta…ogni giorno vengo qui nella speranza di trovarla…e invece….

    😀

  150. RISPOSTA PER ALBERTO: ciao! eccoci qua! Scusaci, ma purtroppo per te (e buon per noi!) ci sono molte persone a cui dobbiamo rispondere nel blog, e non solo in questo articolo, quindi a volte i tempi di risposta non sono proprio immediati, ma non ci dimentichiamo mai di nessuno!
    Tornando a te, dato che come ci scrivi vai in palestra, avrai un tuo buon personal trainer che ti segue già. Per quanto riguarda invece il fai-da-te a casa, il tuo problema a quanto dici non è tanto dimagrire, dato che hai seguito una dieta da un dietologo, ma eliminare un pò di grasso in eccesso che ti è rimasto su pettorali, fianchi e pancia.
    In questo caso, oltre alla tua sana corsa di riscaldamento (puoi usare anche la cyclette in alternativa) devi abbinare degli esercizi mirati.
    Premesso che gli addominali sono cosa molto molto faticosa da ottenere (armati di tanta costanza e pazienza), per il fai-da-te trovi molti esercizi utili per la fatidica pancetta qui:
    Esercizi di ginnastica per gli addominali e per rimodellare la pancia

    Per i pettorali invece sono ottimi i classici piegamenti sulle braccia a terra; se vuoi rendere un pò più complicato e completo l’ esercizio, puoi prendere spunto da questo:
    Allenamento per braccia, pettorali, glutei e gambe: piegamenti sulle braccia con sollevamento delle gambe

    Infine, per quanto riguarda la pancera di neoprene o la fascia elastica che usi per i fianchi, è spesso venduta come un qualcosa che dovrebbe aiutare a sudare di più e quindi a dimagrire, ma tutti questi benefici non sono molto evidenti (al di là della trovata commerciale del prodotto). In teoria, mettendola intorno ai fianchi dovrebbe farti dimagrire solo i fianchi, ma in realtà a sudare è tutto il corpo!
    Quindi, di fatto non ci sono controindicazioni nell’ usarla, ma il dubbio è sull’ effetto dimagrimento dei fianchi. Se le tue maniglie dell’ amore sono un fatto costituzionale (cioè di costituzione fisica) non è la fascia elastica che te le elimina, ma fa di più la palestra che segui 2 volte a settimana!
    Comunque, consiglio spassionato: già sei dimagrito, ed è un ottimo risultato, impara ad accettarti di più ora che sei più bello di prima e con la costanza nell’ attività fisica migliorerai ancora.

    Un abbraccio e buon allenamento!

  151. RISPOSTA PER MARGHE: ciao e ben tornata! Il fatto che anche se bevi molta acqua non vai al bagno spesso, può dipendere dal fatto che soffri di ritenzione idrica, nulla di grave, quasi tutte le donne ne sono afflitte e non è una malattia! Dipende dal ciclo mestruale e in alcune è più accentuata, in altre meno.
    Comunque può aiutarti l’ uso di un integratore a base di estratti naturali che aiuta a sgonfiarsi, disintossicarsi ed eliminare il problema della ritenzione idrica (liquidi in eccesso). Un’ ottima soluzione è ad esempio Biodrain (si compra in farmacia) che però per essere efficace (come tutti gli integratori!) va associato, oltre all’ attività fisica, ad una dieta. L’ integratore da solo e senza una corretta alimentazione fa poco, ma con una buona dieta aiuta!
    Se ti vuoi informare sulle novità degli integratori naturali, puoi consultare questo articolo:
    Via il gonfiore invernale: più leggeri con due diete veloci disintossicanti

    In fondo all’ articolo trovi alcuni suggerimenti sugli ” Integratori che depurano ” e aiutano ad eliminare la ritenzione idrica.
    Cerca inoltre di mangiare molta insalata.

  152. RISPOSTA PER ANTONIO 41: ciao! ben tornato e complimenti per la scelta del ju jidsu.
    Purtroppo però la tua fatidica pancetta non se ne va.
    Quando la pancetta permane nonostante tanta attività fisica costante, si tratta di costituzione fisica e in questo caso ci sono solo 2 soluzioni: la prima è accettarti così come sei, la seconda è ricorrere alla medicina o alla chirurgia estetica come fanno tantissimi (e tu neanche immagini quanti!) tuoi colleghi uomini che proprio la pancetta non la sopportano.
    A te la scelta! Se la pancetta ti dà così fastidio, nulla di male ad affidarsi ad un buon chirurgo estetico. I tuoi colleghi maschietti (così non ti senti solo!) ricorrono spesso a questi trattamenti:
    Chirurgia estetica uomo: chirurgia dei pettorali, trapianto dei capelli e liposuzione ai fianchi gli interventi più gettonati

    Per eliminare l’ eccesso di grasso accumulato sulla pancia, la soluzione migliore che dà risultati immediati ed ottimali è certamente l’ intervento chirurgico di liposuzione addominale.
    Ma anche la medicina estetica offre una vasta gamma di trattamenti che sono meno invasivi e richiedono però diverse sedute per ottenere risultati.

    Se vuoi avere maggiori informazioni e una visita da uno specialista per risolvere il tuo problema, puoi lasciare una richiesta sul sito di Esteticalive.it con i tuoi dati e il tuo numero di telefono, sarai ricontattato dal chirurgo stesso; il sito di Esteticalive.it è specializzato in medicina e chirurgia estetica con uno staff di medici specializzati e professionali in tutta Italia.
    Per saperne di più sulla liposuzione addominale e per lasciare eventualmente la tua richiesta clicca qui:
    Liposuzione Addominale Uomo

  153. Intanto grazie mille per la risposta!

    Be’ si… quello che voglio io soprattutto è tofinicare e rassodare… e rimuovere, o quanto meno diminuire questa pancetta, con annessi fianchi e questo piccolo eccesso nei pettorali…

    seguiro’ per filo e per segno questi esercizi consigliati , a casa… nei giorni in cui non avrò palestra…in modo tale da unire entrambe le cose, e magari un pò di cyclette (che possiedo a casa) visto che per il momento, le cattive condizioni atmosferiche non mi permettono di correre costantemente (a meno che, il mio scopo non sia quello di un’influenza ogni 3 giorni…ehehehe)

    un’ultima cosa… credete sia importante, o quanto meno complementare l’uso di una crema che possa aiutare questo processo di rassodamento? Ho sentito parlare di qualche prodotto… consigliate?

    Grazie ancora.. comincio.. 😀

  154. SONO ANTONIO 41; ti ringrazio per i consigli, ma mi sono dimenticato di dirti che nei mesi di luglio, agosto e metà settembre non ho svolto nessuna attività fisica dopo che ho interrotto la corsa per una tendinite al piede sinistro, solo dal 15 settembre ho iniziato a praticare il ju jidsu. Pertanto, cosa mi consigli per eliminare la pancetta; Ti ringrazio in anticipo e scusami se sono ripetitivo.
    antonio

  155. RISPOSTA PER ALBERTO: un prodotto cosmetico specifico abbinato all’ attività fisica può aiutare contro pancetta e grasso localizzato; considera comunque che i prodotti cosmetici da soli non fanno miracoli: vanno sempre abbinati a sport e dieta.
    Per consigli sui prodotti specifici per l’ uomo puoi vedere questo articolo:
    Novità Linea Uomo: crema addominali e integratore alimentare contro la pancetta della Collistar

    Buon allenamento e alla prossima!

  156. RISPOSTA PER ANTONIO 41: contro la fatidica pancetta ci vogliono molto impegno e costanza, puoi abbinare all’ attività fisica che già svolgi degli esercizi specifici per gli addominali da fare a casa. Non so se li hai già visti sul blog, comunque eccone alcune utili:
    Esercizi di ginnastica per gli addominali e per rimodellare la pancia

    Se poi, nonostante l’ esercizio e la costanza, la pancetta non se ne va, allora è un fatto di costituzione fisica e le soluzioni sono quelle della risposta precedente.
    Considera comunque che risultati apprezzabili si vedono dopo 3-6 mesi di allenamento costante.

  157. salve, volevo sapere se io faccio una corsetta di circa 40minuti
    e faccio pesi..posso eliminare l’adipomastia? in che modo
    posso eliminare un pò piu velocemente questo grasso localizzato sotto i pettorali?
    è colpa anche dell’alimentazione? cosa mi consigliate di mangiare per ridurla ulteriormente?
    mi consigliate qualche integratore?spero che mi siate di aiuto almeno voi…aspetto risposta

  158. Ciao e grazie in anticipo per il tuo tempo, ho letto oggi metà di questa pagina (lunghissssssima bellissssima), mi chiedevo se potresti consigliarmi dei libri libretti o manuali che insegnino le basi del jogging ed argomenti correlati (alimentazione… stretching…).

    Ho cominciato a correre circa 6 mesi fa, completamente autodidatta, imparando solamente dalle “vocine” del mio corpo, ma vorrei essere sicuro di non commettere errori e rendermene conto tra mesi a danno fatto.

    Grazie!

  159. ciao a tutti e sopratutto alla redazione che da quanto letto da sempre consigli utili…comunque il mio problema”anche se a dir la verita non e proprio un problema”ma piu un consiglio..sono alto 1,75 peso 74 e ho 18 anni e vorrei sapere quale e il peso forma x un ragazzo della mia eta..lo chiedo perche anche se non ho un peso cosi eccelso,purtroppo ho un po la pancetta i fianchi e le gambe cicciotte,e mi chiedo spesso se questo e dovuto al mio passato da obeso ??? per favore consigliatemi voi qualcosa!!!!

  160. redazione io vengo qui sul blog tutti i giorni aspettandomi una vostra risposta…o almeno un consiglio…xo niente…x favore rispondete al piu presto xke dovrei cominciare la palestra… grazie!

  161. RISPOSTA PER LUCA 92: ciao, il grasso localizzato (grasso in eccesso) nella zona dei pettorali maschili è definito Ginecomastia Falsa perchè di solito dovuto ad un’ alimentazione errata, scarsa attività fisica e obesità (come tu descrivi riguardo al tuo passato).
    Puoi usare il jogging come riscaldamento, ma per ridurre il grasso in eccesso dai pettorali occorre fare esercizi mirati. Se vai in palestra, chiedi al tuo personal trainer di farti una scheda di allenamento ad hoc.
    Anche l’ alimentazione è importante, non esiste una dieta che faccia dimagrire solo sulla zona dei pettorali, segui piuttosto una dieta equilibrata che ti tenga in forma. Per chi pratica attività fisica costante è indicata una Dieta Dissociata, trovi maggiori indicazioni in questo articolo:
    Dieta dissociata. Come combinare gli alimenti – Esempio e schema dei sette giorni

    Un buon integratore alimentare da abbinare a dieta ed attività fisica è Bolina di Pool Pharma (costo € 29,00 in farmacia) e serve PER REGOLARE IL METABOLISMO DEGLI ZUCCHERI e anche per il senso di fame (utilissimo contro fame nervosa e attacchi di fame), va preso prima dei pasti.

    Se nonostante la palestra e la dieta, il grasso localizzato dai pettorali non se ne va (considera che i risultati si hanno solo dopo almeno 6 mesi di allenamento costante), l’ unico rimedio è l’ intervento di liposuzione dei pettorali, trovi tutte le spiegazioni sulla Ginecomastia Falsa e l’ intervento chirurgico in questo articolo:
    Ridurre e modellare i pettorali maschili nei casi di ginecomastia: liposuzione pettorali e chirurgia dei pettorali

  162. RISPOSTA PER ROBERTO: ciao e benvenuto fra noi! Il jogging è un tipo di allenamento fai-da-te molto naturale, per cui la cosa più importante da seguire è quello che tu stai già facendo: ascoltare il proprio corpo e non forzarsi troppo.
    Le basi del jogging sono semplicissime, proprio come quelle descritte nell’ articolo, l’ unica accortezza importante sono le scarpe adatte (unica spesa che si deve fare), trovi maggiori indicazioni in questo articolo:
    Salute in corsa

    Invece, per quanto riguarda lo STRETCHING, fondamentale a fine allenamento per evitare fastidiosi crampi, un libro facile da seguire completo di Dvd a costo modico è questo:
    STRETCHING mattina e sera

    Per l’ alimentazione e il corretto stile di vita, un libro molto completo per una corretta autovalutazione è questo:
    La guida al benessere

    Buon allenamento, sperando di averti dato consigli utili!

  163. RISPOSTA PER FRANCO: ciao! e scusaci per il ritardo nella risposta, ma (buon per noi!) sono arrtivati parecchi post anche su altri articoli del blog e ci abbiamo messo un pò per riuscire a rispondere a tutti. Comunque, eccoci qua, non ci dimentichiamo mai di nessuno!
    Riguardo alla tua domanda, per CALCOLARE il tuo PESO FORMA, qualche giorno fa abbiamo pubblicato un articolo che ti aiuta nei calcoli, eccolo qui:
    Peso-Forma e salute: normopeso, sovrappeso, obeso. Come calcolare il peso corporeo corretto

    Invece, per “pancetta”, fianchi e gambe, dato che vai in palestra (da quanto scrivi), fatti fare un bel programma con esercizi specifici dal tuo personal trainer.
    Ovvio che, oltre all’ attività fisica, per restare in forma occorre anche una dieta equilibrata.

  164. buona sera…girovagavo per i siti e mi sono trovata in questo, ch trovo molto ma molto interessante infatti ho letto tutti i post……avrei bisogno di alcuni cosigli. Vorrei dimagrire ma non ci riesco..premetto che per 3 settimane ho fatto 1 ora di camminata veloce quasi tutti i giorni, in più ho seguito la dieta del mio dietologo e mi sono imposta di bere almeno 1 litro e mezzo di acqua perchè il più delle volte, diciamo quasi spesso, non sento necessità di bere…detto questo non ho perso nulla, il mio peso e rimasto invariato… Ho 26 anni sono alta 1,65 e peso 74…all’incirca dovrei perdere 10kg…ma come fare??? come attività fisica però vorrei sempre fare la corsa perchè mi rilassa molto e mi carica… negli ultimi 3 anni sono passata da un po’ di dietologi, e pur facendo attività fisica non sono mai riuscita a perdere questi kg.sono molto sfiduciata, e non so più cosa fare, visto che tutto si ripercuote sul mio umore e sulla mia vita..quali suggerimenti mi potete dare??? grazie e aspetto vostre notizie con ansia…

  165. Ciao, ho appena finito di leggere l’articolo e i successivi commenti con grande interesse. Credo proprio che metterò questo blog tra i preferiti 🙂
    Ma veniamo al “problema”.
    Ho appena compiuto 40 anni (anche se, a detta di tutti, ne dimostro una decina in meno), sono alta 1.62 cm e peso 50 kg… in estate, però, tendo a perderne naturalmente uno o due visto che vado al mare e mi muovo decisamente di più.
    Ho la taglia 40/42 ma evito di mettere gonne (sigh…) perchè le mie gambe non mi piacciono; vorrei eliminare la ciccetta all’interno delle ginocchia e vorrei sgonfiare caviglie e polpacci (prendo la pillola, magari influisce anche questo).
    Vorrei iniziare a correre perchè credo che potrei “asciugarmi” dalla vita in giù (dalla vita in su non ne ho bisogno, ho la pancia piatta e zero grasso superfluo)… che ne dite?
    Avrei intenzione di acquistare un tappeto motorizzato e in estate, magari, fare qualche corsa anche all’aperto.
    Inoltre m’incuriosisce molto la cavitazione ad ultrasuoni… credo che la riserverei come ultima ratio nel caso in cui la corsa non dovesse sortire gli effetti sperati.
    Attendo con ansia i vostri pareri e suggerimenti sulla corsa e sulla cavitazione, riferiti ovviamente alla mia persona 🙂

  166. ciao,sono claudia.. finalmente sono riuscita a trovare un sito che mi dia informazioni utili..:) cercavo un consiglio da un esperto riguardo il mio problema:
    Sono molto giovane (15 anni,peso 58kg e alta 1.61) però nonostante l’età voglio fare qualcosa per le mie gambe..sono 1 bel pò cicciottele e con loro anche il sedere. Inizialmente ho provato a rivolgermi a un massaggiatore,il quale mi ha riferito che il mio problema era grasso posizionato un pò in tutte le zone della gamba;ma anche e soprattutto ritensione idrica,e che non poteva agire ora a causa della mia età in quanto crescendo il mio fisico sarebbe mutato. Perciò l’unica cura che mi ha consigliato è stata fare tanta attività fisica.
    Per questo motivo da settembre ho iniziato a fare 4 giorni alla settimana la camminata veloce al tapiroulan a 4.5 km/h, poichè oltre a questa attività fisica ho iniziato ad andare a scuola di ballo latino-americana.
    Verso dicembre ho aumentato i tempi fancendo un’ora di camminata,più precisamente 20 minuti in pianura,20 con un’inclinazione di 5.5 e altri 20 minuti poi sempre in pianura…in più ho iniziato a bere una bottiglia al giorno di acqua da 2 litri..
    Il punto è che purtroppo non sono dimagrita granchè,ho perso un kilo nonostante mi sia trattenuta nel mangiare durante le feste..! ho notato solo che il seno è dimagrito un bel pò..proprio per questo gradirei tanto un consiglio..e inoltre volevo sapere se per ora è meglio fare la corsa?, che asciuga molto di più della camminata (e poi magari per rassodare fare la camminata)..tenendo conto però del fatto che non vorrei che con la corsa perdessi ancora di più il seno..e in particolar modo al fatto che per giugno vorrei davvero essere 1 bel pò dimagrita..(sempre se si può tener conto..:)..) Grazie..

  167. ciao sono sempre io…vengo a controllare ogni giorno il blog aspettado una risposta:) e cmq mi sono accorta di non aver detto che purtroppo le mie gambe sono così anche a causa della costiuzione visto che ho un’ossatura un pò spessa e di conseguenza anche le caviglie sono robuste…quindi vorrei che teneste conto anche di questo fatto anche se io vorrei tanto che il problema della costituzione non mi trochi dal principio…cioè spero di poter fare comunque qualcosa…:( attendo una risposta:) grazie

  168. ciao, sono Maya..mi accorgo solo ora di questo splendido sito..dunque ne approfitto per chiedere qualche consiglio… Ho 26 anni, peso 47 kg e sono alta 165.. ho fatto sport fino ai 20 anni ma poi, essendo molto pigra, ho mollato tutto…inoltre in questi anni mi sono accorta di avere problemi di circolazione…capillari in vista, cellulite ma soprattutto ritenzione idrica…il mio scopo non è quello di dimagrire ..anzi dovrei ingrassare un pò, però vorrei almeno rassodare gambe e glutei…cosa devo fare??
    p.s ho iniziato un corso di tip tap pochi giorni fa è solo una volta la settimana …ma, almeno ho iniziato a far qualcosa no??!Un bacio Maya

  169. io ne devo perdere ventoi sto andanado un giorno si e uno no ma in 3 sett ho già perso 9 kg me ne mancano lo stesso venti speriamo di resistere
    perchè ,mi alzo alle 9 finisco di lavorare alle 16 vado a correre finisco per le 17 più di 30 min nn riesco ancora a fare con streching ci metto 1 h e poi vado a scuola fino alle 11 di sera
    se avessi più tempo magari riuscirei anche a controllare di più anche l’alimentazione

  170. salve il mio nome è tiziana mi capita spesso ke quando corro o mi muovo velocemente sui fianchi e sulle gambe provo n fastidioso prurito seguito da un eccessivo rossore cosa puo’ essere??sono moltro preoccupata rispondetemi per favore