Iniziare a fare sport a 40 anni fa bene soprattutto ai pigri

di Mariella 1

 Quando arriva la primavera anche i pigri sentono il bisogno di muoversi, ma se non si è più “ragazzini” tornare in palestra o fare un pò di jogging sembra troppo faticoso, invece non è così: lo sport fa bene soprattutto a chi è fermo da tempo oppure a chi ha passato i 40 anni. Se l’ attività fisica è regolare e va di pari passo con un’ alimentazione sana, niente fumo e poco alcol, la ricompensa è grande e il rapporto con il corpo migliora. Ma quanta fatica e quanto tempo bisogna mettere in conto? Meno di quello che si pensa! E’ normale, dopo anni di inattività, avere l’ impressione di essere rigidi e arrugginiti. Finchè non lo mettiamo alla prova, il corpo è come una macchina di cui non conosciamo le possibilità. Per prendere confidenza basta cominciare per gradi: non bisogna volere tutto e subito, se si fa sport un giorno è bene riposarsi almeno per i due giorni successivi. Su un’ ora di allenamento è meglio intervallare gli esercizi con delle pause per evitare dolori inutili e scoraggianti. I muscoli con l’ inattività non arrugginiscono affatto: nel giro di due mesi riprendono a funzionare al meglio e sono pronti per nuove sfide. Per il gentil sesso il problema è un altro: sono molte le donne che non si iscrivono in palestra perchè temono di sottrarre tempo alla famiglia e al lavoro. Ma basta capire che dedicare un pò di tempo a se stessi e al benessere del corpo è un investimento a proprio favore, e se si sta bene è anche più facile andare d’ accordo con chi è vicino. Lo sport aiuta a recuperare la dimensione di gioco e divertimento che spesso viene trascurata per dare spazio a doveri e responsabilità familiari. Il che contribuisce a valorizzare anche il rapporto con figli e marito. Un altro freno tipicamente femminile è la paura di fare brutte figure o di provare imbarazzo. Ci si vede alla lezione di aerobica lente e con il fiatone. Ma alla prova dei fatti si scoprono invece energie insospettate. Se all’ inizio si è impacciate, si può comunque provare da sole con un pò di sana corsa all’ aria aperta oppure con un personal trainer in palestra, per passare poi a un corso con altre persone. Le alternative non mancano, basta voler iniziare!

Alcuni consigli per chi vuole iniziare a fare jogging:
– chi ama fare jogging deve sempre alternare un chilometro di corsa a qualche minuto di camminata veloce, così articolazioni e muscoli possono recuperare la fatica;
– durante l’ attività fisica non bisogna superare i 150 battiti cardiaci al minuto, misurarli è facile con un cardiofrequenzimetro che si compra in tutti i negozi di sport;
– è importante fare un pò di stretching alla fine dell’ allenamento.

Vedi anche: Le regole del jogging

Commenti (1)

  1. A chiunque, ma soprattutto a chi non è più….un bambino……..consiglio la lettura di questo libro – http://www.macrolibrarsi.it/libri/__i_cinque_tibetani_1.php?cid=7&sid=209 – che non richiede chissà quali competenze e conoscenze per essere capito, apprezzato e, soprattutto, per metterne in pratica le indicazioni (c’è in diverse edizioni ma suggerisco di orientarsi verso quella in cui è scritto chiaramente che l’autore è Peter Kelder). In proposito c’è anche del materiale online, ma per evitare di capitare in siti con informazioni fuorvianti, magari è meglio cominciare dal libro originale 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>