Hydrospinning per gambe, glutei e cellulite

di Mariella 1

 Dall’evoluzione delle attività dell’ Acqua Fitness nasce l’ Hydrospinning: i cultori della cyclette hanno sommato i vantaggi prodotti dalla pedalata a quelli offerti dalla ginnastica in acqua e la (non più) tradizionale bicicletta da spinning è stata “calata” nell’acqua della piscina.
L’ Hydrospinning si è rivelato ottimo per tonificare gambe e glutei, per combattere la cellulite e per ottimizzare il funzionamento del sistema cardiovascolare. L’ Hydrospinning si pratica in sella all’ hydrobike, una particolare cyclette costruita in acciaio inox per evitarne il deterioramento, che permette di pedalare immersi nell’acqua. Ancorata al fondo della piscina, la bicicletta appare interamente immersa, escluso il manubrio, che affiora dall’acqua. Il sellino, come il manubrio, è regolabile, per fissare l’altezza dal fondo della vasca e permettere a ciascun hydrobiker di raggiunge l’assetto ideale di lavoro, cioè con l’acqua fino al bacino.
L’ Hydrospinning (chiamato anche aquabike o hydrobike), è simile ma non uguale allo spinning svolto in palestra. Il suo punto di forza è infatti proprio l’acqua: l’attrezzo è stato dotato di specifici accorgimenti, affinche’ chi pedala debba esercitare un preciso movimento per vincere la resistenza del liquido, che aumenta con l’aumentare della velocita’. Invece, nella bici da spinning la resistenza cresce con il diminuire della velocità (per esempio quando si simula una salita).

40 MINUTI A TEMPO DI MUSICA!
In 40 minuti sono inserite diverse tecniche di allenamento per lo sviluppo della capacità aerobica, impostate con cambi di ritmo musicale tenendo sotto controllo la frequenza cardiaca, permettendo così al singolo individuo un allenamento guidato e personalizzato, nonostante l’attività si svolga in gruppo. La temperatura dell’acqua di cairca 28°C agevola e rende piacevole la pratica, approfittando così degli enormi vantaggi per il benessere generale.

ASPIRANTI MAGRI
Chi vuole perdere peso, o scolpire cosce e glutei, può ben sperare: pedalando in acqua ci si sottopone a un continuo massaggio idrico che stimola la circolazione e combatte la cellulite. Inoltre, lo sforzo impiegato per contrastare la resistenza naturale dell’acqua produce un importante dispendio calorico. Infine, la pedalata riduce la formazione di acido lattico, così da avvertire un minor dolore muscolare nei giorni seguenti la prima lezione.

I VANTAGGI DELL’ HYDROSPINNING:
– Qualsiasi allenamento in acqua permette di compiere uno sforzo mantenendo basso il livello delle pulsazioni del cuore: la frequenza cardiaca si riduce del 10 per cento rispetto a quanto avviene fuori dall’acqua.
– grazie all’acqua si sfrutta il principio dell’idrodinamica senza pesare e sollecitare le articolazioni e la colonna vertebrale;
maggior consumo di energie (per 1 ora di bicicletta fuori dall’acqua circa 700 Kcal e nell’acqua circa 1350 Kcal) e perdita di peso corporeo, dovuto anche alla perdita di calore del corpo all’interno dell’acqua;
– miglioramento e aumento della resistenza aerobica;
massaggio idrico e i relativi vantaggi del contatto con l’acqua
– valido attrezzo riabilitativo.

RIABILITAZIONE? MEGLIO NELL’ACQUA
L’ hydrospinning risulta essere ottimo oltre che per l’allenamento anche in campo riabilitativo; non ha controindicazioni, grazie anche all’ambiente in cui si opera: l’acqua.
Il peso del corpo grava infatti di meno sulle articolazioni che perciò vengono alleviate da sollecitazioni e carichi eccessivi.
Pedalare in acqua può essere molto utile per le persone che hanno bisogno di un periodo di riabilitazione, per esempio, dopo aver subito un intervento alle articolazioni. Chiaramente l’attività in acqua non sostituisce le tecniche di riabilitazione tradizionali, ma ne può rappresentare un efficace completamento. Lo conferma il fatto che molti fisioterapisti si stanno specializzando proprio in queste tecniche, e molte piscine si sono dotate di attrezzi specifici destinati ad aiutare, in particolare, chi è colpito da dolori articolari e post traumatici e i portatori di handicap.

A CHI E’ RIVOLTO:
– tutte le persone amanti dello sport e di nuove attività;
– chi vuole migliorare ed aumentare la resistenza fisica;
– chi vuole perdere peso o mantenere la forma fisica;
– chi necessita di riabilitazione

A cura di Manuela Torregiani

Commenti (1)

  1. Mi chiedevo se l’attrito provocato dal contatto con l’acqua, oltre a tonificare facesse “ingrossare” e sviluppare i muscoli di gambe e glutei… questa è una cosa che vorrei evitare.

    altra domandina… conoscete centri vicino salerno dove sarebbe possibile provare?
    Thanks!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>