Gyrotonic, un solo attrezzo per rimettersi in forma (video tutorial)

di Mariella Commenta

Anche un semplice incidente che ti costringe a letto per un po’, può a volte essere l’occasione giusta per mettere a punto un attrezzo geniale che riunisce tante discipline miscelate sapientemente in un’unica soluzione. Stiamo parlando del Gyrotonic, studiato, realizzato e brevettato da Juliu Horvath, ginnasta, nuotatore e primo ballerino di origini rumene, naturalizzato americano, che per un trauma subito, mette a punto l’attrezzo per recuperare la sua forma fisica.

Si ritira dalle scene ed approfondisce la sua conoscenza dello Yoga, realizza uno nuovo stile di questa disciplina specifico per i ballerini, ancora oggi praticato in tutto il mondo. In seguito brevetta il Gyrotonic che è un giusto mix fra Yoga, danza, Tai-chi, ginnastica, nuoto, di tutto un po’, in buona sostanza.

Con questo attrezzo vengono utilizzati contemporaneamente muscoli, tendini, legamenti e articolazioni, adatto sia ai ballerini che agli atleti, ma anche a chiunque voglia migliorare il proprio corpo, per gli appassionati di fitness di tutte le età, migliorando la postura, sviluppando un maggior senso dell’equilibrio ed una migliore coordinazione dei movimenti.

Come per il Pilates, con il Girotonic, si lavora sulla muscolatura profonda, per rafforzare tendini e legamenti, aumentandone la flessibilità. Il richiamo allo yoga è il non mantenere a lungo le posture che sono abbinate al controllo della respirazione. Dopo aver lavorato sull’attrezzo, spesso si effettuano degli esercizi a terra per rinforzare addominali e schiena.

I benefici del Gyrotonic sono molteplici: maggiore flessibilità della colonna, controllo cosciente della postura, riduzione dei dolori articolari, prevenzione delle lombosciatalgie, attività pre e post parto, artrosi all’anca, dolori lombari, riduzione dei microtraumi da stress, riduzione dei dolori articolari.

Il programma di allenamento del Gyrotonic è molto vasto, si parte da una seduta durante la quale si valutano le reali necessità insieme ad un istruttore certificato per ottenere una corretta e funzionale esecuzione degli esercizi. In genere si inizia con sei sedute, al termine delle quali, si potrà sceglie se continuare con una sola persona, o per lezioni di gruppo, che durano circa un’ora. Imparando ad utilizzare perfettamente l’attrezzo, si potrà anche scegliere un allenamento con il Gyrotonic in modo autonomo senza istruttore.

Photo credit: Moises Unger su Flickr

Fonte: www.ilfitness.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>