Il cremor tartaro: lievito vegan al 100%, naturale e privo di glutine, soluzione ideale per chi soffre di allergie

di Daniele Pace 1

Cosa c'è da sapere a proposito del cremor tartaro in questo momento storico

Spread the love

Assolutamente privo di glutine, il cremor tartaro è un lievito naturale dai mille usi. Utilizzato in larga misura da vegetariani e vegani, questo agente lievitante differisce dalle soluzioni chimiche e, soprattutto, non contiene elementi di origine animale. La stragrande maggioranza dei lieviti in commercio contiene infatti E470a, uno stabilizzante di provenienza bovina o suina, il cremor tartaro ne è privo, per questo è stato ribattezzato il lievito dei vegani.

cremor tartaro

Preparare ricette con il cremore tartaro è facile. Chi lo usa in cucina ne conosce le peculiarità e sa che può utilizzarlo anche da solo con la funzione di stabilizzante, oppure ne sfrutta l’effetto lievitante, per preparare gustosi dolci o impasti salati.

Il cremor tartaro una proposta a tutta salute, perfetto per chi soffre di allergie

Oggi le intolleranze e le allergie alimentari sono sempre più frequenti e, ad aumentare, sono soprattutto quelle al lievito, soprattutto se contiene glutine. Presente in tantissimi alimenti, dal pane ai dolci alla pizza, il lievito chimico può causare disturbi intestinali, infezioni genitali o urinarie, candida, malattie autoimmuni come la celiachia, e addirittura predispone l’organismo ai tumori del colon.

Chi soffre d’intolleranza al lievito trova nel cremor tartaro un prezioso alleato. L’essere completamente naturale, fa di questo sale di potassio dell’acido tartarico, una proposta a tutta salute. L’acido organico può essere estratto da tutta una serie di frutti, ma soprattutto dal tamarindo e dall’uva.

Ingrediente di cui si fa largo uso nelle cucine vegane e vegetariane, il cremor tartaro è la soluzione perfetta per chi dimostra allergie ai lieviti, oppure soffre di celiachia e non può ingerire glutine.

Agente lievitante per ricette dolci o salate sposa appieno la cucina vegana

Simile, visivamente, a un qualsiasi lievito chimico, questo sale acido viene utilizzato da solo con la funzione di stabilizzante, per dare volume e consistenza ad alcune categorie di dolci, primi fra tutti la panna e le meringhe.

Per accentuare l’effetto lievitante il cremor deve essere utilizzato in coppia con il bicarbonato di sodio. Solo mixando i due ingredienti si possono ottenere impasti digeribili, ma soprattutto leggeri e soffici.

Inodore e insapore il cremor tartaro lascia inalterati i gusti. Se utilizzato per preparare ottimi dolci il composto deve contenere cremor tartaro e bicarbonato in parti uguali.

Nelle cucine vegane, si fa un ampio uso del cremor tartaro per la preparazione di tutta una serie di ricette salate quali focacce, pizza e pane.

Scegliendo di utilizzarlo per le proposte salate, è necessario dosare bene il binomio. Importante sapere che a ogni cucchiaino di cremor tartaro deve essere aggiunto mezzo di bicarbonato. Una volta amalgamato il lievito alla farina, è necessario stendere l’impasto con pazienza. Per chi ha difficoltà a lavorare l’impasto può essere utile aggiungere 2 o 3 cucchiai di olio.

Per una favolosa pizza vegana si consiglia di utilizzare una dose più elevata di pomodoro, che garantirà morbidezza, ma soprattutto è importante ricordare che a ogni 500 grammi di farina è necessario unire un cucchiaino di bicarbonato e 2 di cremor tartaro.

Commenti (1)

  1. certainly like your web site however you have to check the spelling on quite a
    few of your posts. Many of them are rife with spelling issues
    and I find it very troublesome to inform the reality nevertheless I’ll definitely come back
    again.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>