Giornata mondiale sulla contraccezione: 26 settembre 2012

di Mariella Commenta

È una giornata che nasce per i giovani, parliamo delle Giornata mondiale sulla contraccezione che sarà celebrata il 26 settembre 2012. Dando uno lettura alle statistiche dgli ultimi tempi, viene in mente di coniare uno slogan, senza timore di essere smentiti, qualcosa di simile a “contraccezione questa sconosciuta”. In effetti, i dati parlano chiaro, il 15 per cento degli italiani dichiara di non conoscerla troppo, il 32 per cento, invece, ha un rapporto confuso con l’argomento.

Sono soprattutto i giovani a conoscerla poco, non c’è sufficiente informazione, per questo, in mancanza di esperienza e conoscenza, ci si rivolge a pratiche molto rischiose. La più frequente, se non assoluta, è il coito interrotto. Oltre ad essere un “portatore sano” di gravidanze indesiderate, il metodo ignora completamente le fondamentali regole di protezione dalle malattie sessualmente trasmissibili.

Se qualche anno fa fare sesso da giovanissime era una rarità, le statistiche dicono che l’età media si è molto abbassata. Così, il 30 per cento delle quindicenni ha già avuto rapporti sessuali completi, senza aver usato nessuna precauzione, nè preservativo, nè pillola anticoncezionale.

RossoLimone, un’azienda italiana che si occupa di sfera sessuale femminile e del benessere di coppia, ha preso l’iniziativa di organizzare il “SAFESEX HAPPYHOUR TOUR – L’aperitivo contraccettivo”. L’idea è quella di girare su tutto il territorio italiano con consulenti che spiegheranno ai giovani non solo la prevenzione, ma anche un’informazione dettagliata sui contraccettivi meno conosciuti, ad esempio, spirale o il tubicino che sostituisce la pillola.

Durante la Giornata mondiale sulla contraccezione saranno a disposizione medici, psicologi e consulenti di sessuologia, per rispondere a qualsiasi domanda, anche sui disturbi sessuali. Durante gli aperitivi i consulenti RossoLimone distribuiranno, gratuitamente, preservativi maschili, parleranno di sicurezza e prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili, e sarà l’occasione giusta per divulgare l’uso del preservativo femminile e dell’oral safe per il sesso orale.

Il prossimo appuntamento è fissato per il 4 ottobre a Firenze, a presentarlo la consulente Stefania Guerci, ideatrice di questi aperitivi. Nei precedenti appuntamenti, c’è stata un’ottima accoglienza all’iniziativa, sia fra i giovani che fra i più maturi. L’ambiente che ospita i visitatori è confidenziale e accogliente, forse intimorisce meno di un severo studio medico.

Nella vita sessuale, oltre all’atto in sè, è molto importante vivere il momento nella più totale serenità. Per esserlo bisogna partire dall’igiene e dalla contraccezione. Fondamentale è conoscere il proprio partner e facilitare eventuali momenti di difficoltà; prestare attenzione anche ai piccoli disturbi, che possono essere il campanello di allarme di qualcosa di importante, come rapporti sessuali dolorosi, mancanza di orgasmo o di desiderio, ipersessualità, disfunzione erettile e eiaculazione precoce, solo per citarne alcuni.

Photo credit: angela Lopes su Fllickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>