Risoterapia: cura la depressione e riduce lo stress

di Mariella 1

L’ultima cosa di cui ha voglia chi soffre di depressione è ridere, il senso dell’umorismo sembra essere sparito del tutto. Si rischia di chiudersi in se stessi e di allontanarsi dalle persone vicine. La risoterapia è uno strumento che consente di ristabilire il legame con gli altri e di riscoprire il proprio equilibrio emotivo e fisico. Alcuni psicologi hanno scoperto che le sedute di gruppo di risoterapia possono aiutare le persone depresse e che si sentono isolate dagli altri.

Perchè ridere fa bene

Ridere è naturale per gli essere umani e per gli altri primati, e si pensa che si sia sviluppato come un modo di sublimare l’aggressività e trasformare la potenziale ostilità in cordialità. Normalmente ridiamo in risposta a situazioni divertenti o, talvolta, all’imbarazzo. La risata produce un certo numero di effetti fisiologici importanti, che contribuiscono a una sensazione di benessere fisico e mentale, e può fornire una preziosa, anche se temporanea, liberazione dall’inquietudine e dallo stress. Anche se la vostra condizione attuale vi rende difficile vedere il lato divertente della vita, le ricerche hanno evidenziato che il solo sforzo consapevole di sorridere può produrre alcuni dei benefici salutari e psicologici associati al riso.

Gli effetti benefici della risoterapia

Ridere incrementa l’afflusso di ossigeno e accelera la frequenza del battito cardiaco, pertanto può stimolare la circolazione.

Ridere rilassa la tensione e rafforza i nostri legami con gli altri, aumentando così la sensazione di benessere.

Ridere incoraggia il rilascio nel flusso sanguigno di ormoni che migliorano l’umore e ci fanno sentire più rilassati e allegri.

Dopo una bella risata ci sentiamo rilassati e riusciamo solitamente a collocare i nostri problemi in una prospettiva migliore.

Può sembrarvi innaturale mettervi a ridere a comando, ma se siete di umore depresso è difficile ridere spontaneamente. Se vi preparate mentalmente, potete aiutare voi stessi ad allontanare la tendenza a sentirvi depressi e in futuro inizierete a pensare che sia più facile vedere il lato divertente delle situazioni. Se qualche volta riuscite a ridere di voi stessi, tanto meglio, poichè favorirà una visione più equilibrata dei vostri problemi.

Sforzatevi di andare al cinema o a teatro per uno spettacolo che attragga il vostro senso dell’umorismo: non importa se si tratta di una commedia impegnativa, di una farsa o di uno spettacolo di cabaret, a patto che voi lo troviate divertente e vi faccia ridere.

Incontratevi con un vecchio amico o con un parente con il quale in passato avete trascorso bei momenti e fate una seduta di “ti ricordi?”. Provate a ricordare eventi che allora vi avevano fatto ridere e incoraggiatevi a vicenda a ripescare aneddoti e situazioni divertenti delle passate esperienze in comune.

Articoli correlati

L’ortoterapia per allontanare stress e depressione

Photo Credits | Risofotopa su Flickr

Commenti (1)

  1. Molto interessante questo articolo, avete mai sentito parlare di yoga della risata? Se non trovate motivo per ridere, oppure non avete voglia di andare a teatro o incontrare qualcuno per ridere, con questa pratica basata sui presupposti biologici che avete indicato sopra, un medico indiano Madan Kataria nel 1995 ha creato esercizi di risate senza motivo, adatte anche a chi non ha senso dell’humour e chi non sa come fare a ridere. Il nostro corpo non distingue fra risata stimolata e risata spontanea, è ovvio che in gruppo è molto più contagiosa la risata e quindi presto ci verrà da ridere spontaneamente. E’ usata negli ospedali per pazienti e operatori socio sanitari, nei teambuilding aziendali, ma anche nelle palestre e università degli adulti. Ma soprattutto una volta imparate le semplici tecniche di respirazione yoga e risata stimolata, si possono fare anche da soli, quando si vuole ed è gratis!
    Fonte: http://www.happyfitness.it
    Provate a ridere senza motivo, poi anche la mente ci seguirà e ne gioverà al nostro Umore:)
    Grazie e saluti ridenti a tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>