Eliminare le intolleranze a glutine e carboidrati per perdere peso (seconda parte)

di Mariella 1

I cereali rappresentano un’ottima fonte energetica e apportano una buona dose di proteine, vitamine e minerali oltre a ferro e calcio. Una delle proteine più importanti presenti nei cereali (e non solo nel grano) è il glutine, che è uno dei primi responsabili delle intolleranze: i sintomi, oltre al sovrappeso, sono aerofagia, meteorismo, colite e cattivo assorbimento. La terapia, nei casi più seri, è l’eliminazione tassativa di tutti i cereali che contengono glutine.

Per un certo periodo, bisogna anche escludere tutti i carboidrati troppo raffinati e sostituirli con gli equivalenti integrali, può essere d’aiuto per evitare l’aumento di zuccheri nel sangue e perdere peso. Se sei attratta dai prodotti a base di farine e zucchero bianco, ne mangi in elevate quantità e soffri di questi sintomi, prova per tre giorni nell’arco di una settimana. Se hai seguito il programma del latte e derivati, continua ad evitarli.

Cibi da evitare
Birra, whisky, gin, vodka, caffè d’orzo, zucchero bianco e cibi che lo contengono; tutti i tipi di pane, grissini, crackers, fette biscottate, pizza, pasta; cereali da colazione, tranne cornflakes, fiocchi di riso e d’avena; hamburger, salami, carne in scatola, patè, prosciutto cotto, cibi impanati; dadi di carne, senape, sughi pronti, lieti; torte, pasta frolla, yogurt con cereali, gelati.

Cibi consigliati
Tutta la frutta e la verdura fresce; il pesce; lo yogurt naturale intero biologico e il formaggio grana; tutti i giorni grano saraceno, farrom miglio, tapioca; una volta ogni quattro giorni mais e orzo.

Dieta tre giorni per intolleranze al glutine

Prima di colazione
Dopo aver preso la tua dose di probiotici, bevi una fiala di zolfo, disintossica il tratto digerente e accelera il metabolismo.

A colazione
Scegli frutta fresca, spremute, pane di grano saraceno o di farro con un velo di composta fatta in casa, oppure latte di soia o di capra, tè, caffè (non d’orzo)

A pranzo
Inizia con un’insalata mista di verdure crude, arricchita con una manciata di germogli (ricchi di proteine e minerali), pesce o legumi oppure carne bianca o rossa, un uovo alla coque, pane di grano saraceno o di farro.

A cena
Insalata mista di verdure crude, pasta di soia o grano saraceno o farro, oppure una minestra di verdure con miglio.

Spuntini e merende
Frutta fresca, spremute, centrifugati di verdura; se hai molta fame, mangia 5-6 mandorle, nocciole, noci, oppure un cucchiaino di composta di frutta su fette di pane integrale o nero.

Dopo cena
Quindici minuti dopo aver cenato, bevi 50 gocce di macerato glicerico di faggio, diluite in mezzo bicchiere d’acqua; favorisce la diuresi e la funzionalità renale, elimina la ritenzione e riequilibra il metabolismo, riducendo i focolai infiammatori favoriti dal glutine.

Appuntamento alla prossima settimana per il mantenimento. Nel frattempo, dovreste arrivare a perdere tre chili.

Photo credit: Switch2GlutenFree su Flickr

Commenti (1)

  1. ciao mariella, possibile mandarmi via e-mal la prima e la terza parte di questo articolo?
    non lo trovo 🙁 grazie mille

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>