Intolleranze alimentari: i sintomi più comuni e i cibi consigliati

di Mariella Commenta

Non sempre ci è chiaro se soffriamo di intolleranze alimentari, a volte soffriamo di disturbi, più o meno importanti, e non sappiamo a cosa dobbiamo attribuirli, gonfiori addominali, cattiva digestione, stancezza, nausa, sovrappeso, sono alcuni dei disturbi che le intolleranze alimentari possono provocare. Ecco quindi una guida rapida a quelle più comuni, con i sintomi ed i cibi da evitare. Se credi di averlo individuato, procedi con una dieta a rotazione, mantenendo però una certa varietà dell’alimentazione, perchè se sostituisci l’alimento incriminato con un altro, mangiando quest’ultimo, potresti svilppare un’altra intolleranza.

Una dieta a rotazione prevede l’assunzione degli alimenti non tollerati in una singola giornata che deve poi essere seguita per almeno tre giorni completi di eliminazione dell’alimento verso il quale si è individuata l’intolleranza alimentare. Si esegue per almeno un mese ed è utile anche per confermare l’autodiagnosi.

Guida rapida alle intolleranza alimentare

Intolleranza al grano
Sintomi: gonfiori addominali, sovrappeso, glicemia alta, ansia
Evitare: pane, pasta, pizza, farina, birra weiss (fermentata dal grano)

Intolleranza ai lieviti
Sintomi: gonfiori addominali, sovrappeso, irritabilità, gastrite, candidosi
Evitare: pane, pasta, pizza, torte lievitate, ma anche dadi, aceto, vino e birra

Intolleranza alla soia
Sintomi: gonfiori addominali, sovrappeso, meteorismo, orticaria
Evitare: la soia e i suoi derivati (salse, tofu, tempeh, latte di soia)

Intolleranza agli zuccheri
Sintomi: gonfiori addominali, sovrappeso, nausea, rumori intestinali, candidosi
Evitare: dolci, farine bianche, fruttosio ed eccesso di frutta, lattosio

Intolleranza al latte
Sintomi: gonfiori addominali, sovrappeso, cattiva digestione
Evitare: latte e cibi che lo contengono (dolci, gelati, purè di patate, ecc.)

Intolleranza alle uova
Sintomi: gonfiori addominali, sovrappeso, glicemia alta, ansia
Evitare: uova e tuti gli alimenti che le contengono (torte, brioche, salse, ecc)

Intolleranza ai pomodori
Sintomi: orticaria, ritenzione idrica, cattiva digestione, reflusso gastrico, stanchezza
Evitare: pomodori cruti e cotti, salse e sughi che li contengono

Intolleranza al sale
Sintomi: ritenzione idrica, cellulite, sovrappeso, ipertensione e stanchezza
Evitare: sale in cucina e consumare cibi pronti salati

Photo Credits | Pizzodisevo su Flickr

Articoli correlati

Intolleranze alimentari: attenzione agli anticoncezionali da prendere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>