Lo yoga della risata contro lo stress

di Mariella Commenta

Non è una fantasia, ma una vera e propria terapia, lo yoga della risata è un sistema per far ridere le persone a prescindere dal loro senso dell’umorismo. Si abbassa lo stress e cresce la fiducia in se stessi. Un corso per imparare a sorridere sia in modo artificiale sia spontaneo. I benefici sono dimostrati, si rilasciano endorfine e si migliora l’autostima. La sessione di yoga della risata inizia generalmente con esercizi di respirazione, basate su tecniche yoga. Una vera e propria risoterapia, anche se basata su principi diversi.

I metodi di riscaldamento adottati sono il battito ritmico delle mani per stimolare l’energia, basandosi sui principi dell’agopuntura e il vocalizzo “Ho – Ho – Ha – Ha – Ha”, che imita la respirazione Kapalbhati; parlare Gibberish (letteralmente “parlare senza senso”). I partecipanti alla sessione di yoga della risata si scambiano a coppie suoni e sillabe senza significato (gaiga – rurode – mobu), per permettere alla mente di scollegarsi da qualsiasi pensiero e dedicarsi liberamente al gioco di ridere.

Ogni risata stimolata è intervallata da un esercizio di stretching e respirazione per aumentare l’intensità di alcuni benefici fisiologici generati dal ridere, come ossigenazione del sangue, produzione di serotonina, anticorpi ed endorfine; stimolare la risata interiore, anche detta “spirito interno” della risata, ovvero quell’atteggiamento positivo sia nei nostri confronti che in quelli del prossimo e in generale della vita, con tutti i suoi pro e contro, con lo scopo di propagare altruisticamente la risata, per superare e combattere lo stress e le malattie psicosomatiche.

Durante la sessione di yoga della risata i “motti della tecnica conclusiva”, così come il portare la pace nel mondo nel minuto di silenzio finale (meglio se con le braccia in alto e una risata di cuore alla fine). Nelle sessioni più lunghe, viene effettuata alla fine la “Laughter Meditation” (meditazione della risata), dove ci si distende o si sta seduti in terra, in silenzio, lasciando che la risata affiori dall’interno naturalmente, e fluisca senza inibizioni donando una piacevole sensazione di leggerezza.

Durante la sessione di yoga della risata è consigliabile vestirsi in modo comodo e possibilmente scalzi (con calzettoni su pavimenti freddi), così com’è auspicabile che l’ambiente sia confortevole e ben areato. Elemento essenziale rimane però la determinazione a ridere, la voglia di star bene e di alleggerire la vita.

Photo credit: notashamed su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>