10 esercizi che riducono lo stress muscolare da ufficio

di Pina Commenta

Non è certo il lavoro nei campi ma anche la vita da scrivania può avere degli effetti deleteri sulla salute. Molto si può lenire attraverso la postura ma poi ci sono anche degli esercizi specifici che vanno fatti per evitare che i muscoli di spalle, schiena e collo, si affatichino eccessivamente. 

Lavorare per 7-9 ore alla scrivania può indolenzire i muscoli, portare dolori al collo e tendere i muscoli della schiena in maniera innaturale. Per questo motivo bisogna avere dei piccoli accorgimenti e fare degli esercizi di facile esecuzione, in modo da avere sollievo. Lara Castagnetti, osteopata e specialista in Medicina Fisica e Riabilitativa ha spiegato che è bene iniziare con esercizi di allungamento da mantenere durante il tempo di cinque respiri e da ripetere due o tre volte. Ecco i dieci esercizi da fare, così come sono stati sintetizzati dall’Adnkronos:

fitness ball ufficio scrivania seduta

STRETCHING

  • Posizionare le mani dietro la testa, farla cadere in avanti con le braccia che ‘pesano’ e mantenere la posizione.
  • Inclinare la testa sul lato destro, mettere la mano destra sopra l’orecchio sinistro e spingere verso la spalla destra. Mantenere la posizione. Ripetere dal lato sinistro.
  • Girare il viso verso la spalla destra, piegare la testa verso il basso (guardando la propria gamba), posizionare la mano destra dietro la nuca e trazionare dolcemente verso il basso. Mantenere la posizione. Ripetere a sinistra.

ESERCIZI (cinque ripetizioni per lato)

  • Ruotare il viso a destra, fino al punto massimo, mantenere per qualche respiro e tornare indietro. Ripetere verso sinistra.
  • Muovere viso e collo in avanti verso lo schermo del computer e tornare indietro.

SPALLE (cinque ripetizioni per lato)

  • Braccia lungo la sedia: inspirare e sollevare le spalle verso le orecchie; espirare e tornare con le braccia rilassate. Ripetere il movimento.
  • Mani alle spalle: eseguire rotazioni con i gomiti in senso orario e antiorario.
  • Mani dietro la nuca: espirare chiudendo i gomiti, inspirare riaprendoli.
  • Mani sui fianchi: portare i gomiti verso dietro, aprendo il petto il più possibile.
  • Mani sui braccioli (o sulla seduta): tentare di sollevarsi senza portare le spalle avanti, ma senza sollevarsi del tutto.