Correre fa bene al cervello

di Malvi Commenta

Correre fa bene al cervello perché questo tipo di attività fisica attiva una sostanza che ripara i neuroni e rende più brillanti e reattivi. Ad affermarlo è uno studio condotto dall’University of Ottawa e pubblicato dalla rivista Cell Reports. I test sono stati eseguiti su animali con deficit di sviluppo del cervelletto: quelli che per lungo tempo correvano sulla ruota vivevano più a lungo, contro ogni aspettativa.

stile di vita sano vs tumori

Il motivo sta nella riparazione da parte del fattore di crescita VGF avviene al livello del materiale isolante dei nervi, la cosiddetta guaina mielinica. Correndo la concentrazione di VGF e il cervello non può altro che giovarne. E così ecco che, traslato sull’uomo, questo ragionamento porta a pensare che correre faccia molto bene alla salute del cervello.

 CORRERE CON I COLLEGHI DIMEZZA LE LITI IN UFFICIO

Fino ad oggi si considerava la corsa benefica per moltissimi motivi ma non per questo ma lo studio precedentemente nominato aggiunge un effetto benefico in più a questo tipo di attività fisica. Secondo i ricercatori canadesi la sostanza VGF potrebbe divenire oggetto di nuovi studi per contrastare malattie neurodegenerative come la sclerosi multipla, malattia caratterizzata proprio dai danni alla guaina isolante de nervi.

► 5 ERRORI COMUNI DI CHI INIZIA A CORRERE II

Ma ovviamente è presto per addentrarsi in ipotesi sulle quali gli stessi ricercatori non si sbilanciano. Intanto cominciamo a seguire i primi consigli emersi dopo questo studio. Correre fa bene, non solo al corpo ma anche alla mente quindi è il caso di iniziare.

Foto | Thinkstock