I disturbi della tiroide, cause e sintomi

di Mariella Commenta

La tiroide è un organo fondamentale e delicato, i disturbi sono quasi sempre al femminile. Una donna su tre soffre di disturbi alla tiroide almeno una volta nella vita, ma è un problema sottostimato. Gli specialisti ritengono, infatti, che siano molte di più le signore che hanno problemi, ma non lo sanno perchè, a volte, i disturbi sono così leggeri da passare inosservati.

Il suggerimento degli esperti è di sottoporso a un’analisi del sangue almeno una volta all’anno per controllare la funzionalità della tiroide. Poi dopo i 40 anni, sarebbe utile rivolgersi al proprio medico di base per la palpazione della ghiandola tiroidea. È, infatti, l’unico modo per individuare eventuali noduli molto piccoli.

Le ragioni che scatenano i disturbi della tiroide non sono ancora ben chiare. L’unica cosa certa è che si tratta di un disturbo quasi esclusivamente al femminile, tanto che le donne ne soffrono circa otto volte più degli uomini. Si sa anche che i problemi aumentano con la menopausa, ampiamente dimostrato dal fatto che a 60 anni, quando non c’è più l’effetto protettivo degli ormoni sessuali, una donna su dieci ha un disturbo della tiroide.

La tiroide si ammala poi con più facilità in chi segue una dieta povera di iodio. Gioca un ruolo importante anche la gravidanza. Questa condizione infatti rappresenta un surplus di lavoro, che può far scatenare un problema soprattutto in chi è già geneticamente predisposta a soffrirne.

Spesso i disturbi della tiroide passano inosservati, nessuno infatti fa caso più di tanto a un periodo di stanchezza, oppure nervosismo intenso, perchè sono abbastanza normali con la vita di oggi e i ritmi quotidiani. È bene tenere sotto controllo i malesseri che compaiono all’improvviso e perdurano nel tempo.

Se la tiroide funziona poco (ipotiroidismo) i sintomi più frequenti sono sonnolenza e stanchezza anche dpo aver dormito tutta la notte; perdita di memoria; tendenza all’aumento di peso; mestruazioni abbondanti; perdita di forze. Al contrario se la tiroide funziona troppo (ipertiroidismo) posssono presentarsi difficoltà a prendere sonno, aumento di sensibilità al caldo e sudore eccessivo, perdita di peso, riduzione del flusso mestruale.

Photo credit: wellunwell su Flickr

SEGUI MONDOBENESSEREBLOG SU FACEBOOK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>