Dormire aiuta a risolvere i problemi difficili

di Mariella Commenta

Stando a quanto racconta una ricerca, dormire aiuta a risolvere i problemi difficili, smentendo, quindi, quanto dice un proverbio che, fino a qualche tempo fa sembrava essere saggio: ‘chi dorme non piglia pesci’. Non è più così, il nuovo studio dice esattamente il contrario. Più il problema è difficile, più bisogna dormire, al risveglio, tutto sarà risolto.

A dare la notizia sono i ricercatori Ut Na Sio, Padraic Monaghan e Tom Ormerod del Centre for Research in Human Development and Learning del Lancaster’s Department of Psychology presso la Lancaster University. La tesi sarebbe quella di dormire profondamente di fronte ad un problema, al risveglio si riuscirà a trovare più facilmente la soluzione. Gli esperti, in effetti, suggeriscono anche un dormire dopo pranzo.

La rivista scientifica Memory & Cognitionha ha pubblicato i risultati ed ha spiegato che la ricerca era mirata. I ricercatori volevano capire cosa succedesse nella nostra mente davanti ad un problema da risolvere, se fosse meglio trovare una soluzione da svegli o se dormirci su servisse a qualcosa.

I ricercatori hanno coinvolto 61 persone, divisi fra 27 uomini e 34 donne, suddivisi in tre gruppi casuali, senza nessuna particolare distinzione. Ai volontari sono stati posti alcuni test da risolvere, sia facili che difficili. Sono state date loro tre opportunità: pensarci da svegli, dormire e poi risolvere il problema, non fare nulla.

Per i problemi inrisolti, è stata data una nuova possibilità. Ebbene, i risultati hanno dimostrato che coloro che avevano dormito, erano riusciti a risolvere i problemi più difficili, rispetto a chi aveva preferito restare sveglio per riuscire a trovare un soluzione.

La conclusione degli esperti, dunque, è che dormire aiuta a risolvere i problemi difficili, non c’è stata differenza fra i gruppi nel caso di soluzione dei problemi facili. Ecco come spiega i risultati ottenuti il professor Padraic Monaghan del centro di ricerca che ha effettuato la ricerca:

Sappiamo da anni che il sonno ha un profondo effetto sulla nostra capacità di essere creativi e trovare nuove soluzioni ai problemi. Il nostro studio dimostra che questo effetto del sonno è maggiore quando i problemi che abbiamo di fronte sono difficili. Il sonno sembra aiutarci a risolvere i problemi di accesso all’informazione che sono remoti al problema iniziale, e che non può essere inizialmente portata alla mente.

La morale è dunque questa, quando ci troviamo a dover risolvere problemi difficili, è inutile pensarsi e ripensarci, la mente reagisce male. Il cervello ha una sorta di blocco e non riesce a trovare una soluzione. Meglio dormire, e se al risveglio non abbiamo ancora trovato una soluzione, allora siamo di fronte ad un vero problema.

Photo credit: peaceslave su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>