Cervicale, le cause e le cure per il dolore al collo

di Mariella Commenta

È quella parte della colonna che va dalle spalle alla base del cranio, i medici la chiamano cervicale, ma per tutti noi è il collo. Se fa male, qualcosa non va e occorre individuare la causa. Potrebbe dipendere da un processo degenerativo delle vertebre e dei dischi intervertebrali dovuto all’età. Oppure da un trauma, come il classico colpo di frusta. Ma anche da posture scorrette e da lavori faticosi che mettono la zona a dura prova. Per una diagnosi che permetta di stabilire la causa del dolore al collo, è indispensabile una radiografia del rachide cervicale ed eventualmente una risonanza magnetica.

Le alternative ai farmaci sono sempre più praticate per la cervicale, per chi non ama ricorrere ad una terapia a base di Fans, antinfiammatori non steroidei. Vediamo quali sono.

Osteopatia
Si tratta di alcune tecniche di massaggio articolare e muscolare. Fanno bene sia al fisico sia all’equilibrio emotivo. Essendo il collo una zona di transizione tra mente e corpo, risente di cattive posture, come quelle che abbiamo davanti al computer e che sovraccaricano la muscolature cervicale. Ma anche lo stress provoca sgradevoli contratture muscolari. Innanzitutto, accertarsi che l’osteopata sia davvero competente. Va bene per tutti a patto che non si soffra di ernie, osteoporosi e malattie tumorali.

Ortopedico
Qualsiasi trattamento va eseguito in centri specializzati che utilizzano apparecchi che proiettano sulla zona dolorante onde elettriche dall’effetto analgesico. In altri casi si può ricorrere a magnetoterapia, laserterapia e tecarterapia. Tutte agiscono in profondità ed il risultato è immediato, spesso, l’effetto svanisce piuttosto presto. Facile e alla portata di tutti, è rivolta soprattutto a chi ritiene che prevenire sia meglio che curare.

Gli esercizi per prevenire la cervicale
Molto importante è la postura, bisogna abituarsi a stare dritti e con lo sguardo alto anzichè ingobbiti. Se si passano molte ore davanti a un computer, è meglio spostare il monitor in modo da poterlo guardare alzando gli occhi. Un suggerimento è fare piccoli esercizi, ad esempio, ogni 30 minuti inspirare profondamento nella parte alta del torace ed espirare l’aria. Poi eseguire qualche movimento del capo, tipo sì o no. Così allentano le tensioni muscolari.

Photo credit: Shiatsu and CranioSacral Therapy by Francesca su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>