La dieta primavera per dimagrire e togliere la stanchezza

di Mariella Commenta

In questa stagione, con i primi caldi, ci si sente spesso molto stanchi, ma la primavera è anche il momento in cui l’organismo reagisce meglio e si rigenera più facilmente. La dieta primavera è un comportamento corretto a tavola, che ci aiuta quando abbiamo bisogno di fare il pieno di energie e di perdere qualche chilo di troppo.

La dieta primavera, studiata da Rosanna Lambertucci, ci viene incontro quando stiamo affrontando un periodo di super lavoro e non possiamo permetterci di essere affaticati, con questo tipo di alimentazione, basata su un meccanismo di combinazioni alimentari che vanno rispettate, saremo in grado di sentirci sempre concentrate e piene di forza, proprio perchè si digerisce meglio.

Dieta primavera
Tutti i giorni a colazione: una fetta di pane caserecio ben tostata con un velo di burro e marmellata

LUNEDI’
Pranzo: prosciutto crudo, due indivie belga stufate, un’arancia, pane tostato
Cena: pesce bianco (merluzzo, rombo, sogliola) con insalata di radicchio e limone, ananas, pane tostato
Se ci si sente giù di tono, può essere colpa di un deficit di iodio, per recuperare questo minerale, è bene mangiare pesce.

MARTEDI’
Pranzo: petto di pollo con un’insalata di finocchi, arance e olive nere, pane tostato
Cena: fettuccino all’uovo con broccoletti ripassati, ananas, non c’è pane
Gli agrumi sono ricchi di vitamina C, che favorisce la sintesi di adrenalina, che stimola l’attenzione e la concentrazione.

MERCOLEDI’
Pranzo: tonno sott’olio ben sgocciolato con insalata di sedano e finocchi, pane tostato un pompelmo
Cena: lenticchie bollite con riso, un kiwi, non c’è pane
I legumi forniscono energia ai muscoli e aiutano a vincere la stanchezza finica, associandoli ai cereali del riso diventa un piatto completo.

GIOVEDI’
Pranzo: due uova sode, una pera, broccoli verde con olio e limone, pane tostato
Cena: calamaro alla piastra con puntarelle e alici, ananas, pane tostato
Le proteine delle uova forniscono la forza muscolare e un senso di sazietà

VENERDI’
Pranzo: cubetti di parmigiano, insalata di finocchi e pera, pane tostato
Cena: ravioli con ricotta e spinaci, burro, salvia e parmigiano, insalata di sedano e mela, non c’è pane
I carboidrati della pasta sono la principale fonte di energia, perchè ricchi di zuccheri complessi che vengono bruciati lentamente.

SABATO
Pranzo: braciola di maiale con verza ripassata, melone bianco, pane tostato
Cena: pizza con pomodoro e alici, ananas, non c‘è pane
Il lievito di birra dell’impasto è un’ottima fonte di vitamina B5 o acido pantotecnico, che stimola il metabolismo, svolge un’azione tonificante e aiuta a difendersi dallo stress.

DOMENICA
Pranzo: hamburger, un’insalata di rucola, limone e un’arancia, pane tostato
Cena: spaghetti aglio e olio o pomodoro e prezzemolo, cicoria ripassata, una tazza di fragole
Le fragole sono ricche di ferro, la cui carenza in questo periodo dell’anno può aggravare l’astenia primaverile.

Photo credit: strange_smile su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>