Quando la tiroide rallenta è perchè manca lo iodio, come aumentare il metabolismo

di Mariella Commenta

La maggior parte dello iodio presente nell’organismo umano è localizzata nella tiroidi: lo iodi costitisce infatti l’elemento essenziale per la sintesi della tiroxina, ormone prodotto dalla ghiandola tiroidea. La tiroide, ( la ghidola posta nella regione anteriore del collo, alla base della gola) ha bisogno dello iodio per produrre gli ormoni T3 e T4, fondamentali per la regolazione del metabolismo. Ciò significa che poco iodio potrebbe farti aumentare di peso, oltre che fari serntire facilmente affaticato.

Se si hanno bassi livelli di iodio nell’organismo, la tiroide si adatta alla situazione riducendo l’eliminazione urinaria e il metabolismo. Per assicurarsi le giuste quantità di questo elento non devono mancare pesci di mare, cereali integrali, tutti alimenti che forniscono buone dosi di iodio.

Quattro volte a settimana è suggeribile mangiare carne di tacchino, è la fonte di proteine animali con meno calorie a parità di peso. Come i latticini, contiene l’aminoacido leucina, che favorisce la conservazione della massa muscolare e, quindi, n metabolismo attivo.

Una volta al giorno, frulla un frutto con la buccia rossa, rispetto ad a frutti di altri colori, contengono una maggior quantità di iodio. Inoltre, fornisce potenti antiossidanti che contibuiscono al dimagrimento. Al posto della mela si possono usare lamponi (anche surgelati), pere rosse (con la buccia) ecc.

Oppure bevi un frullato di ananas dall’effetto dimagrante, frulla due fete di frutto fresco con acqua e bevine un bicchiere al giorno. Questa bevanda contiene iodio, magnesio, manganese, potassio e calcio. Iodio e magnesio ti fanno brusciare di più, mentre il potassio stimola la diuresi e il calcio fa uscire l’adipe dalle cellule rendendolo disonibile a essere utilizzato e quindi eliminato.

Le arachidi aiutano a non ingrassare, controllano la glicemia e tengono a bada la fame, questo secondo uno studio della Perdue University negli Stati Uniti, ne basta un cucchino al giorno (tostate ma non salate) da usare anche sull’insalata.

Preparati un succo di spinaci snellente, un mazzetto per un succo ricco di olio. È semplicissimo da preparare, può essere arricchito con il succo di una carota ottenuto sempre con la centrifuga. Gli spinaci sono tra le verdure più ricche di iodio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>