Arti marziali per difendersi dalle aggressioni – Ju Jitsu e autodifesa per le donne

di Mariella 1

Arti marziali per difendersi dalle aggressioni – Ju Jitsu e autodifesa per le donne

Per quanto riguarda le arti marziali come metodo efficace di difesa personale, gli esperti consigliano soprattutto il Ju Jitsu per le donne: non richiede forza ma precisione (su www.jujitsu.it c’è l’ elenco dei corsi).
Per strada, in metropolitana, sotto il portone, se si avverte un pericolo cresce il panico; invece calma e sicurezza sono armi fondamentali da tenere in esercizio.
Per difendersi in certi momenti conta più la testa che la forza, lo conferma Giorgio Nardone, psicoterapeuta, direttore del Centro di Terapia Strategica di Arezzo (tel 0575350240 www.centroditerapiastrategica.org) e maestro di arti marziali.
Il controllo psicologico è molto importante per tenere a bada la paura, un’ emozione che spinge o al contrario impedisce di fuggire: entrambe sono le reazioni peggiori che possono innescare violenza nell’ aggressore.
Esiste un training specifico per tenere la paura sotto controllo, si chiama Tecnica della Peggior Fantasia e consiste nell’ alimentare la paura immaginando il peggio che possa capitare.

Il metodo si divide in due fasi: nelle prime due settimane ci si concentra per 10 minuti al giorno immaginando nei particolari di essere aggrediti, poi si prosegue per altre 2 settimano immaginando la stessa cosa ma in luoghi affollati come l’ autobus o l’ ufficio. Finito l’ allenamento lo si ripete l’ esercizio una volta ogni tanto, lo scopo è guardare la situazione di pericolo con gli occhi dell’ abitudine, in modo distaccato, in modo da essere pronti quando la situazione accade veramente (è un pò come prepararsi al peggio).

Molte donne si sentono deboli e perdenti di fronte ad un uomo robusto perchè il confronto fisico è quello che si teme di più, ma molte ricerche dimostrano che proprio le donne, per la loro costituzione agile e flessibile, sono meno forti ma più veloci e precise nei colpi.
Spesso, vincere i pregiudizi e avere la prontezza di sferrare un colpo per prime serve proprio a evitare il pericolo.
Per essere preparati a reagire, i corsi di autodifesa aiutano molto, ma, oltre ai corsi di arti marziali, per strada bisogna sempre avere un atteggiamento sicuro: mai guardarsi intorno spaesati, bisogna allenare il colpo d’ occhio e la visione periferica per capire al volo in che situazione ci si trova.
Se si avverte pericolo meglio agire subito, la velocità è importante. Inoltre, avvicinarsi ad una persona e chiedere di fare un pezzo di strada insieme, oppure tenere il telefonino all’ orecchio come se si stesse parlando sono gesti che servono a tranquillizzarsi.
Se il pericolo si presenta, la prima arma da usare è la difesa verbale (spesso gridare “al fuoco” è un ottimo modo per far accorrere gente, se ce n’è).
Il passo successivo è la difesa fisica: le mosse più efficaci sono con le mani, i gomiti e le ginocchia.

(A cura di Manuela Torregiani)

Commenti (1)

  1. SONO UNA BAMBINA DI 10 ANNI E VORREI FARE CARATE PER FEMMINE CI VORREI PROVARE GRAZIE SE MI POTE TE INVIARE UNAN LETTERA DOVE STA E PER BAMBINE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>