Vitamina D, a che cosa fa bene?

di Malvi Commenta

La vitamina D è di fondamentale importanza per la salute, ma sapete nel dettaglio a che cosa fa bene? Questo tipo di vitamina viene prodotta dall’organismo quando esposto al sole, ecco perché è importante concedersi ogni tanto un po’ di tempo passato al solicino per garantirsene la giusta quantità.

La vitamina D rafforza il sistema immunitario e sappiamo bene che un sistema immunitario forte è importante per mantenersi in salute. E’ anche un ottimo antinfiammatorio naturale ed ecco un altro motivo per cui fa bene. Le infiammazioni, specie quelle che si prolungano nel tempo, tendono ad abbassare le difese immunitarie aumentando il rischio di ammalarsi e allora è bene che i processi infiammatori siano bloccati sul nascere.

 CARENZA DI VITAMINA D IN GRAVIDANZA CAUSA AUTISMO?

La vitamina D svolge un ruolo essenziale anche nella prevenzione di osteomalacia e rachitismo. L’osteomalacia è una malattia metabolica che colpisce le ossa che perdono la loro mineralità e si fanno più fragili e più esposte ai rischi di una frattura. Il rachitismo è la stessa malattia che però colpisce i piccoli. La vitamina D aiuta anche a metabolizzare il calcio, elemento questo necessario a salvaguardare la salute delle ossa. Il calcio non deve mai mancare per combattere in modo efficace per esempio l’osteoporosi, malattia caratterizzata da una riduzione della matrice ossea.

SINTOMI POST MENOPAUSA: CALCIO E VITAMINA D FORSE INUTILI 

Ancora, numerosi sono gli studi scientifici che hanno portato i ricercatori ad affermare che la vitamina D ha importanti effetti benefici su cuore, cervello ed organismo.

Foto | Thinkstock