Carenza di vitamina D in gravidanza causa autismo?

di Ma.Ma. Commenta

La carenza di vitamina D in gravidanza è pericolosa? Il Brain Institute dell’University of Queensland insieme all’Erasmus Medical Centre in Olanda ha analizzato in modo approfondito il legame tra la carenza della vitamina D in gravidanza e nei primi anni di vita del bambino e l’autismo.

gravidanza

Può una carenza di questa vitamina essere causa di una malattia piuttosto seria? E’ sicuramente azzardato fare una ipotesi di questo genere, tuttavia il neurologo John McGrath, che ha condotto lo studio, ha anche raccomandato attraverso una nota sul sito dell’università un maggiore uso di vitamina D durante la gravidanza perché così facendo si protegge il feto e si scongiurano alcune malattie neurologiche:

Questo studio offre ulteriori evidenze che bassi livelli di vitamina D sono associati con disturbi dello sviluppo neurologico

 E SE L’AUTISMO COLPISSE I BIMBI SIN DA PICCOLISSIMI?

Insomma prima di affermare con certezza che la carenza di vitamina D in gravidanza è causa di autismo, occorrerà approfondire ancora il legame che lega queste due variabili. Quel che è certo è che una corretta assunzione di vitamina D da parte della donna incinta è fondamentale per la salute della futura mamma e anche del bimbo che nascerà. Di solito la vitamina D si assorbe attraverso l’esposizione al sole ma quando si è in presenza di carenza di questo elemento, si può correre ai ripari attraverso integratori che devono però essere prescritti dal medico e non presi senza alcun tipo di consiglio da parte di chi ne sa più di noi.

Foto | Thinkstock