La dieta antistress per il cambio di stagione

di Mariella Commenta

Al cambio di stagione il nostro organismo ha qualche momento di calo, la dieta antistress aiuta a superare quelle giornate in cui i cali di energia ci impediscono di svolgere qualsiasi attività. La svogliatezza e l’apatia sono decisamente negative per le nostre giornate sempre frenetiche.

Il principio della dieta antistress è fondamentalmente di fornire un maggiore apporto di vitamine, acqua e minerali per depurare l’organismo da tossine e dare una sferzata di energia per il benessere psicofisico. Per prima cosa, ma questa è una regola che vale per tutto l’anno, fate largo uso di frutta di stagione e verdura fresca; in questa stagione trionfano i finocchi che migliorano la digestione. Inserite nella vostra dieta anche lo yogurt che ripristina la flora batterica intestinale.

Con il calo delle temperature, anche i piatti in tavola devono cambiare. Tra le verdure, fate spazio a carciofi, cavoli, finocchi, zucca. Sul fronte frutta, invece, via libera a cachi, castagne, kiwi, melagrane, mele, pere e uva. Preparate, quindi, grandi insalate, gustose zuppe di verdure o cotte a vapore o alla griglia. Per contrastare la ritenzione idrica, preferite insalate amare.

Anche la medicina cinese è utile per seguire una dieta antistress, basata sulla carica energetica del singolo individuo che suddivide in yin e yang. Entrambe le tipologie di energia sono presenti in ognuno di noi ma in proporzioni diverse, per raggiungere il benessere, dicono i cinesi, devono convivere pacificamente.

L’energia yin viene considerata fredda, calda è invece la yang. Ognuna di queste ha i suoi cibi ideali, così, per yin sono consigliati latte e i formaggi, maiale, frutti di mare, pesche e fragole. Per yang, invece, pollo e tacchino, lenticchie, grano, datteri, salmone, coriandolo.

Facciamo un esempio di una giornata tipo di dieta antistress. Partiamo dalla colazione con un decotto disintossicante con pochissimo zucchero, una spremuta d’arancia e 4 biscotti secchi. A pranzo un’insalata di pollo con lattuga, sedano, cetrioli e finocchi. A cena un piatto di pasta magari con il pesce, un’insalata di rucola e pomodori e una banana. Per lo spuntino di metà mattina uno yogurt magro alla frutta, nel pomeriggio una spremuta fresca di agrumi.

Photo credit: topgold su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>