La dieta del semaforo, per dimagrire e sciogliere il grasso

di Mariella Commenta

Sono migliaia le diete che promettono di perdere chili, la dieta del semaforo, promette di far dimagrire e di sciogliere il grasso. Sfogliando riviste, navigando in rete, si trovano diete che promettono miracoli, anche 5 chili in un paio di giorni. Alcune sono frutto di uno studio approfondito, altre sono semplicemente un insieme di nozioni apprese qua e là, da cui nasce una dieta miracolosa.

Alcune si basano solo sulle proteine, come la dieta Dukan, altre conteggiano le calorie, altre ancora giocano sui carboidrati. L’unico punto in comune del ricco campionario di diete è quello di ridurre le calorie, in alcuni casi si abbonda, in altri si riducono drasticamente. La particolare cura di chi segue una dieta, dovrà essere quella di non crearsi squilibri alimentari.

Nella maggior parte di casi, la dieta aiuta a perdere peso, ma non tiene conto che una dieta deve anche sciogliere il grasso corporeo. Se in ogni regime alimentare i cibi sono pesati, nella dieta del semaforo si limita a consigliare quali sono quelli consigliati, da qui la scelta della luce rossa, gialla o verde. Se si vuole perdere peso bisogna seguire una dieta sana ed equilibrata.

Con la dieta del semaforo puoi facilmente raggiungere il tuo obiettivo seguendo le indicazioni. Il regime si basa su un consumo moderato di alcuni alimenti sostituendoli con le calorie di quelli più salutari ed eliminarne altri che possono aiutarti molto meno.

Come in qualsiasi regime alimentare, la dieta del semaforo prevede i tre pasti principali più due spuntini, deve essere supportata da un’attività fisica costante. La raccomandazione è quella di sempre, bere almeno 1 litro e mezzo di acqua al giorno. Non promette certo di perdere chili in un lampo, ma consente una perdita di grasso che si manifesta in perdita di centimetri. Ma vediamo come funziona:

  • Semaforo rosso per gli alimenti di cui dovremmo limitare il consumo, come latte intero, burro, pancetta, patate, formaggi grassi, cibi fritti, biscotti o bevande con alcool. In breve, è quello di moderare l’assunzione di grassi e gli alimenti che hanno un sacco di zuccheri.
  • Semaforo giallo per gli alimenti che possiamo assumere con moderazione, come carne di maiale, agnello, uova, pasta e pane, arachidi, banane, kiwi, succhi di frutta senza aggiunta di zuccheri o di vino rosso.
  • Semaforo verde per gli alimenti consigliati perché non hanno calorie elevate e soddisfano il nostro appetito come frutta, verdura, ortaggi, legumi, pesce e carni a basso contenuto di grassi o riso integrale.

Photo credit: NRG Photos su Flickr

Fonte: ellahoy.es

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>