Dieta vegetariana, guida per un’alimentazione equilibrata

di Mariella Commenta

Si parla molto di dieta vegetariana, più che altro una filosofia di vita, e consiste nell’eliminazione di qualsiasi prodotto che derivi dagli animali, carne, pesce e molluschi, ma consente l’assunzione di latte, uova e formaggi. Una scelta alimentare che sta seguendo un numero sempre crescente di persone che scelgono un regime alimentare sano e pulito. Vediamo come seguire una dieta vegetariana, una guida per un’alimentazione equilibrata.

Chi si orienta verso la dieta vegetariana è perchè ha scelto un’alimentazione con meno grassi di origine animale, causa di malattie del cuore. Ad un’alimentazione vegetariana non si arriva casualmente, essendo uno stile di vita scelto per convinzione, non ci si improvvisa, ci si documenta. Motivo principale per cui si sceglie la dieta vegetariana è opporsi all’allevamento di animali destinati alla macellazione, una scelta etica in difesa dei diritti degli animali.

Il percorso di avvicinamento alla dieta vegetariana deve cominciare con un consulto medico che consiglierà se è il caso cambiare radicalmente stile di vita e per una scelta alimentare consapevole.

In sostituzione delle proteine di origine animale, ci se deve rivolgere a quelle di origine vegetale di cui la natura è prodiga. Privilegiati sono i legumi che sostituiscono validamente carne e pesce: ceci, lenticchie, fave, soia, fagioli e piselli. Ai quali dovranno essere affiancati i cereali, che contengono fibre e salvaguardano il giusto funzionamento dell’intestino. Contengono un basso livelli lipidico, compensato da sali, proteine e vitamine fondamentali per contrastare le malattie degenerative.

Una valida alternanza è costituita da riso e avena, grano, farro, segale, miglio, amaranto e mais privi di glutine, dunque, adatti a chi soffre di intolleranze alimentari come la celiachia. Non è necessario preparare ricette elaborate, sarà sufficiente consumarli in modo semplice.

Nella dieta vegetariana non possono mancare frutta e verdura, che contengono un’alta percentuale di antiossidanti naturali che contrastato l’invecchiamento e aiutano l’idratazione del corpo e della pelle. Un’alimentazione ricca di frutta e verdura consente di consumare frutti di stagione, che si avvicina, molto alla filosofia del vegetariano, attento alla salvaguardia dell’ambiente, preferendo le coltivazioni biologiche.

Per la salute del cuore, in una dieta vegetariana non deve mancare la frutta secca, ricca di Omega-3 che garantiscono una protezione nei confronti delle cardiopatie. L’olio di semi di lino aiuta a ridurre l’incidenza di tumori al seno e al colon. Lo iodio, indispensabile per il buon funzionamento della tiroide, si potrà assimilare assumendo piccoli quantitativi di alghe.

La dieta vegetariana depura l’organismo, rispetto ad un’alimentazione classica, è povera di zuccheri complessi, se calibrata e seguita in modo corretto è in grado di trasformare il nostro corpo in una perfetta macchina sana e funzionante.
Come in tutti i regimi alimentari, anche nella dieta vegetariana ci sono i pro e i contro, è adatta a tutte le età, anche in gravidanza, fornisce tutti gli elementi che sono necessari al nostro organismo. Fondamentale è informarsi esattamente di cosa stiamo facendo. L’unico svantaggio sarebbe quello di affrontarla in modo approssimato, per seguire una moda, la dieta vegetariana è un nuovo stile di vita che va affrontato spinti da una carica emotiva e psicologica.

Photo credit: 14 Months to 50 su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>