T’ai chi per sciogliere le tensioni fisiche e mentali

di Mariella Commenta

È un sistema di movimenti sviluppato in Cina, la leggenda vuole che il T’ai chi sia stato inventato da filosofi e monaci taoisti delle arti marziali e poi trasformato in un metodo meno aggressivo e concentrato sul corpo e sulla mente. Oggi, il T’ai chi è praticato ogni mattina e sera da migliaia di persone, dai bambini agli anziani, nei parchi cittadini. I suoi movimenti fluidi e aggraziati somigliano a una danza al rallentatore e possono essere appresi solo seguendo le lezioni di un insegnante qualificato.

Il metodo T’ai chi si concentra sull’allenamento corretto del corpo e sul raggiungimento di un delicato equilibrio tra tensione e rilassamento che consente di stare in piedi e di muoversi consapevoli della gravità, usando solo la quantità di sforzo necessaria a contrastarla. Il T’ai chi, detto anche “meditazione in movimento”, è un modo eccellente per ridurre la tensione sia fisica che mentale, per migliorare la circolazione e per sciogliere le articolazioni rigide. Può essere utile quando altri tipi di attività fisica sono troppo impegnative.

Il T’ai chi deve essere appresa da un insegnate esperto, ma questi movimenti si possono seguire per avere un’idea dei movimenti che la disciplina chiede.

  • State in piedi in posizione comoda, con i piedi paralleli divaricati alla larghezza delle spalle. Mantenete le ginocchia morbide. Rilassate l’addome, le braccia e le spalle.
  • Alzate lentamente le braccia all’altezza del torace, con i palmi delle mani verso il basso. Aprite leggermente le dita.
  • Portate le braccia incrociate sul petto. Spingete con la gamba destra per spostare il vostro peso sul piede sinistro.
  • Appena vi muovete sulla sinistra e il vostro peso viene in avanti, lasciate che le braccia si alzino.
  • Con i gomiti leggermente piegati, muovete le mani verso l’esterno e allontanatele fino a che le braccia sono in linea con le spalle e le dita rivolte verso il basso.
  • Mantenendo le mano nella stessa posizione, ridistribuite lentamente metà del vostro peso sulla gamba destra. Il vostro corpo deve restare dritto.
  • Spostate tutto il peso sul piede destro, flettendo il ginocchio mentre lo fate. Mantenete la schiena diritta. Intanto, portante indietro le mani diagonalmente verso la vita, in modo che lo spazio tra loro aumenti gradualmente. Sollevare le dita del piede più avanti.

Photo credit: asianculturalcenter vt su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>