Il kefir per perdere peso e contro la fame nervosa

di Mariella 6

Perdere peso dopo le trasgressioni alimentari delle feste, è un obbligo, un ottimo rimedio è il kefir, che aiuta a ristabilire il metabolismo. I ripetuti peccati di gola, infatti, possono aver sovraccaricato il fegato e l’intestino, che ora necessitano di una depurazione profonda. Questo mese a tavola, privilegiamo le verdure amare, la frutta cotta, lo yogurt naturale e soprattutto il kefir, uno straordinario alimento che è il vero protagonista della dieta di gennaio. Il kefir è una bevanda che si ottiene dalla fermentazione del latte (vaccino, di pecora o di capra) e dai granuli di kefir: questi grani sono composti da fermenti vivi e da lieviti probiotici che, mescolati al latte, danno vita a un composto straricco di nutrienti, costituito da polisaccaridi, proteine e lipidi.

Il kefir è una bevanda dal sapore acidulo, ha un leggero sentore di lievito e possiede innumerevoli proprietà salutari: in effetti il suo nome, che deriva dalla parole di origine armena keif, significa benessere. Oltre ai probiotici utili all’intestino (nella sua composizione sono presenti almeno 40 tra lactobacilli, streptococchi, lactococchi e lieviti) il kefir contiene anche vitamine del gruppo B (rassodanti), minerali (calcio, potassio, magnesio e fosforo) e proteine.

Il kefir è inoltre povero di calorie e soprattutto di lattosio e può essere consumato anche dalle persone intolleranti a questo zucchero. Tra le vitamine del gruppo B ricordiamo l’acido folico, un indispensabile integratore non solo per le donne in gravidanza (previene infatti la malformazione del feto) ma anche durante la menopausa perchè è un’ottima difesa contro l’osteoporosi e gli sbalzi emotivi tipici del climaterio. Inoltre la combinazione del magnesio con le vitamine del gruppo B e con il calcio fanno del kefir un alleato straordinario del sistema nervoso e un valido aiuto per la fame nervosa e il desiderio di cibo fuori pasto, che tende ad aumentare con la stagione fredda.

Si trova già pronto nei supermercati o negozi di cibi naturali, se non gradisci il sapore acidulo del kefir, puoi correggerne il gusto diluendolo in un frullato di frutta (mela, banana, pera) o aggiungendo un cucchiaino di cacao o dei fiocchi d’avena.

Il kefir stimola la digestione, combatte la stipsi, bevuto regolarmente la mattina, agisce come un vero e proprio spazzino intestinale. Inoltre, eliminando le tossine, il kefir aumenta le difese immunitare e migliora il metabolismo oltre ad abbassare il colesterolo è un ottimo rimedio contro la ritenzione idrica.

Photo credits: luxomedia su Flickr

Commenti (6)

  1. Ciao Mariella, io ho acquistato quello biobova sul sito kefir.it perché me l’ha consigliato una mia amica che aveva problemi di stipsi (brillantemente risolti!!) non sapevo potesse servire anche per aiutare la dieta! Sono alta 1.72 ed ho 29 anni, vita attiva, gioco a pallamano, peso 66 ( durante le feste sono aumentata 2 kg 🙁
    a me il kefir piace molto, mi spapagno una bottiglia da un litro a settimana!! Lo mangio tutte le mattine a colazione con al frutta fresca, quanto posso consumarne secondo te? 200g va bene? è troppo? Come frutta uso quelle di stagione, ora ananas, banana, uva ed arancia, quanta frutta? Ciao&grazie in anticipo!!

  2. Ciao Vale, come in tutte le cose non devi esagerare. Hai mai provato ad aggiungere un cucchiaino di cacao? Ottimo! Torna a trovarci domani, in programma c’è il post con la ricetta per farlo a casa. Kefir è ottimo per perdere chili perchè migliora la ritenzione idrica, quindi, fa perdere liquidi e sgonfiare la pancia. Continua a seguirci e grazie.

  3. No, con il cacao non l’ho mai provato (provo domani e vi faccio sapere 🙂 , però con un cucchiaino di miele diventa F A N T A S T I C O!!
    In effetti devo dice che da quando mangio il kefir ogni mattina mi sento meglio, sono regolare, e sento glutei e cosce più toniche e ho la pancia liscia!

  4. Ciao Vale, più tardi leggi anche cosa ti raccondo della manna depurativa, anche questo è un portento. Mariella

  5. dici l’articolo sul colon irritabile? Perché non ho trovato quello della manna (!)
    mi posti il link, please 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>