Le ricette che vincono la colite, pesce al papavero rilassante, secondo piatto da 390 kcal a porzione

di Redazione Commenta

Spread the love

Un piatto delicato quello che vi proponiamo oggi, la ricetta del pesce al papavero rilassante, un secondo piatto ricco di proteine nobili che favoriscono il dimagrimento e non irritano le mucose intetinali. Le patate, se tollerate, riducono l’ansia e lo stress. Il pesce al papavero è adatto a chi soffre di sindrome del colon iritabile, a chi è in sovrappesso e per chi ha una buona dose di stress. Pranzo o cena per fa differenza per la ricetta di pesce al papavero.

Il piatto si può abbinare alle verdure cotte e, come tisana digestiva, potrete prepararla con 1 cucchiadi di bardana in 1 tazza di acqua calda per cinque minuti. Si prepara senza alcuna difficoltà, il tempo di preparazione è di 10 minuti, con una cottura di 30 minuti.

Perchè ti fa bene il pesce al papavero rilassante
E’ la cottura adata in caso di colite
Patate al vapore e pesce in padella per un piatto ben digeribili che nutre e non ingrassa. Il pesce apporta inoltre acidi grassi essenziali antinfiammatori e proteine che nutrono i muscoli favorendo il dimagrimento. Se la colite è in fase di stipsi, potete cuocere e consumare le patate con la buccia, ma sceglietele novelle.

Ricetta pesce al papavero rilassante – secondo piatto da 390 kcal a porzione
Ingredienti per due persone

– 400 g di filetti di pesce magro (nasello, sogliola, luccioperca)
– 400 g di patate
– 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
– q cucchiaino di semi di papavero
– 4 cucchiai di yogurt naturale bio
– 1 bustina di zaferano
– 1 cucchiaio di olio di oliva extravergine
– sale marino integrale q.b.

Preparazione

Cuoci a vapore e, nel frattempo, fai scaldare l’olio in un tegame antiaderente e poni a cuocere i filetti di pese per qualche minuto per lato.
In una ciotolina mescola yogurt, semi di papavero e zafferano. Servi il pesce in tavola cosparso con la salsina di yogurt e con le patate al vapore spolverizzare con il prezzemolo tritato.

Rispetto alla ricetta tradizionale, che prevede l’uso di più olio, risparmi oltre 100 kcal a porzione. Il tocco in più è guarnire il piatto con buccia di limone bio grattugiata (solo la parte gialla perchè quella bianca è amarognola).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>