Benessere nelle aziende, consigli utili ai manager

di Pina Commenta

Sta per essere assegnato il premio legato alle aziende che maggiormente sono state in grado di promuovere il benessere aziendale. Sta per essere pubblicata la classifica delle “aziende in cui si lavora meglio” e si torna per questo a parlare del welfare in azienda. 

Come spiega la rivista “Formiche”: il welfare è un tema chiave della leadership. Le persone che stanno bene e si trovano a loro agio, tanto per essere chiari, lavorano di più e lavorano meglio. E quando diciamo che stanno bene intendiamo dire sia a livello fisico che psicologico. Logicamente ne trae un vantaggio l’azienda. Una ricerca ha dato in tal senso delle indicazioni importanti:

ha rivelato che il 78% dei dipendenti che che si danno malati non lo sono: lo fanno o per problemi famigliari o per stress. Le organizzazioni che hanno implementato programmi di tele lavoro hanno registrato un 63% di riduzione dell’assenteismo.

Dalla ricerca di Great Place To Work emergono cinque indicazioni per coltivare il benessere che sono riportate da Formiche.it e che noi abbiamo provato a sintetizzare:

  1. Alle persone deve essere data innanzi a tutto la possibilità di gestire in modo flessibile il proprio tempo anche attraverso l’impiego massiccio del telelavoro.
  2. I genitori, e soprattutto le donne, devono essere sostenute nell’affrontare la propria vita famigliare. Oggi molte aziende si sforzano di aiutare le proprie dipendenti nella gestione dei figli e anche nel mantenere i rapporti con l’azienda al fine di evitare l’abbandono del posto di lavoro per motivi famigliari. Spesso nella stessa ottica si concede il part time.
  3. Il benessere fisico è la premessa per delle buone prestazioni lavorative e così che nascono la palestre aziendali.
  4. Anche il benessere psicologico però, sta diventando una priorità per questo oltre alla consulenza psicologica per i dipendenti ci sono dei corsi per imparare a gestire lo stress.
  5. L’ultima indicazione riguarda l’arredamento degli uffici, che deve essere funzionale alle esigenze delle persona: dal bisogno di trovare la concentrazione alla necessità di brevi momenti di relax, dal lavoro di gruppo alla gestione autonoma dei progetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>