Autunno 2012, i fichi d’india per eliminare la cellulite

di Mariella Commenta

Un alleato settembrino per drenare e depurare, è il fico d’India, un frutto squisito, i cui semi sono un ottimo allegato per eliminare la cellulite. I fichi d’India, pianta mediterranea di cui non si utilizzano solo i frutti, sono idratanti e ricchi di sostanze snellenti, come la vitamina C, rassodante, i semi, da cui si estrae un olio rassodante e i fiori, drenanti.

Dai semi dei fichi d’India si ottiene un pregiatissimo olio nutriente e ristrutturante che combatte la formazione di flaccidità, dunque, ottimo per combattere la cellulite. Dei fichi d’India non si butta via niente, scopri come affrontare l’autunno 2012 con questo percorso cosmetico da ripetere almeno due volte alla settimana.

Per tonificare i tessuti, 2 volte a settimana effettua un impacco a base di polpa di fico d’India, prima della doccia; ha anche effetti lenitivi su arrossamenti e scottature cutanee, perciò è ideale dopo l’esposizione al sole. Fai così: frulla la polpa di 3 fichi d’india sbucciati e mescolala con 2 cucchiai di olio di avocado. Spalma il composto sulle aree del corpo più a rischio ritenzione idrica (polpacci, caviglie, cosce) e copri con pellicola trasparente. Lascia in posa 10 minuti, poi fai una doccia tiepida.

I fichi d’india sono ricchi di zuccheri facilmente assimilabili, che danno energia senza appesantire la digestione e di fibre che regolano gli zuccheri nel sangue (prevenendo i picchi glicemici) e contrastano la stipsi (contribuendo alla pancia piatta). Fai un frullato aggiungendo un bicchierino di linfa di betulla, altamente drenante.

Dai semi del fico d’india si ottiene un olio ricco di acidi grassi che rinnovano l’epidermide e di vitamina E antiage. In commercio lo trovi associato ad altri oli rielasticizzanti, come quello di macadamia. Fai così: massaggia gli oli sulla pelle dopo la doccia, la pelle apparirà più soda ed elastica fin dalle prime applicazioni.

Con i fiori del fico d’India si prepara un infuso diuretico e drenante, che stimola l’attività renale ed è efficace anche per prevenire la formazione di calcoli. Per tutto settembre bevine 2-3 tazze al giorno, dolcificando eventualmente con un cucchiaino di miele. Versa una tazza di acqua calda su un cucchiaino di fiori essiccati, li trovi in erboristeria, lascia in infusione per 10 minuti, filtra e bevi.

Photo credit: Chuck_893 su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>