La sedentarietà è pericolosa come il fumo

di Mariella Commenta

Fra le cattive abitudini c’è la sedentarietà, pericolosa come il fumo, la notizia che deve farci riflettere è che nel mondo sono in aumento i tassi di morte causati dalla totale mancanza di attività fisica. Un picco in ascesa che sta mettendo sullo stesso piano malattie molto gravi ritenute al pari di malattie del secolo. Ma, a differenza di altre patologie, la sedentarietà si può curare, basta la forza di volontà.

La vita frenetica di tutti i giorni è stressante, questo è un dato di fatto, la stanchezza fisica e mentale ci suggerisce, quando abbiamo espletato tutte le nostre incombenze quotidiane, di buttarci su un divano o una poltrona per riposarci, i week end sono una buona occasione per poltrire davanti al televisore.

I buoni propositi di fare qualche esercizio, magari in casa, o uscire per fare una camminata di almeno venti minuti non ci alletta, quindi, rimandiamo tutto al giorno dopo, preferendo guardare una partita in televisione o leggendo una rivista, questo si chiama sedentarietà.

Tutto viene rimandato ad un giorno non meglio definito, nonostante sappiamo che l’attività fisica è parte integrante di uno stile di vita corretto, al pari di un sano regime alimentare. Più ci dedichiamo allo sport da poltrona o divano, meno ci viene la voglia di alzarci e metterci in moto.

A lanciare l’allarme è la rivista The Lancet, circa un terzo degli adulti non fa abbastanza attività fisica, la conseguenza è che in un anno i decessi provocati dalla sedetanrietà sono arrivati all’inquietante cifra di 5,3 milioni. Di questi, uno su dieci muore per malattie gravi all’apparato cardiovascolare, il diabete o per cancro al seno o al colon.

La BBC, il team internazionale composto da 33 ricercatori che ha studiato il problema dell’inattività, definita ormai una pandemia, è che si parla sempre e solo dell’attività fisica, dei benefici che ne derivano, puntando troppo spesso sulla prestanza fisica, su questo o quello che snellisce e tonifica, non mettendo mai in chiaro quelli che sono i pericoli della sedentarietà e la gravi conseguenze che ne derivano per il nostro stato di salute.

I consigli per combattere la sedentarietà negli adulti, sono di praticare un esercizio moderato per almeno 150 minuti a settimana, divisi sui sette giorni, sono soltalto 20 minuti al giorno, basterebbe abbandonare auto e autobus e andare a lavorare a piedi, dove è possibile, naturalmente. Non bisogna cercare modi fantasiosi per debellare il rischio sedentarietà, basta passeggiata, una pedalata in bicicletta o anche dedicarsi al giardinaggio.

Photo credit: colorblindPICASO su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>