Come dimagrire camminando

di Mariella Commenta

Per dimagrire ci sono molte strategie, oltre ad essere convinti mentalmente di voler perdere del peso, questo è fondamentale, un sano stile di vita, una dieta equilibrata priva di grassi e zuccheri, mangiare a orari regolari ma, anche e soprattutto, l’attività fisica. Non è necessario andare in palestra, con buona volontà e costanza, si possono eseguire degli esercizi a casa. Ma se non avete voglia di fare ginnastica in un luogo chiuso, perchè amate maggiormente stare all’aria aperta, allora potrete dimagrire camminando, il più facile degli esercizi.

Senza rendersene conto, camminare tonifica braccia, gambe, pancia e spalle e aumenta il metabolismo, che aiuta a bruciare i grassi. Camminando a passo moderato su un terreno pianeggiante, fa muovere quasi tutti i muscoli e le ossa del corpo, migliora la postura e fa lavorare anche gli addominali. Inoltre, fra i tanti benefici del camminare, anche i miglioramenti a livello cardiovascolare, riduce i livelli di colesterolo, abbassa il diabete. Fermo restando che si perdono molte calorie.

Il luogo ideale per fare una lunga camminata, è sicuramente il parco, per chi ne ha la possibilità, la spiaggia, anche se fa freddo. I vestiti dovranno essere comodi così come le scarpe indossate.

Per chi non è abituato a camminare a lungo, è suggeribile percorrere piccoli percorsi che andranno ad aumentare mano a mano che il fisico si abituerà allo sforzo ed acquisirà resistenza. Per le persone in sovrappeso sarà sufficiente non spingersi oltre i propri limiti, è consigliabile non superare i due chilometri tre volte a settimana.

Camminando si consumano tante calorie, facciamo un esempio, se cammini per una settimana almeno 45 minuti al giorno, puoi perdere fino a 1300 calorie, a seconda del peso e del livello di sforzo, in pratica, se ne bruciano da 300 a 600 ogni ora di camminata.

Un buon programma di allenamento prevede un inizio di 30 minuti al giorno per cinque giorni alla settimana, a velocità moderata per iniziare ad abituare il fisico. Nella seconda settimana, quando si è leggermente più forti, si potranno aggiungere un paio di minuti di corsetta, che aumenteranno gradatamente con il passare delle settimane, arrivando ad una camminata veloce.

Photo credit: mackanasa su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>