Curare le ginocchia, modellare ed idratarle, la ginnastica fai da te per dimagrire le ginocchia

di Mariella Commenta

Fai uscire allo scoperto le ginocchia, estate o inverno che sia, un bel paio di ginocchia, orgogliosamente esibiti con una minigonna o degli shorts, si dice che i vip, ricorrano al bisturi per rimodellarle. Senza arrivare a tanto, se l’ idea di scoprire le ginocchia, ti mette a disagio, vediamo cosa fare per ovviare all’ inconveniente. Ad esempio, ogni sera, per un mese, applica bendaggi a base di fango marino, Ricco di plancton e preziosi oligominerali, è idratante e drenante. Per potenziare l’ effetto, aggiungi al fango cinque gocce di olio essenziale di ippocastano.

Stendi la miscela sulle ginocchia, e avvolgi con una pellicola trasparente. Dopo mezz’ ora, passa un guanto di crine e lava con acqua fredda. In alternativa, puoi usare un prodotto con estratti di alghe brune e caffeine, che stimolano l’ attività delle lipasi, gli enzimi che sciolgono i grassi delle cellule.

La pelle delle ginocchia, ha sempre bisogno di essere idratata, perché povera di ghiandole sebacee. Senza contare che in inverno ha subito lo sfregamento di calde e jeans. I prodotti idratanti si possono stendere anche più volte al giorno. Scegline uno a base di ceramidi e acidi grassi essenziali. Se non basta e le ginocchia, ti sembrano ancora ruvide, ti serve un trattamento super.

Quando fai la doccia, passa un leggero esfoliante agli acidi della frutta. E una volta alla settimana, prova un impacco a base di midollo di bamboo e ninfea (lo trovi in erboristeria). Fai penetrare la crema massaggiando le zone più ruvide del ginocchia, avvolgile poi in una garza e lascia in posa tutta la notte.

La ginnastica fai da te per modellare le ginocchia
A casa o in ufficio, allenati ogni volta che puoi per far lavorare la zona delle ginocchia, . Per esempio così: in piedi di fronte ad una sedia, con le mani appoggiate allo schienale, tieni i piedi uniti. Piega una gamba verso il gluteo mantenendo le ginocchia, unite, quindi torna nella posizione di partenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>