Ginnastica fai da te: gli esercizi per la pancia piatta e gambe e glutei sodi, gli allenamenti da fare a casa per gambe, addominali glutei

di Mariella Commenta

Gli esercizi per tonificare gambe, addominali e glutei si chiamano gag, chi frequenta palestre e centri fitness conosce perfettamente il significato, ma per tonificare i tre muscoli così basilari per il corpo non bisogna necessariamente andare in palestra. Per avere un fisico in forma in vista della temuta prova costume, basterà rispettare un programma di due allenamenti a settimana, specifici per gambe, addominali e glutei, due tre giorni l’ uno dall’ altro. I risultati saranno visibili dopo sei/otto settimane.

Bisogna, però, tenere conto anche delle condizioni fisiche in cui si iniziano gli esercizi, per chi conduce una vita sedentaria ci vorrà un po’ più di tempo per rassodare gambe, addominali e glutei. Nei giorni in cui non si fa ginnastica, sarebbe ottimo svolgere attività aerobica, bastano anche un giro in bicicletta o camminare a passo sostenuto per mezz’ ora al giorno.

Gli esercizi che vi proponiamo sono da svolgere in due giorni della settimana, ogni esercizio va ripetuto 20/25 volte. Al termine dei cinque esercizi, fare una pausa per tre – cinque minuti e poi ripetere l’ intera serie per due – tre volte.

GINNASTICA FAI DA TE: ESERCIZI PRIMO GIORNO PER GAMBE ADDOMINALI GLUTEI

1. In posizione supina, braccia tese lungo il corpo, piega le gambe e porta le ginocchia fino al petto.

2. In piedi, fletti il busto e appoggia le mani su un piano, poi slancia all’ indietro prima una gamba poi l’ altra.

3. In piedi, gambe divaricate, inclina il busto a destra e a sinistra.

4. In piedi, con il tallone a terra e la punta su un piccolo rialzo, Sali sulla punta prima con un piede poi con l’ altro.

5. Sali su una panca prima con un piede poi con l’ altro.

GINNASTICA FAI DA TE: ESERCIZI SECONDO GIORNO PER GAMBE ADDOMINALI GLUTEI

1. In piedi, gambe divaricate, piegati prima su una gamba poi sull’ altra.

2. In piedi, con il tallone a terra e la punta su un piccolo rialzo, sale sulla punta prima con un piede poi con l’ altro.

3. In piedi, gambe unite, mano appoggiata su un piano, porta in fuori prima una gamba poi l’ altra.

4. Posizione supina, gambe piegate, piedi appoggiati su una sedia e mani su petto, sollevare il busto fin dove possibile.

5. Posizione supina, gambe tese, piedi appoggiati su una sedia, mani su petto, sollevare il sedere fin dove possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>