Medicina naturale e sovrappeso: omotossicologia ed omeopatia per le intolleranze alimentari

di Mariella 4

 Molte persone soffrono di intolleranze ad uno o più alimenti e il sovrappeso è uno degli effetti dell’ intolleranza alimentare. Come terapia al sovrappeso, l’ omotossicologia cerca l’elemento tossico che ha squilibrato il rapporto tra massa magra e massa grassa. Poi lo elimina nel modo più semplice: togliendolo dall’ alimentazione. L’ omotossicologia prevede 3-4 mesi di astensione dal cibo, o dai cibi, responsabili dell’ intolleranza alimentare e, in questo periodo, aiuta l’ organismo a ritrovare l’equilibrio con farmaci omeopatici privi di controindicazioni. La diagnosi dell’ intolleranza alimentare viene effettuata di solito con tre tipi di test: vega, elettro-agopuntura di Voll, moraterapia. Si individua l’ alimento che causa intolleranza e sovrappeso, che solitamente appartiene alla categoria del latte e derivati (in cima alla classifica dei cibi che provocano ipersensibilità), a quella del frumento e derivati (secondo in lista), del lievito, del maiale e derivati, delle solanacee (pomodori, peperoni, patate, melanzane), dei crostacei o dei molluschi e del pesce. Meno frequenti sono invece le intolleranze alimentari alle uova, ad alcuni tipi di frutta (soprattutto il kiwi) e all’ olio d’oliva. Diagnosticato l’ alimento o gli alimenti che provocano l’ intolleranza, lo si elimina (assieme a tutti gli altri cibi che lo contengono) dalla dieta per 3-4 mesi. In questo periodo di assumono i farmaci omeopatici prescritti dal medico. Poi si ritorna ad un’ alimentazione normale: dapprima si riporta il cibo in tavola una sola volta la settimana, poi ogni 4 giorni e poi 2 volte la settimana. In questo modo il corpo si sgonfia e la pancia si appiattisce per la ripresa della giusta funzionalità intestinale. Migliora anche lo stato dell’ epidermide, si acquista più energia e spariscono anche tanti piccoli disturbi che sono legati all’ intolleranza: difficoltà digestive, mal di testa, problemi di pelle. Curando l’ ipersensibilità ad uno o più alimenti, si arriva ad un dimagrimento spontaneo.

Per aiutare l’organismo in questo processo di autoriparazione, sono necessari alcuni interventi con farmaci omeopatici specifici come:
Linphomyosot – E’ un drenante del sistema linfatico che agisce soprattutto a livello intestinale. Serve quindi a depurare l’organismo che, liberato da ristagni e tossine, recupera più facilmente e velocemente la forma ottimale.
Pilosella compositum (omeopatizzato) – Combatte la ritenzione idrica che spesso si associa ai chili di troppo. Nelle donne va assunto soprattutto durante il ciclo premestruale (quando i variati rapporti tra estrogeni e progesterone favoriscono la ritenzione di liquidi).
Spongia Heell – Stimola la tiroide ed aiuta quindi e vivacizzare il metabolismo. E’ adatto a chi ingrassa perchè brucia poco. Non va mai assunto la sera perchè può provocare agitazione.
Iodio (Olio Heell N. 6) – Ha la stessa funzione della spongia.

A cura di Manuela Torregiani

Commenti (4)

  1. vorrei sottopormi al test di intolleranza alimentare visto che alcuni sintomi mi fanno supporre ad avere qualche problema legato al cibo. io abito a cuneo e non so dove rivolgermi per fare questi test. mi potete dare qualche indirizzo? grazie

  2. Ciao Paola, per scoprire se è presente intolleranza alimentare a qualche cibo vengono praticato dei Test Dria.
    I test Dria sono nuovi rimedi iposensibilizzanti per le forme di intolleranza: inducono nell’ organismo tolleranza verso l’ alimento e la classe alimentare a questo correlato.
    La vaccinazione iposensibilizzante (quella cioè antiallergica) è uno degli strumenti attraverso cui si può agire dall’ esterno sul sistema immunitario per indurre tolleranza.
    Secondo alcuni studi, infatti, l’ eliminazione totale o parziale dell’ allergene (la sostanza a cui si è allergici) porta a un peggioramento invece che a un miglioramento della patologia.
    Per mezzo di un test DRIA si può individuare la dose di desensibilizzazione idonea al singolo soggetto.
    Questi sono i centi più vicini alla tua zona dove puoi effettuare i test e la cura per l’ intolleranza alimenrare:

    MILANO
    SMA Servizi Medici Associati CENTRO PILOTA Dott. Attilio Speciani
    Via Ariosto, 28 – 20145 Milano
    Tel. 02-48008454

    COMO
    Dott. Giancarlo Comeri Effettua mini DRIA e terapie iposensibilizzanti
    Via Mantegazza, 1 – 22100 Como Lora
    Tel. 031-283656

    Dott. Davide Galbiati Effettua mini DRIA
    Via Milano, 47 – 22063 Cantù (Como)
    Tel. 031-701181

    TORINO
    Dott.ssa Maria Aino Capra – Medico chirurgo, esperta in Medicina Naturale, effettua mini DRIA
    Corso Traiano, 155 – 10127 Torino
    Tel 011-3179892

  3. vorei sapere a chi rivolgermi per il test e la cura omeoatica San Giorgio a Cremano (napoli).graizie

  4. salve volevo sapere dove posso fare l’esame per l’intolleranza alimentare vicino alla mia zona che è SUSA pv (to)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>