Milano: campagna contro la fame nel mondo

di Mariella 1

Milano: campagna contro la fame nel mondoIl progetto “Fill the cup” diventa una campagna mondiale e prende il via da Milano.
Il Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite (PAM) è ospite del Comune di Milano e ha presentato a Palazzo Marino l’avvio di questa iniziativa insieme al Sindaco Letizia Moratti, il Presidente delle Repubblica del Ghana, il Presidente di turno dell’Unione Africana John Agyekum Kufuor, il calciatore Kakà, l’ambasciatore contro la Fame del PAM e il direttore esecutivo del PAM Josette Sheeran.
Una tazza rossa, quella usata per servire il porridge o qualsiasi altro cibo che il PAm dà a scuola, diventa il simbolo di una lotta per sensibilizzare sul dramma di 59 milioni di bambini che, nei Paesi in via di sviluppo, ogni giorno vanno a scuola affamati e, contemporanemante, raccogliere fondi per fornire loro pasti anche da portare a casa. L’obiettivo è raccogliere 3 miliardi di dollari anche con il coinvolgimento dei governi delle Nazioni più industrializzate.

Con 20 centesimi al giorno è possibile fornire una tazza di porridge, riso o legumi a uno scolaro oppure una razione mensile di cibo da portare a casa.
Con 1 euro si sfama un bambino per una settimana.

Le altre iniziative per la raccolta di fondi:

Domenica 10 febbraio l’incontro di calcio Milan-Siena allo stadio San Siro sarà dedicato proprio alla nuova iniziativa del PAM.
Un grande striscione in campo, prima della partita ricorderà che “Con la fame non si gioca” mentre in un video, il fuoriclasse brasiliano, Pallone d’oro Fifa 2007, Kakà, racconterà i contenuti della campagna e come aiutare il PAM

Dal 7 al 10 febbraio un maxischermo posizionato in piazza Scala proporrà, a ciclo continuo, immagini video per sensibilizzare la popolazione sul dramma della fame. Mentre è già partita da alcuni giorni una campagna di comunicazione che sta utilizzando il circuito di affissioni urbane con poster e totem in centro oltre ad una campagna dedicata su mezzi mobili elettrici con le immagini della campagna.

Nei prossimi giorni i milanesi troveranno materiale informativo in tutti i Consigli di Zona e in tutte le sedi del Comune di Milano.

Il sindaco Letizia Moratti ha commentato: “Milano vuole contribuire a risolvere un problema che ha il mondo. Quello di sradicare la fame e la povertà. Siamo orgogliosi di potere essere oggi qui con il Presidente della Repubblica del Ghana, Kufuor. Un esempio non solo per l’Africa ma per tutto il mondo, perché è riuscito a dimezzare la fame e la povertà nel suo Paese. Il Comune ha messo a disposizione tutti i propri canali informativi e di comunicazione con i cittadini per promuovere attivamente la campagna per riempire la tazza rossa, come recita la campagna contro la fame nel mondo. Da oggi, infatti, è attivo il collegamento sul portale Internet del Comune di Milano che permetterà di accedere direttamente alle modalità per contribuire economicamente al World Food Programme“.

Fonte: Comunicato Stampa Comune di Milano: www.comune.milano.it

Commenti

  1. La fame nel mondo è una delle piaghe che si sta espandendo sempre più nel nostro mondo così sviluppato. Basta pensare al fatto che in alcune famiglie si hanno circa tre cellulari ad individuo, si capisce quanta è la ricchezza da noi. Se ognuno rinunciasse solo a una piccola cosa, morirebbero meno bambini. Purtroppo questo non è possibile perchè molter persone vedono nell’aiutare i poveri un segno di debolezza personale e quindi questo non viene fatto. Ma invito tutti a pensarci. Cercate di non spendere i vostri soldi in cose futili, inutili, di cui si potrebbe benissimo fare a meno, ma usateli per una buona causa, come quella di aiutare tutti i bimbi del mondo.
    Spero che qualcuno sia d’accordo con me, se sì fatemelo sapere.