Per quale motivo i bambini sudano quando dormono?

di Redazione Commenta

Spread the love

I bambini molto piccoli possono svegliarsi sudati. Si tratta di un evento più frequente di quanto si possa pensare. La sudorazione può rivelarsi copiosa soprattutto sulla testa e sul collo. Ma è normale? Quando bisogna preoccuparsi? E quali tessuti prediligere? Ma, soprattutto, quale pigiama per bambino scegliere?

Le possibili cause di una sudorazione copiosa

Il neonato suda parecchio e si sveglia con i capelli che grondano sudore: quali possono essere le cause? C’è da preoccuparsi oppure si tratta di una risposta normale dell’organismo a determinate condizioni ambientali? Innanzitutto, sarebbe opportuno regolare per bene la temperatura degli ambienti in cui dorme: spesso si tende a voler tenere i bimbi al caldo e a coprirli eccessivamente. Ma è davvero opportuno coprirli così tanto? I neonati hanno una temperatura corporea più elevata rispetto alla norma. Per questo motivo, i bimbi fino a 6 mesi soffrono molto il caldo ed è sconsigliato coprirli troppo. La temperatura della stanza da letto deve essere accogliente, ma non bollente, possibilmente compresa tra i 22 i 24 gradi e senza pericolosi spifferi. È importante anche non coprire troppo il bambino: meglio evitare troppi strati, ma scegliere un body o un pigiama per bambino intero che copra anche i piedini. Eventualmente, è possibile optare anche per un paio di calzini, soprattutto durante la stagione invernale. Un’altra delle cause legate all’eccessiva sudorazione dei bambini sta nel fatto che questi tendono a muoversi poco durante il sonno, preferendo restare a lungo nella stessa posizione. Ciò fa sì che lenzuola e materasso si bagnino di sudore proprio lì dove il piccolo trascorre la maggior parte del tempo. 

Il neonato suda su testa e collo quando dorme: perché?

Le spiegazioni possibili sono tante. Innanzitutto, a stimolare la sudorazione eccessiva potrebbe essere il cosiddetto pavor nocturnus, un disturbo del sonno che si manifesta attraverso pianto e grida improvvise. Il volto del bambino si mostra pallido, gli occhi sbarrati e il respiro accelerato. Si tratta di una condizione transitoria relativamente frequente, che non deve spaventare i genitori, ma che può causare sudorazione eccessiva, soprattutto a livello del volto e del collo. Un’altra causa, del tutto normale, è la maggior presenza di ghiandole sudoripare nell’area del cuoio capelluto. I bambini molto piccoli, presentano un’elevata concentrazione di ghiandole in quella zona del corpo, poiché non le hanno ancora sviluppate sotto le ascelle, sulle mani e così via. Pertanto, le tossine che l’organismo si trova costretto ad eliminare vengono espulse attraverso il sudore tra la testa, il collo e la parte alta della schiena.

Quando bisogna preoccuparsi?

La sudorazione è un normale meccanismo fisiologico, utile a mantenere la temperatura corporea costante durante tutto l’arco della giornata. Tuttavia, una sudorazione particolarmente intensa non va ignorata, poiché potrebbe essere la spia di un problema più serio. Ad esempio, la causa potrebbe essere un’infezione, particolarmente diffuse tra i neonati. Le infezioni più ricorrenti nei neonati sono quelle respiratorie, che possono essere causate dall’inalazione di fumo passivo, dall’inquinamento o da alcuni batteri. Il sistema immunitario dei neonati, infatti, non è ancora perfettamente sviluppato e, quindi, risulta maggiormente sensibile a taluni fattori esterni. Una sudorazione eccessiva potrebbe essere riconducibile anche a una patologia cardiaca non ancora diagnosticata, oppure all’apnea notturna, condizione abbastanza diffusa tra i bambini molto piccoli. In sostanza, il neonato smette temporaneamente di respirare e ciò contribuisce ad aumentare quasi istantaneamente la temperatura corporea. In tal caso, uno dei sintomi più spesso associati alla sudorazione notturna è il russamento. La sudorazione può accompagnarsi anche con un sonno particolarmente agitato. Infine, è bene fare molta attenzione e rivolgersi a un pediatra quando la sudorazione notturna si presenta insieme a sintomi quali:

  • eccessiva perdita di peso
  • inappetenza prolungata
  • stanchezza
  • tosse
  • febbre
  • diarrea

In questi casi è buona regola rivolgersi a un medico o a un pediatra per dissipare ogni possibile dubbio riguardo alle condizioni di salute del neonato.

Consigli utili per limitare la sudorazione nei più piccoli

In che modo è possibile rendere più confortevole e “asciutto” il sonno dei bambini? Ecco qualche indicazione utile:

  • evitare che il bambino compia attività particolarmente movimentate poco prima di andare a letto
  • creare una routine serale ad hoc per il bambino (pappa, bagnetto caldo, etc), in modo che si rilassi e si addormenti più facilmente
  • non riscaldare eccessivamente la stanza
  • evitare di utilizzare il cuscino e usare sempre federe fresche e pulite
  • non coprire in maniera eccessiva il piccolo; meglio utilizzare un body di cotone e un pigiama per bambino intero
  • utilizzare lenzuola e biancheria traspirante in fibra naturale, come il cotone, evitando i tessuti sintetici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>