C’è un legame tra malattie sessuali e danni cerebrali

di Pina Commenta

In pratica per una malattia sessualmente trasmissibile è possibile che una persona abbia dei danni cerebrali permanenti. Un legame che spaventa ma ormai sembra sia stato dato per assodato dai ricercatori. 

C’è chi ritiene che sia esagerato che una malattia sessuale possa danneggiare il cervello ma è così. Almeno stando ai risultati di una ricerca della Johns Hopkins University School of Medicine che si è concentrata su una patologia molto comune, la candida. Ecco quello che riassume in proposito un quotidiano online:

Un nuovo studio segnala un legame tra un’infezione a trasmissione sessuale e la schizofrenia negli uomini. Questo comune disturbo sembra poi danneggiare la memoria nelle donne con psicosi. Nel mirino la Candida albicans, un fungo di solito presente nel tratto digestivo umano. Se si sviluppa troppo può causare bruciore, prurito, mughetto nei neonati e una infezione genitale negli adulti. Lo studio ha trovato che il 26% dei 261 uomini con schizofrenia esaminati aveva prodotto anticorpi del sistema immunitario progettati per combattere un’infezione da Candida, rispetto al 14% degli uomini senza questa patologia. Nelle donne, invece, si è visto che quelle con schizofrenia e più alti livelli di anticorpi mirati alla Candida hanno avuto risultati significativamente peggiori nei test di memoria. 

Secondo Emily Severance, della Johns Hopkins University School of Medicine, è stato trovato un legame tra l’infezione e la malattia mentale, ma è «troppo presto per dire che l’infezione da Candida è una causa di malattia mentale, o viceversa». «Tuttavia la maggior parte delle infezioni da Candida può essere trattata nelle fasi iniziali, e i medici dovrebbero indagarne la presenza nei pazienti con malattie mentali», ha aggiunto la studiosa sull«Independent’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>