Come curare l’insonnia con i rimedi della nonna

di Pina Commenta

L’insonnia è un disturbo piuttosto diffuso che in Italia colpisce una persona su tre. Tanto si parla dell’insonnia e dei rimedi che si possono assumere, prima però di ricorrere a pesanti sonniferi e sedativi, è bene sapere che le nostre abitudini alimentari e alcuni rimedi della nonna possono risolvere il problema dell’insonnia.

Vi abbiamo già abbondantemente parlato di dieta e di cibi giusti per favorire il sonno, nonché dei rimedi omeopatici, adesso vi parliamo dei rimedi della nonna.

Vediamo i principali rimedi della nonna per riposare meglio.

Infuso di arancio

Si può preparare un infuso usando 2 gr. di foglie d’arancio in 150 ml. di acqua bollente. Naturalmente l’infuso va bevuto la sera prima di mettersi a letto. Le sue virtù agiscono sul sistema nervoso e facilitano anche la digestione, dal momento che i problemi legati alla digestione posso influire sul sonno.

“Vino” di basilico e camomilla

Si mettono a macerare 50 gr. di fiori e foglie di basilico e 50 gr. di fiori di camomilla in 1 litro di vino liquoroso. La macerazione dura 5 giorni e trascorso questo tempo si filtra il tutto avendo cura di schiacciare per bene i residui. Vanno bevuti uno o due bicchierini al giorno per circa 20 giorni. L’azione di questo vino aiuta a combattere l’agitazione.

Decotto di lattuga

Questo decotto si realizza cuocendo un ceppo di lattuga in 1 litro d’acqua. Il decotto va bevuto caldo prima di andare a letto.

Ottime sono naturalmente le tisane a base di valeriana, menta piperita, fiori di tiglio, camomilla, melissa, bacche di ginepro, iperico, achillea, rosmarino, timo, vischio, origano.

Trovi tanti altri rimedi della nonna qui.

Photo Credits |Stokkete / Shutterstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>