Cos’è la Dieta dei Carboidrati

di Pina Commenta

Nello sterminato universo delle diete sembra vigere una regola: no ai carboidrati. Pasta, pane e correlati sono ormai lo spauracchio di quanti tentano di perdere peso seguendo diligentemente una dieta. Eppure dovrebbe essere ormai chiaro, che ci sono alcuni alimenti importanti per l’organismo, la cui eliminazione dalla nostra dieta non è salutare, e può essere addirittura dannosa.

I carboidrati infatti sono essenziali per il corretto funzionamento dell’organismo, tant’è che la nuova arrivata in fatto di diete è la Dieta dei Carboidrati, ideale per chi ama perdere peso senza rinunciare al piacere di una buona fetta di pane & co.

Secondo questa dieta infatti, i carboidrati sono amici del nostro corpo, hanno il vantaggio di farci sentire sazi e darci la giusta energia quotidiana, naturalmente, come in tutte le cose, bisogna assumerli nelle quantità giuste. Questa particolare dieta fa leva sul cosiddetto amido resistente, contenuto nell’avena, che aiuta a bruciare i grassi e a sentirsi sazi, riducendo l’appetito, inoltre secondo studi recenti contribuirebbe a controllare il livello di zuccheri nel sangue e a stimolare il metabolismo.

Secondo la Dieta dei carboidrati 1/4 di ogni pasto deve essere costituito da un alimento particolarmente ricco di amido resistente (la quantità ideale sarebbe dai 15 ai 20 grammi al giorno). Tra questi alimenti ricchi in amido resistente troviamo: avena, banane, mais, orzo perlato, patate, patate dolci, pane integrale, riso integrale e lenticchie. Una volta alla settimana sono consentiti i dolci.

Punto di forza di questa dieta è che non rinuncia ad alcun gruppo di cibi, per cui, pur riducendo l’entroito calorico, sono importanti tutti i cibi, che possono essere mangiati in quantità moderate. A tutto va associato l’esercizio fisico, sempre d’aiuto in tutti i regimi dietetici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>