Quando l’uomo rifiuta di fare sesso: le scuse più frequenti

di Mariella Commenta

Per le donne è il classico mal di testa, ma quando l’uomo rifiuta di fare sesso, le scuse più frequenti sono le più strampalate, c’è chi deve portare a spasso il cane, chi deve terminare una partita con il videogame e chi si inventa una scusa qualsiasi pur di sottrarsi all’incontro amoroso con la partner desiderosa di scambiare confidenze hot.

La maggior parte degli uomini dà la colpa alla stanchezza, davanti alla quale la donna, soprattutto se lavora, può ben comprendere. Ma di scuse fantasiose, oltre che di bugie sul sesso, ce ne sono in abbondanza. Spesso, andare a letto indossando solo due gocce di Chanel n.5, come amava dire la splendida Marilyn Monroe, o indossare una eccitante lingerie, a poco serve se l’uomo non ne ha voglia e tira fuori un ventaglio di scuse.

Un’indagine promossa dal sito LloydsPharmacy Online Doctor, che ha coinvolto quasi 2.000 persone, ha fatto venire a galla tutta la fantasia maschile. Si dovesse stilare una classifica, sul primo gradino del podio troveremmo la scusa più votata per non concedersi all’intimità del talamo, la stanchezza della giornata lavorativa, come dichiara il 60 per cento degli uomini, ma c’è anche chi, molto sinceramente, ammette di non essere in vena.

Se queste sono scuse più o meno accettate, a patto che non diventino la costante per non fare sesso, fra le più fantasiose e disarmanti, eppure frequenti, c’è quella di dover portare il cane a fare pipì urgentemente; quotata anche la cena troppo abbondante o l’impellente necessità di dover terminare la partita al videogame.

Insomma, non sono solo le donne a cercare scuse per limitarsi ad un casto bacio della buona notte prima di sprofondare fra le braccia di morfeo, anche gli uomini hanno imparato a farlo. Per molti si tratta di una voglia di non impegnarsi troppo, ma nel 7 per cento dei casi, dietro le scuse estrose, si nasconde qualche problema di disfunzione erettile, del quale la donna non si accorge, solo il 16 per cento delle partner capisce che ci sono altre difficoltà.

Nel corso della ricerca è emerso che quasi il 17 per cento degli intervistati ha ammesso di aver temuto di non essere in grado di avere un’erezione subito dopo l’inizio dei preliminari. Il segnale di allerta compare nei primi cinque minuti dall’inizio dei preliminari, se non accade nulla, il flop è assicurato. Molti hanno confessato di non fare più sesso, vale a dire il 25 per cento degli intervistati britannici, sale al 42 per cento la percentuale di coloro che hanno superato i 55 anni.

Photo credit: cjc4454 su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>