Salute donna, Noemi testimonial della campagna del Ministero

di Mariella Commenta

È partita la campagna per la tutela della salute della donna, lo slogan di cui è stestimonial Noemi, racchiude il senso ‘La mia salute di donna dipende anche da me’, realizzata dal Ministero della Salute e la Presidenza del Consiglio dei Ministro. L’obiettivo della campagna è promuovere la cultura della cura della proprio salute, ed è rivolta a tutte le donne di qualsiasi età.

‘La mia salute di donna dipende anche da me’ è anche lo spot televisivo che sottolinea l’importanza di curare la propria salute e di non sottovalutare la prevenzione. Il suggerimento è di assumere un atteggiamento consapevole e responsabile verso la propria salute aderendo, innanzitutto, alle varie campagne screening gratuite offerte dal Servizio Sanitario Nazionale.

L‘iniziativa congiunta del Ministero della Salute e la Presidenza del Consiglio dei Ministri è supportata da uno spot già diffuso sia in televisione che sulle reti radiofoniche Rai a partire da oggi. La Campagna era stata presentata in anteprima all’inizio di ottobre a Roma, in occasione del XX Congresso mondiale della Federazione Internazionale dei Ginecologi (Figo).

Testimonial d’eccezione della campagna ‘La mia salute di donna dipende anche da me’ è la cantante Noemi, la rossa della musica italiana, che ha prestato volto e voce allo spot del Ministero della Salute, che sta passando in televisione ed è già visibile su YouTube.

L’iniziativa rimanda a un’area informativa che approfondisce le varie problematiche di salute della donna, nessuna esclusa, proprio perchè rivolta alle donne di qualsiasi età, dalle giovanissime a quelle più adulte ed anche un po’ avanti negli anni. Le tematiche spaziano dalla gravidanza, con tutti i problemi che ne possono derivare, comprese le fasi dell’allattamento; affronta i problemi della fertilità delle donne; non sono trascurate neanche le infezioni intime femminili e le patologie come papilloma virus e via dicendo.

La Campagna vuole sensibilizzare tutte le donne a non trascurare la propria salute, si doveva scegliere un mezzo che fosse molto popolare, per questo sono stati scelti due potenti mezzi di comunicazione, televisione, radio e rete, come spiegano dal Ministero:

La televisione rappresenta, infatti, a tutte le fasce di età, il media con più utenti abituali (oltre 97 per cento). Anche la radio si posiziona ai primissimi posti per numero di utenti (80 per cento).

Photo credit: Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>