Victoria Beckham, placenta di pecora e veleno di vipera per non invecchiare

di Mariella 1

Farebbe di tutto per fare in modo che suo marito David non si accorgesse del passare degli anni e dei cambiamenti che questo può portare. Per questo la modaiola e quasi scheletrica Victoria Beckham le pensa davvero tutte. Per lei il tempo che passa è una sorta di ossessione, dunque, ricorre a qualsiasi mezzo, ed è ricorsa a un vecchio rimedio per contrastare i segni del tempo. Ma non è l’aiutino del chirurgo, questa volta non c’entra, si tratta della placenta di pecora con scaglie d’oro da mettere sul viso per combattere le rughe.

Ma non è l’unico trattamento, decisamente inusuale, a cui è ricorsa Victoria Beckham per vincere la battaglia, persa in partenza, di nascondere i difettucci che arrivano con l’età. Nel suo curriculum estetico, ci sono anche stati i trattamenti al veleno di vipera e veleno d’api, e, come non bastasse, l’ex Spice Girl ha avuto incontri con la bava di lumaca.

È notizia recente che Victoria Beckham sia seguita con regolarità da un noto dermatologo di Beverly Hills, il dottor Harold Lancer, nel cui studio si sottopone ai più improbabili trattamenti di bellezza anti età per i quali sborsa l’onorevole cifra di 500 dollari l’uno a base di staminali e, naturalmente trattandosi di una donna del suo pari, anche in questo caso ci sono particelle d’oro. Non c’è da meravigliarsi troppo, non poteva una glamour come lei recarsi nel centro estetico sotto cosa che, magari, fa qualche promozione per risparmiare qualcosina.

Tanti anni fa, qualcuno lo ricorderà, c’era una pubblicità che recitava “Per chi non si accontenta, mai”, si trattava di un elettrodomestico, in questo caso si tratta di bizzare sperimentazioni naturali. Victoria Beckham non si accontenta delle più avanzate tecnologie e ricorre a sperimentazioni naturali sempre più curiose.

Fra le stranezze di Victoria Beckham, anche una irrinunciabile crema da notte a base di veleno d’api e una con escrementi di usignolo proveniente dall’isola giapponese di Kyushu. La stessa che utilizzavano le geishe per sbiancare la pelle, usata anche come arma di seduzione.

Photo credit: Getty Images

Commenti (1)

  1. Ma che schifo O.o

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>