Il botox per uso cosmetico compie dieci anni

di Mariella Commenta

Dieci anni fa non si conosceva neanche, meglio ancora il botox era già conosciuto ma veniva usato per trattare gli spami muscolari. Si deve fare un passo indietro al 2002, esattamente ad aprile, quando per la prima volta è stato utilizzato per uso cosmetico, risale, infatti, a quell’anno l’approvazione della FDA, l’ente americano preposto all’approvazione di farmaci e cosmetici, dando di fatto il via libera all’uso del botox cosmetico.

Nel corso di questi anni sono cambiate molte cose con il tanto amato botox, soprattutto dalle star americane, che hanno subito fatto un uso e, spesso, un abuso, di questo miracoloso prodotto inizialmente usato per le emicranie. Molte smentiscono di farne uso, altre, molto coraggiosamente, lo ammettono. È anche stato bersaglio di molti scherzi e frasi rimaste famose, come quando alla cerimonia della consegna degli Oscar nel 2002, ospite Whoopi Goldberg, aveva detto ridendo che i volti della sicurezza erano più tirati di quelli di alcuni ospiti presenti.

È stato scientificamente provato che il botox non ha solo effetti estetici, ma anche psicologici, pare che si rischi la depressione osservando il proprio volto molto tirato dal botox che provoca l’immobilità delle espressioni del viso, famosa Nicole Kidman che per molto tempo non è stata richiesta da nessun regista proprio a causa della sua inespressività per l’abuso di botox. Ma ci sono anche altre attrici che accettano il trascorrere del tempo rifiutandosi di ricorrere al botox, vedi Charlize Theron.

Un fenomeno molto americano, anche se fra le nostre star non va molto meglio. Purtroppo, non è raro che le persone comuni vogliano ricorrere al fai da te, con notevoli rischi, a volte permanenti, ci sono video su YouTube che insegnano l’arte di arrangiarsi senza spiegarne le reali conseguenze in caso di uso errato della sostanza iniettata. Tutto questo ha spinto la FDA ad includere il botox nella lista nera delle sostanze pericolose.

Anche in Italia si è sparsa a macchia d’olio l’abitudine del fai da te, nonostante le raccomandazioni di non ricorrere al botox fuori dagli ambienti clinici, si sta verificando sempre più spesso il fenomeno di organizzare feste nel corso delle quali si procede alla punturina per cancellare i segni del tempo, senza alcuna precauzione igienica. Fino a qualche anno fa, al botox ricorrevano le donne un po’ più avanti negli anni, oggi, l’età e molto scesa, non è raro che le madri regalino alle figlie al compimento dei 18 anni un’iniezione di botox, ma ci sono anche madri incoscienti che regalano voucher alla figlia di 8 anni per ricorrere alla chirurgia estetica quando saranno maggiorenni.

Photo credit: cosmeticsurgeryinrio su Flickr

Fonte: www.bellasugar.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>