BB cream, cosa sono e a cosa servono

di Mariella Commenta

In Italia sono quasi una novità, ma le BB cream hanno una storia lunga più di mezzo secolo, amatissisme in oriente dove la cura della pelle è un vero e proprio rito, racchiudono più funzioni in un solo gesto e stanno cambiando le abitudini di tante donne, di tutte le età. In Italia, la prima casa cosmetica a lanciare le BB cream è stata la Garnier, ora, quasi tutte stanno lanciando le loro BB cream che, per esteso è “Blemish Balm”, vale a dire “balsamo contro le imperfezioni”. Giusto per fare un chiarimento, vediamo cosa sono, da dove arrivano, se sono tutte uguali e se sono davvero adatte a tutte.

La prima BB cream è nata in Germania negli anni 50, a formularla la dermatologa Christine Schrammek, pensando alle pazienti che avevano subito un trattamento estetico (ad esempio un intervento laser). Un prodotto multifunzionale, ricco di sostanze che contrastavano i rossori e le irritazioni, che assicuravano un leggero effetto coprente con la copacità di uniformare. Il successo arriva però in Oriente, dove le donne sono conosciute per la cura maniacale della pelle, quindi, una crema versatile diventa immediatamente popolare. Arrivano poi negli Stati Uniti, in Europa e, fanalino di coda, in Italia.

Il successo delle strong>BB cream sta nel fatto che in un solo gesto puoi aver cura della tua pelle ed un trucco leggero. Tutte, infatti, contengono principi attivi idratanti e addolcenti, che le rendono adatte a tutti i tipi di pelle e capaci di camuffare i rossori e le imperfezioni, anche se, chi ha la pelle particolarmente sensibile, deve comunque controllare gli ingredienti e gli additivi.

In caso di segni particolarmente importanti lasciati dall’acne o le macchie cutane sono molto evidenti, si dovrà aggiungere un correttore o un velo di fondotinta. Quasi tutte le strong>BB cream hanno anche una protezione contro i raggi UV, fattore molto importante indispensabile per la pelle.

Le BB cream possono essere anche utilizzate dalle teenager che non hanno ancora bisogno di ricorrere ad un vero e proprio make up, fra i 30-40 anni, possono integrarle con una cipra o un fondo tinta, lo stesso vale per le over 50, sono piuttosto leggere e non mettono in risalto le rughette o le zampe di gallina, come farebbe un trucco più pesante.

Ogni strong>BB cream ha una sua caratteristica, alcune sono più coprenti, quasi paragonabili ad un fondotinta leggero, mentre altre puntano, come scopo principale, a calmare le irritazioni ed evitare la ricomparsa delle imperfezioni, sarà la confezione a precisare se sono oil free, opacizzanti, normalizzanti, antiossidanti o lenitivi, attenzione, non curativi.

Per la scelta del colore, se hai una pelle chiarissima o se sei molto abbronzata, dovrai scegliere quella più simile al tuo incarnato. Una volta scelto il prodotto, per sfruttarlo al meglio, stendi la strong>BB cream come fosse una normale crema idratante, sfumandola con attenzione soprattutto verso il collo e l’attaccatura dei capelli. Se hai una pelle bella, sarà sufficiente a darti un’aria sana, in alternativa, aggiungi un fondotinta o una cipria, le particelle e i pigmenti daranno alla pelle luminosità naturale.

Photo credit: jeccajecca su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>