Riflessologia plantare, curare i dolori della pianta del piede

di Mariella Commenta

riflessologia-plantare-curare-dolori-pianta-piede

Il principio su cui si basa la riflessologia è l’esistenza di dieci zone di energia che scorrono nel nostro corpo dalla testa alla punta dei piedi, cinque da ogni lato della colonna vertebrale. Fondamento teorico della riflessologia è che i piedi sono lo specchio del corpo, così come la forma che riflette la vostra corporatura. I punti di riflesso dei piedi sono direttamente collegati ai relativi organi del nostro corpo. Per esempio, l’avampiede è connesso ai polmoni, la zona morbida sotto al mignolo lo è alla spalla e così via. Molti punti del riflesso sono presenti in entrambi i piedi, mentre altri, inerenti in genere a organi singoli, si trovano su piede dalla stessa parte dell’organo in questione.

La riflessologia per i dolori più comuni
Dolori alla schiena. Ci sono molti punti lungo i bordi interni del piede che si riferiscono alla schiena, ma può essere più efficace lavorare su tutti se non siete sicuri da dove provenga il dolore. Se il dolore è circoscritto, siate delicati quanto lavorare i punti del piede corrispodenti, perchè probabilmente saranno più sensibili. Iniziate con il piede destro, che sosterrete per le dita con la mano sinistra, e con il pollice destro camminare lungo il bordo interno del piede, a piccoli passi, partendo dal tallone fino all’alluce. Fato lo stesso sul piede sinistro con il pollice sinistro.

Dolori agli zigomi (seni nasali). Quando le cavità degli zigomi si congestionano o si infettano, il risultato è un grave dolore al viso o talvolta agli orecchi. Trattate un piede alla volta, iniziando da quello destro e sostenendolo con la mano sinistra. Usate il pollice destro per effettuare piccoli movimenti ascedenti dalla base dell’alluce fino alla sua estremità, quuindi fare lo stesso con le altre dita del piede. Cambiate mano e fate gli stessi movimenti usando il pollice sinistro e iniziando a lavorare dal mignolo verso l’alluce. Ripetete il procedimento sull’altro piede, invertendo le mani. Siate delicati piuttosto che energici, dato che le dita dei piedi possono essere molto sensibili.

Dolori alle ginocchia. Usate l’indice sinistro per lavorare sulla zona proprio davanti al tallone, sul lato esterno del piede, con piccoli movimenti, avanzando a partire dal tallone. Lavorare entrambi i piedi anche se il dolore è localizzato solo su un ginocchio.

Articolo correlato:
Riflessologia plantare: la pressione che fa bene, i benefici dei massaggi alla pianta dei piedi