I massaggi per rassodare, tonificare e rilassare

di Mariella Commenta

massaggi-rassodare-tonificare-rilassare

Ti senti gonfia, stressata, poco tonica? Hai voglia di coccole e di trattamenti dolci? La soluzione è un bel massaggio. Sceglilo fra quelli che ti proponiamo, con un occhio al problema che vuoi risolvere e con uno al piacere che ti può regalare. Puoi farlo dall’estetista, ma trovi anche una soluzione da fare a casa, decisamente più economica, ma altrettanto gratificante.

Stone massage, massaggio rilassante con le pietre
Lo stone massage nasce negli Stati Uniti una ventina di anni fa. Si effettua con pietre nere balsamiche che, scaldate, servono a sciogliere le tensioni muscolari, e con pietre bianche di marmo, da usare fredde, per togliere le energie in eccesso. Inoltre si utilizzano degli oli naturali, come quello di jojoba, che ha la capacità di restare stabile alle diverse temperature.
A casa fai così: per un rilassamento immediato siediti e spazzola vigorosamente i capelli a testa in giù. Ottieni due risultati: il sangue irrora il cuoio capelluto, già stimolato dalla spazzola, e inoltre si favorisce l’allungamento dei muscoli che sorreggono la testa, che si rilassano. Fai un pediluvio e, con una crema idratante, massaggia prima la pianta del piede, con le due mani (dita sulla pianta, pollici sopra). Effettua delle pressioni con le dita, poi rilascia. Lavora sulle dita dei piedi e termina premendo sui talloni, come se volessi schiacciare con le mani una pallina da tennis.

Kembiki massage, per sbloccare le tensioni
L’origine è giapponese, in seguito è stato rielaborato e trasformato dalla kinesiologa e fisiatra argentina Stella Maris Sironi. Il Kembiki massage ha come scopo principale lo sblocco delle tensioni profonde dei muscoli, che impediscono lo scorrere dell’energia. Sciogliendo le contrazioni della corazza muscolare si permette anche che i liquidi fluiscano attraverso le vie linfatiche profonde e potenzia il ritorno venoso. Il risultato sono corpo e viso più sgonfi. Inoltre, grazie al lavoro su addome e diaframma, si agisce sull’intestino, favorendone la funzionalità.
A casa fai così: se ti svegli con il viso gonfio, prova questa semplice manovra, afferra con l’indice e il pollice la cima dell’orecchio e tirala tre volte verso l’alto con una certa energia. Fai lo stesso prendendo la parte centrale e portandola verso l’esterno, e infine tirando i lobi verso il basso, sempre tre volte. In questo modo stimoli il lavoro delle ghiandole. Puoi continuare a massaggiare con il pollice e l’indice l’attaccatura del naso agli angoli degli occhi, dal basso verso l’alto e dall’interno all’esterno.

Photo credit: Neffinelle su Flickr

Articoli correlati:
Il massaggio Stem per eliminare cellulite, cuscinetti e rughe
I massaggi per guarire dall’influenza