Il Ghee, burro chiarificato, secondo la Medicina Ayurvedica

di Mariella Commenta

Il Ghee è un semplice burro vaccino chiarificato, ossia sottoposto a bollitura e filtrazione e si ottiene dal comune burro non salato, per privarlo di acqua e proteine, sopporta le alte temperature meglio del burro classico ed e più adatto per le fritture e per le gratinature. È buono anche spalmato sul pane. Le sue origini sono indiane, ma anche nelle nostre zone di montagna si fa uso di burro chiarificato, ma il metodo di preparazione è più complesso e conferisce al burro proprietà salutistiche decisamente superiori.

Il Ghee è tenuto in somma considerazione nell’Ayurveda. E’ utilizzato nei cibi e nella preparazione di numerose medicine.

Energetica:dolce, fresco e dolce è Vata e secondariamente Pitta ed è un po’ meno indicato per Kapha. Significa che i tipi Vata ne possono consumare di più dei tipi Pitta e questi ultimi di più dei tipi Kapha. Ghee è tonico, ringiovanente e antiacido, è indicato soprattutto negli stati di convalescenza. Facilita la digestione, l’assorbimento e l’assimilazione del cibo. Nutre il midollo, ottimo nei problemi di infertilità, migliora la qualità di “Ojas”, che governa l’intelligenza del corpo e della mente. Da questo dipende il nostro benessere, è ritenuto indispensabile per lo sviluppo delle capacità mentali e spirituali. Agendo sul sistema nervoso, è considerato un Rasayana (sostanza che allunga la vita). E’ il miglior tipo di grasso per il corpo e per il fegato. Esternamente è nutriente per la pelle e facilita la guarigione delle ferite. Messo direttamente sugli occhi è ottimo per tutte le infiammazioni. Applicato un poco nel naso nutre il cervello.

Preparazioni medicinali: la tradizione vuole che mescolando il Ghee con sostanze medicinali ne aumentarne l’assorbimento a livello intestinale. Il Ghee ha la capacità di trasportare le proprietà medicamentose delle erbe e minerali in tutti e sette i tessuti. Ci sono molte preparazioni ayurvediche a base di Ghee.

Ghee invecchiato (Purana Ghrita): secondo l’Ayurveda il Ghee più potente è quello invecchiato, vale a dire dopo almeno un anno, ce ne sono alcuni che hanno oltre 10 anni. Un Ghee molto vecchio è considerato capace di guarire qualsiasi malattia.

Photo credits: Pankajune su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>