Pranoterapia: cura del dolore con l’imposizione delle mani

di Mariella Commenta

I guaritori sono stati per migliaia di anni la principale, se non l’unica, risorsa dei malati e dei sofferenti, e anche oggi molte persone ricorrono all’aiuto di un guaritore. Qualunque ritengano essere l’origine del loro potere, tutti i pranoterapeuti ambiscono a indirizzarlo direttamente ai loro pazienti mediante l’imposizione delle mani, che vengono passate leggermente (o tenute a breve distanza) sul capo o sul corpo del soggetto per individuarne le aree del dolore. In alcuni guaritori è forte la componente religiosa, si considerano cioè mezzi di una forza guaritrice esterna di origine spirituale, mentre altri credono che la guarigione sia un dono umano che hanno imparato a usare a beneficio del prossimo. Non vi verrà comunque imposto di condividere con il vostro terapeuta lo stesso credo affinchè la cura funzioni, mentre giocano un ruolo importante l’apertura mentale e la disponibilità a essere guariti.

Il potere dell’imposizione delle mani

Il tocco o l’imposizione delle mani ha il potere di attenuare il dolore e calmare le persone, in modo tale che si accorgano meno della loro sofferenza. Varie terapie complementari si avvalgono di questa forza del tocco. Istintivamente, tutti noi abbracciamo chi è in difficoltà, o rassicuriamo un bambino che si è fatto male baciandolo “così la ferita passa in fretta”. Molte persone credono che in tutti sia latente la capacità di guarire usando la propria energia spirituale, anche se resta solitamente ignorata. Se avete un amico o un parente con queste qualità, che desideri aiutarvi provando a sviluppare il proprio potere guaritivo, dovrebbero bastare poche sedute per scoprire se questo metodo con voi funziona.

Il tocco terapeutico

La pranoterapia si concentra sul campo energetico del paziente, che viene esplorato con l’uso delle mani e della mente per raccogliere qualsiasi squilibrio. Il donatore e il ricevente devono essere rilassati e concentrati. Il pranoterapeuta si concentra sulla rilevazione dei cambiamenti nel vostro campo di energia, passando le mani attorno (oppure delicatamente sopra) al corpo e tentando di riequilibrarlo indirizzando la sua energia su di voi. Il trattamento, che può durare circa 15 minuti, richiede condizioni di tranquillità massima. È importante, inoltre, che il pranoterapeuta venga messo al corrente della vostra storia clinica. Il tocco terapeuta è insegnato in molti Paesi, ma una persona sensibile può essere in grado di svilupparne la capacità solo con la pratica.

Consultare un pranoterapeuta

Molti pranoterapeuti offrono gratis la loro cura o vi chiedono di donare quello che vi potete permettere. Altri possono far pagare, ma una tariffa esorbitante dovrebbe indurvi a pensarci due volte. Fate attenzione a qualsiasi guaritore che vi prometta una cura, o anche solo una attenuazione dei vostri sintomi: nessun professionita vero può garantire i risultati.

Articoli correlati

Come scegliere le terapie giuste per tutti i dolori

Aromaterapia: gli oli essenziali per il benessere di mente e corpo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>