Chiropratica, i trattamenti alla colonna vertebrale

di Mariella Commenta

E’ uno dei metodi di cura naturali più diffusi al mondo, la chiropratica è una professione sanitaria legalmente riconosciuta in Italia dal 2008. Molti ne hanno sentito parlare, ma pochi sanno cosa sia, che cosa fa e a cosa serva. La chiropratica si basa su un principio semplice, il corpo umano si cura da solo e quando non lo fa esiste un problema. Il professionista cerca di individuare e rimuovere la causa di quel problena, anzichè combattere i sintomi. La chiropratica parte dall’idea che il sistema nervoso è “sovrano”, essendo il centro di controllo dell’organismo e regolandone le funzioni, e che i problemi strutturali del corpo (soprattutto quelli riguardanti la spina dorsale) possono provocare disfunzioni agli organi, ai tessuti e alle cellule (e viceversa).

Il chiropratico agisce sul corpo solo con le mani: ristabilisce il giusto equilibrio della colonna vertebrale dalla quale dipendono molti problemi della struttura del corpo (mal di schiena, ernia del disco) e disturbi secondari (mal di testa, mal di stomaco, eccetera). Per diventare chiropratico si deve conseguire una laurea specifica all’estero, visto che ancora non ne esiste una in Italia.

La chiropratica è utile per alleviare tantissimi disturbi, l’elenco è molto lungo, ma vediamone alcuni per i quali è particolarmente efficace:

  • mal di schiena (anche in gravidanza)
  • colpo della strega
  • stanchezza cronica e fibromialgia
  • ernia del disco (discopatie, protusioni del disco, discartosi)
  • mal di testa (emicrania, cefalea)
  • problemi legati alla crescita (piede piatto o cifosi)
  • disturbi legati all’attività sportiva (tendiniti, traumi da contatto)
  • disturbi all’apparato digerente (mal di stomaco, gastrite, ulcera, bruciori di stomaco)
  • malattie infantili

La prima visita dal chiropratico dura tra i 30 e i 60 minuti, a un costo medio tra i 100 e i 150 euro, le visite successive scendono ai 60-80 a seduta. Si tiene conto della storia clinica della persona considerando le malattie, gli interventi chirurgici, i farmaci presi ed eventuali trauni fisici o psicoemotivi. La chiropratica analizza attentamente qualsiasi risultato degli esami eseguiti, dagli esami del sangue alle risonanze magnetiche, per completare il quadro dello stato di salute generale della persona. Dopo aver analizzato tutti i dati, controlla la condizione della colonna vertebrale, eventuali anomalie che possono aver provocato o accentuato il disturbo di cui la persona soffre in quel momento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>