La vesciva iperattiva condiziona anche lo stile di vita

di Mariella Commenta

Un problema che riguarda almeno cinque milioni di italiani, e al contrario di quanto si crede la vescica ipertattiva non colpisce solo le persone anziane, ma può anche comparire a ogni età. E’ un insieme di disturbi che comprendono l’improvvisa urgenza di urinare, a volte associata a un elevato numero di minzioni, fino ad arrivare ad episodi incontrollabili di incontinenza. Spesso passa sotto silenzio perchè chi ne soffre non ne parla con il medico sia per motivi di imbarazzo sia per la convinzione che sia direttamente connesso all’invecchiamento e non ci siano quindi vere soluzioni.

E vale la pena seguirle, perchè la vescica iperattiva interferisce con tanti aspetti della vista quotidiana, le attività lavorative, i viaggi, le relazioni e l’attività sessuale, il sonno, e può portare quindi a un netto peggioramento della qualità della vita. Tutto questo si può evitare, con i giusti trattamenti e alcune regole di prevenzione.

La causa della vescica iperattiva non ha una causa evidente, si parla allora di vescica idiopatica. In altri casi, invece, il funzionamento non corretto causato da alcuni fattori: un danno all’innervazione della vescica, causato da un trauma addominale o della zona pelvica, o da un intervento chirurgico; la presenza di calcoli nella vescica; l’effetto collaterale di alcuni farmaci; alcune malattie neurologiche, come il morbo di Parkinson, l’ictus o la sclerosi multipla. Anche le infezioni urinarie (cistite) possono dare una serie di sintomi simili, ma temporanei.

La vescica iperattiva può pregiudicare, più di altre condizioni, la qualità della vita di persone di ogni età. Il bisogno incontrollato di urinare, e l’eventuale incontinenza che può avvenire anche più volte in qualunque momento della giornata, provoca nelle persone uno stato di insicurezza continuo.

Molti cambiano il proprio stile di vita e le proprie abitudini a causa di questo disturbo. Per esempio:
– limitano gli spostamenti quotidiani soltanto ai lunghi e ai percorsi in cui sanno che ci sono servizi igienici facilmente disponibili;
– bevono di meno, perchè sperano che riducendo l’assunzione di liquidi il disturbo sia più lieve;
– limitano o evitano l’intimità per il timore che il disturbo sia fonte di episodi imbarazzanti;
– indossano abiti larghi e scuri per nascondere l’uso di assorbenti o pannoloni:
– quanto maggiore è l’intensità dell’urgenza, tanto peggiore è il disturbo e la qualità di vita della persona. In un cento senso viene vissuta come una perdita di controllo del proprio corpo. L’impatto negativo sull’autostima delle persone può essere molto forte;
– altri effetti negativi della vescica iperattiva sono la stanchezza cronica (quando ci si sveglia molte volte di notte per andare a urinare) e l’abitudine ad andare costantemente in bagno in modo preventivo, cioè prima di andare al lavoro, prima di uscire di casa o da un locale, nella speranza di anticipare lo stimolo ed evitare una possibile perdita di urina.