I dolori alle articolazioni si curano con le erbe

di Mariella 1

Quando il dolore si concentra nelle articolazioni, l’artiglio del diavolo è un ottimo rimedio per le sue proprietà analgesiche e antinfiammatorie. L’estratto secco va preso in capsule (da 600 mg) dopo i pasti principali fino al miglioramento. Utile anche la spirea ulmaria che ha proprietà antinfiammatorie; bere l’infuso (metterne un cucchiaio in una tazza di acqua bollente poi filtrare), 3 volte al giorno. Anche la boswellia ha un’azione antinfiammatoria. Si può prendere in capsule (da 350 mg) 2 volte al giorno per qualche giorno.

Può capitare che muscoli e anticolazioni doloranti siano il risultato di sforzi eccessivi o di un’attività fisica troppo intensa. In questo caso si può usare la rosa canina, che ha proprietà antinfiammatorie e antidolorifiche: prendere l’estratto secco in capsule (da 800 mg) 2 volte al giorno lontano dai pasti, fino a quando si sta meglio. La rosa canina è perfetta anche per preparare il corpo all’allenamento prevenendo sovraccarichi muscolari e articolari, perchè lo stimola a sfruttare al meglio le riserve di grasso come fonte di energia: prendere una capsula prima di fare sport.

Il ginepro per la sua azione lenitiva, antifiammatoria, analgesica e distensiva, e il tipo, tonico e antinfiammatorio, possono essere usati per fare massaggi (2 volte al giorno fino a migioramento dei sintomi) contro l’affaticamento muscolare: basta mescolare 4 gocce di olio essenziale di timo e di ginepro in 100 ml di olio di mandorle. Per un bagno rilassante e decontratturante, invece, si possono aggiungere all’acqua calda 7 gocce di olio essenziale di timo.

L’arnica in crema o in gocce di olio essenziale 5 gocce ogni 100 ml di olio di mandorle è la soluzione in caso di traumi, contusioni e strappi muscolari, grazie alle sue proprietà antinfiammatorie e analgesiche.

Per prevenire i dolori articolari e muscolari seguire qualche semplice accorgimento: evitare di compiere sforzi eccessivi; no all’attività fisica senza adeguati esercizi di riscaldamento prima e di defaticamento (stretching) poi; combattere la disidratazione, nemica dei muscoli; seguire un’alimentazione ricca di vitamine e sali minerali; per nutrire i muscoli, meglio fare scorta soprattutto di potassio e magnesio (si trovano in banane, frutta secca, kiwi, patate, carciofi, fariina integrale.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>